Addio al contante in tre mosse: il piano di Conte per eliminarlo

I giallorossi, con la scusa dell'emergenza Coronavirus, spingono per i pagamenti tracciabili: così voglioni cambiare le nostre abitudini

Il governo ha ormai da tempo giurato guerra al contante. Non è di certo una novità che l'obiettivo dichiarato sia quello di intaccare i 109 miliardi di imposte evase, e perciò adesso i giallorossi sono pronti più che a mai a cambiare le nostre abitudini. "Favorire una digitalizzazione dei pagamenti senza penalizzare nessuno può portare al cambiamento delle abitudini di vita dei consumatori", sostiene Giuseppe Conte. Per dare vita alla strategia volta a recuperare l'economia sommersa, il premier ha già incontrato tutti i soggetti interessati, ovvero i gestori delle carte, i sistemi di pagamento, gli esponenti delle banche. E con loro si è confrontato sul cosiddetto Piano Cashless, il cui slogan può essere così riassunto: meno contante più pagamenti elettronici, pagare tutti ma pagare meno. Visto che tra le finalità vi è anche quella di disincentivare i pagamenti in nero. L'esecutivo, come riporta Il Sole 24 Ore, ha già in mente le tre mosse per convincere gli italiani a utilizzare i pagamenti tracciabili. Ecco nello specifico ciò che i giallorossi intendono fare.

Cashback di Stato

La misura dovrebbe partire il primo dicembre: il sistema in questione prevede il rimborso del 10% dell'importo della transazione per spese eseguite con carte di credito o debito, bancomat, bonifici bancari e anche piattaforme di pagamento installate su smartphone. Per il momento non sono stati previsti limiti alle categorie di acquisti. Al fine di spingere i piccoli pagamenti tracciati, evitando di erogare il rimborso a chi fa poche grandi transazioni, è stato studiato un quadro preciso: chi spenderà almeno 3mila euro l'anno pagando con metodi tracciabili avrà diritto a un massimo di 300 euro di rimborso complessivo (corrispondente al 10% della spesa prevista); per avere diritto al cashback del 10% potrebbero servire almeno 50 transazioni nel primo semestre - raggiungendo così la soglia di 1.500 euro di spesa - e le restanti 50 negli altri sei mesi per arrivare alla soglia annua di 3mila euro. Perciò Conte ha spiegato che "contano anche i caffè" pagati al bar con moneta elettronica.

Tutto ciò però non significa solo ed esclusivamente card. Ecco perché figura anche Satispay, oltre ai principali operatori dei servizi bancari, al tavolo tecnico di Palazzo Chigi: il cofounder Alberto Dalmasso sta già studiando come integrare nell'applicazione i nuovi rimborsi di Stato. La piattaforma indipendente di mobile payment ha transazioni medie da 15 a 20 euro e non prevede commissioni sotto i 10 euro. "Il piano nazionale si adatta bene alla nostra applicazione, e contribuirà sicuramente ad aumentare la frequenza dei pagamenti cashless", ha fatto sapere il Ceo.

Super cashback

Con la scusa dell'emergenza Coronavirus il governo vorrebbe cambiare le abitudini di utilizzo dei soldi, tentando di affossare il contante. Secondo l'Osservatorio del Politecnico di Milano, nel primo semestre del 2020 i pagamenti digitali hanno dovuto fare i conti con un calo (-6,3%) molto più contenuto rispetto a quello dei consumi (stimato del -10,4% e -29,7% nei primi due trimestri). Mentre si registra un costante aumento delle operazioni con smartphone in negozio (+80% sul primo semestre 2019) e con carta contactless (+ 17%). Dal primo dicembre prenderà il via pure il super cashback, un premio di 3mila euro riservato ai 100mila cittadini che effettueranno il maggior numero di transazioni elettroniche nel corso di un anno.

Va precisato che comunque non servirà necessariamente effettuare grandi spese: a vincere non sarà la cifra finale, ma il numero delle transazioni fatte alla fine dell'anno. Pertanto si consigliano tante spese piccole e di poco prezzo piuttosto che fare spese di grandi importi. In sostanza, un cappuccino preso al bar conterà come un televisore o uno smartphone. "Dal primo dicembre passeremo a incentivi con il cashback perché ci sia un mutamento di abitudini degli italiani e così contrastiamo anche il sommerso, creando le premesse per pagare meno tasse", aveva annunciato il premier.

