Dzeko cerca l’Inter ma la Roma vuole prima un’alternativa

Situazione di stallo tra la Roma e Edin Dzeko; l'attaccante vorrebbe andare all'Inter ma la squadra non intende cederlo senza un adeguato sostituto e soprattutto solo al prezzo giusto

Il futuro di Edin Dzeko è ancora piuttosto incerto. Il giocatore vorrebbe andare all'Inter ma la Roma non intende mollarlo facilmente. Come riporta la Gazzetta dello Sport, nella giornata di oggi si è tenuto un nuovo incontro tra Silvano Martina, agente di Edin Dzeko, e Gianluca Petrachi, il direttore sportivo della Roma. Il tema dell'icontro che si è svolto a Milano era il futuro del giocatore, un modo di provare a sbloccare la situazione con il club romano.

Dall'incontro è emersa una situazione di stallo. Dzeko continua a voler andare all'Inter dove Conte lo aspetta. La Roma, dal canto suo, non ha alzato una barriera alla cessione del suo giocatore ma ha ribadito che deve arrivare l'offerta giusta. Niente svendite, quindi, con l'Inter che offrirebbe solo 15 milioni contro i 20 milioni richiesti. Inoltre, la Roma non intende cedere il suo giocatore prima di aver trovato un'alternativa adeguata.

Per il momento, dunque, l'attaccante rimane un giocatore della Roma. Una situazione complessa che rischia di creare attriti con la società. Nel frattempo, il giocatore continua a lavorare con la sua consueta professionalità non avevano mai fatto mancare il suo impegno in tutte le amichevoli estive in cui è sceso in campo. Partite in cui i tifosi non li hanno mai fatto mancare un sostegno con l'auspicio che continui ad indossare la maglia giallorossa.

Ma Edin vuole andare all'Inter sebbene, ad oggi, la cessione sia tutto tranne che semplice.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.