Lotteria degli scontrini

Partirà infine dal primo gennaio la lotteria degli scontrini fiscali, cioè la terza forma di incentivazione anti-contante. Per partecipare bisognerà essere maggiorenni, essere residenti in Italia, avere uno scontrino di qualsiasi acquisto a partire da un euro di spesa e avere il "codice lotteria" da richiedere tramite il Portale lotteria dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli inserendo il proprio codice fiscale. Le estrazioni dovrebbero essere di due tipi: ordinarie (7 premi da 5mila euro ciascuno ogni settimana; 3 premi da 30mila euro a testa ogni mese; un premio da un milione di euro ogni anno) e zero contanti (per coloro che hanno pagato con bancomat e carte che potranno "giocare" due volte).

A quest'ultima tipologia potranno partecipare sia i consumatori sia i negozianti: sono previsti 30 premi per le estrazioni settimanali (15 di 25mila euro ciascuno per i consumatori; 15 di 5mila euro ciascuno per gli esercenti), 20 premi per le estrazioni mensili (10 di 100mila euro ciascuno ai consumatori; 10 di 20mila euro ciascuno agli esercenti) e 2 premi per l'estrazione annuale (uno da 5 milioni di euro per il consumatore; uno da un milione di euro per l'esercente). I premi non saranno tassati e dovrebbero essere pagati mediante bonifico o assegno circolare non trasferibile. Pare che non abbiano diritto a partecipare gli scontrini di acquisto on-line, rilasciati da professionisti, i cui corrispettivi sono già inviati al sistema Tessera Sanitaria (farmacia, ottico ecc) e che già godono delle detrazioni fiscali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

graffio2018

Lun, 12/10/2020 - 10:57

io non credo che ci sarà molta gente con la possibilità di spendere 3000 euro all'anno in beni futili ! se togliamo le spese della farmacia, le bollette, le prestazioni sanitarie, gli acquisti online, le visite mediche e gli onorari dei professionisti, cosa rimane? vestiti, vacanze, ristoranti... sì, ok... ma così vengono comunque privilegiati i ricchi che le carte già le usano normalmente

flip

Lun, 12/10/2020 - 11:02

evidentemente Conte è stato pagato dal sistema bancario..L'eliminazione del contante. Serve solo alle banche e banchette perchè sui pagamwnti in contanti, NON hanno le commissioni bancaìie,,, mentre sui bonifici.... menano....Comunque se l'imposiszione vi aggrada, contenti voi,contenti tutti....... ma i vostri costi commerciali ed 9ndustriali aumenteranno.. A proposito, avete controllato se i costi addebitati sull'estratto conto sono adeguati alla giacenza nedia trimstrale che garantuti alla banca??? (con i vostri depositi le banche fanno i loro affari..... e...guadagnano.

flip

Lun, 12/10/2020 - 11:12

anche il "calcolo DElla''valutA' APPLICATO SULLE EMISSIONE DI ASSEGNI BANCARI INCIDE SUI VOSTRI COSTI DI VENDITA E EPROSUZIONE.

rossini

Lun, 12/10/2020 - 11:30

Tremila euro all'anno di caffè, brioche e aperitivi? In un'Italia in cui la gente ormai ha problemi a comprare il pane? Ma dove vivono questi del governo? Mi sembrano come Maria Antonietta di Francia che, a chi le diceva "Maestà il popolo non ha pane", rispondeva "se non hanno pane mangino brioche"!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 12/10/2020 - 11:39

se pensava di combattere l'evasione con questa mossa, beh credo che vi state sbagliando. ma pure alla grande! e di brutto! perchè l'evasione c'è sempre stata, e mai nessuno è riuscito a far arrivare a zero :-) è come cercare di combattere tutti i virus, anche quelli innocui, che ci portiamo addosso

Ritratto di Willer09

Willer09

Lun, 12/10/2020 - 11:41

benvenuti nella repubblica delle banane

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 12/10/2020 - 11:41

Contante? Io in tasca sono sempre conPOCHE!

sbrigati

Lun, 12/10/2020 - 11:57

Sanità, disoccupazione, criminalità, immigrazione selvaggia cosa volete che siano. La lotta al contante è la priorità per costoro.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 12/10/2020 - 12:04

Io sono d'accordo per utilizzare la carta di credito sempre e dovunque. Sono anni che la uso dovunque possibile e sto tanto bene che mai.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 12/10/2020 - 12:19

Se il Governo vuole introdurre le carte di credito, dovrà per forza provvedere a regolamentare, per esempio, la prostituzione e lo spaccio di droga. Se chi esercita in queste attività non potrà ricevere contanti, dovrà per forza dotarsi di Pos e le attività o si adattano o spariscono. E chi avrà speso i suoi soldi da questi "professionisti", dovrà avere il diritto di partecipare alla lotteria. Ma spacciatori e passeggiatrici si ribelleranno e allora siamo alle solite: stop ai contanti...salvo intese.

Enne58

Lun, 12/10/2020 - 12:27

Eliminare il contante? Andremo tutti dai falsari

lavitaebreve

Lun, 12/10/2020 - 12:39

CHI NON PUO' PERMETTERSI UN C/C PERCHÉ È DISOCCUPATO O PERCHÉ LAVORA SALTUARIAMENTE , VADA A MANGIARE DA CONTE E COMPAGNI.

lavitaebreve

Lun, 12/10/2020 - 12:41

I SOLDI AI CLANDESTINI COME GLIELE DATE ? CON IL BONIFICO ?

cgf

Lun, 12/10/2020 - 12:44

Perché non tracciano anche le "donazioni" ai vari partiti e le società/onlus legate ad essi. Ad esempio una società, guarda caso presente al festival dell'Unità (questa cosa è frequente), perché mai dovrebbe fare una "donazione"....

stefano.f

Lun, 12/10/2020 - 12:48

Le banche italiane (come molte altre europee) non vertono nelle migliori condizioni. Esattamente si ripete quanto si era già visto all'epoca del governo Monti. Questo il governo non lo dice ma lo scopo è solo NON DRENARE FISICAMENTE SOLDI DALLE CASSE VUOTE DELLE BANCHE ITALIANE. ALTRIMENTI COME FANNO A PAGARE REDDITITI DI CITTADINANZA,ALITALIA,ILVA,PENSIONI D'ORO E A DARE MUTII CHE POI NON POTRANNO MAI ESSERE PAGATI AGLI AMICI DEGLI AMICI?

CosmicAngel

Lun, 12/10/2020 - 12:51

Regime totalitario mascherato da propositi comunitari.

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 12/10/2020 - 12:55

107 miliardi evasi dai pochi pesci grossi loro compari che spariscono nei paradisi fiscali, 2 miliardi da tutti gli altri rubagalline.

Brutio63

Lun, 12/10/2020 - 12:58

Sono regali alle banche che lucrano le commissioni ed erodono il valore della moneta drenando la liquidità. Operazioni vessatorie per il cittadino consumatore trasformato in formica questuante aiuti dalla banda Conte e compagni di merende orfanelli del muro di Berlino con l’ossessione del controllo. Prima vanno a casa e meglio è per l’Italia e gli italiani!

carpa1

Lun, 12/10/2020 - 13:14

Premetto che utilizzo regolarmente la carta di credito ma una cosa vorrei chiedere ai cialtroni del governo: ma che vi ha fatto di male il contante? Lo sapete che ci sono milioni di persone che le carte di credito, acquisti on line, banca on line o persino un c/c in banca neppure sanno che cosa siano? E pensate veramente di essere in grado di, non solo convincere ma anche, riuscire ad istruire queste persone come cambiare, se non con un colpetto di bacchetta magica, comportamento riguardo l'utilizzo del contante? I ciarlatani olttrechè sognatori non ci servono allo scopo e non veniteci a rompere lo scroto con il contrasto all'evasione perchè, se è di questo mantra che si tratta, allora oltre che ciarlatani sognatori siete anche degli illusi.

agosvac

Lun, 12/10/2020 - 13:28

C'è da dubitare della sanità mentale di certi politici. Conte lo sa che gli italiani che possono spendere 3 mila euro in spese correnti sono talmente pochi da essere statisticamente non quantificabili???????

Popi46

Lun, 12/10/2020 - 13:54

Pagare tutti e pagare meno? NNNOOO...., pagare tutti e pagare sempre di più!!!

polonio210

Lun, 12/10/2020 - 14:07

Sono anni che non possiedo il bancomat e la carta di credito,ma pago sempre in contanti.Prima il limite all'uso dei contanti era di 3000 euro ed ora di 2000? Mi adatto e non compro,oggi,nulla che possa costare più di 1999 Euro.Le bollette lo ho fatte addebitare sul conto corrente,sul quale,comunque,tengo una quantità di denaro piuttosto ridotta in quanto,una volta raggiunta una certa cifra,la prelevo in contanti e la tengo in casa nella cassaforte,pronta all'uso.Ho disdetto il telepass ed ho abbandonato lo smartphone,distruggendolo,a favore di un comunissimo cellulare che come funzioni ha solo la ricezione e l'invio delle telefonate.Ho una macchina a benzina e gpl che non ha in dotazione nessuna diavoleria tipo navigatore satellitare o collegamenti a reti informatiche.Il collegamento ad internet lo effettuo liberamente con un pc portatile ed una volta che ho terminato stacco la batteria.Non rispondo mai ad interviste telefoniche o ad richieste di miei dati di qualunque genere.

Tutumnus

Lun, 12/10/2020 - 15:06

Giro all'"avvocato del popolo" una domanda che mi è stata fatta da un ragazzo di 15 anni: per eliminare il contante non sarebbe più semplice chiudere i distributori automatici dello stesso (i cosiddetti bancomat)? Altro che tre mosse; questo fa "scacco matto" con una mossa!!!

bellotti

Lun, 12/10/2020 - 16:24

X Abbraxasso. Se ti piacciono le carte usate. Punto. Ma non puoi obbligare chi la pensa diversamente da TE,a fare uguale. Sai cosa è la Democrazia? Libera scelta?

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/10/2020 - 16:26

Io pago sempre in contanti....quando nel portafoglio non ho più una lira pardon un euro non spendo più....con il bancomat o carta di credito...alè....tanto asta strisciare ...poi a fine maese sono sotto di mille euro.....W I CONTANTI.....così non dò nessuna commissione alle banche ch già ogni mese mi rubano 2 e rotti euri di tasse 1 euro per il bancomat che uso e 0.40 dell'unica domiciliazione OBIGAT della rat dell'auto......quindi ogni mese vengo privato di quasi 4 euro che loro incassano senza colpo ferire.......

Lugar

Lun, 12/10/2020 - 17:01

Mi chiedo perchè eliminare il contante. Forse perchè non ne abbiamo più, infatti nelle banche non vedo più i portavalori e penso che non ci siano più i contanti ma solo numeri. Ma i nostri risparmi ci sono ancora?

ExOccidenteLux

Lun, 12/10/2020 - 18:05

@ohm Grande! Fossero tutti così!

ExOccidenteLux

Lun, 12/10/2020 - 18:17

@polonio210 Grande! Continua così!

flip

Mar, 13/10/2020 - 11:14

l'addio al contante è una fissazione del sistema bancario perchè sui pagamenti in 'contanti', non incassa le commissioni solitamente addebitate sui pagamenti con bonifico......... Se la 'fissazione' bancatia venisse applicata, aumenteranno i costi industriali e commerciali e l'acquirente potrebbe rinunciare all'acquisto perchè ci sono altre super spese 'goverlative' da sostenere.........

flip

Mar, 13/10/2020 - 16:26

Mortimermouse. se comperi una partiva di scatole di conserva. sei a credito d'iva sino a quando non avrai venduto l'ultima scatoletta ed avrai versato la rrelativa iva...r questo, a tanti, fa pensare che ci sia evasione fiscale....... ma non è solo questo.......

flip

Mar, 13/10/2020 - 16:45

purtroppo al governo ci sono i komunisri. fronte bassa e trinariciuti come li qualificava g.guareschi nel suo libro con Peppone e don Camillo......

flip

Mar, 13/10/2020 - 16:47

se Conte ci prova, può dire definitivamente addio alla sua storia pseudo politica..........

flip

Mar, 13/10/2020 - 17:02

possoNo dimostrare i 109 miliardi di imposte evase ?????? prima di tutto combatti gli affari mafiosi, poi dalla contabilità dello Stato (se NON la capiscono).....possono prendere lucciole per lanterne con la legge sull'Iva ed altro ancora... pUBBLICASSERO I DATI ANALIICAMENTE E POI NE RIPARLIAMO.....

flip

Mar, 13/10/2020 - 17:14

LOTTA AL CONTANTE???????? PERCHE????????? A CHI GIOVA????????I POLITICI O PSEUDO TALI CHE RISPOSTE DANNO????? SE NON E'?UNA MOSSA POLITICA ALLORA COSè??????????

FedericoMarini

Dom, 18/10/2020 - 13:42

BEN VENGA L”ELIMINAZIONE DEL CONTANTE SE QUESTO PUO” CANCELLARE O< AMENO< RIDURRE,l’EVASIONE FISCALE..