Il Fisco entra nel portafoglio per toglierci i nostri contanti

L'ultima novità in materia di tracciamento è il cosiddetto meccanismo del cashback, Così il Fisco può spiare ogni nostra mossa

Raccogliere una valanga di dati personali legati alle abitudini di consumo per motivazioni non meglio precisate. Non basavano i grandi colossi del web. Adesso anche il Fisco si sta trasformando sempre di più in una sorta di Grande fratello, intrusivo all'ennesima potenza.

Le informazioni di milioni di italiani derivano per lo più da siti istituzionali e applicazioni per accedere ai vari servizi. Un esempio? Lo spesometro, che costringe i soggetti Iva a comunicare bollette, note di variazione Iva e altre operazioni documentate da fatture e permette, di fatto, al fisco di essere informato su chi vende e chi compra.

Strumenti di tracciamento

Ma gli esempi di tracciamento non finiscono certo qui. Come sottolinea il quotidiano La Verità, troviamo anche altri strumenti: l'anagrafe tributaria e quella relativa ai conti correnti. Per quanto riguarda l'anagrafe tributaria, questa contiene le informazioni patrimoniali dei contribuenti; la seconda, invece, è un registro all'interno del quale le banche comunicano i contratti stipulati con i clienti (dai conti correnti alle carte di credito passando per azioni e gestione titoli).

Troviamo anche un quarto strumento potenzialmente utile al fisco per controllare gli italiani. Si tratta dei Registri immobiliari che comprendono i dati degli immobili censiti nel nostro Paese e fanno luce sui rispettivi proprietari. Detto altrimenti, dato che l'accesso è libero, chiunque può sapere chi è il proprietario di un dato immobile.

Possiamo poi aggiungere il Pra, ovvero il pubblico registro automobilistico, comprendente i dati riguardanti la proprietà dell'auto, e il casellario giudiziale, con le condanne e procedimenti a carico di qualsiasi soggetto. Per quanto concerne sofferenze e ritardi nei finanziamenti troviamo invece la Centrale rischi interbancaria, archivio gestito dalla Banca d'Italia. E ancora, vale la pena citare il registro fallimenti e il registro Ini-Pec (contiene indirizzi di posta elettronica certificata).

L'ultima mossa del fisco

L'ultima novità in materia di tracciamento è il cosiddetto meccanismo del cashback, il quale scatterà a partire dal prossimo primo dicembre. Si tratta di un mezzo pensato appositamente per scoraggiare gli italiani a usare il contante durante le transazioni e, allo stesso tempo, scoraggiare così l'evasione fiscale.

In altre parole, coloro che sceglieranno di acquistare prodotti con carte di credito, debito o bancomat, riceveranno un rimborso pari al 10% su una spesa di oltre 3mila euro annui. La novità dovrebbe riguardare ogni spesa e servizio. L'effetto è che tutti i movimenti dei consumatori che si affideranno ai pagamenti digitali saranno letteralmente tracciati.

In nome della lotta all'economia sommersa, il governo giallorosso intende puntare sul cashless, cioè sui pagamenti elettronici. In questo modo il Fisco può tranquillamente entrare nei nostri portafogli, controllare le nostre mosse e toglierci i contanti. Già, perché l'imperativo è uno: evitare di pagare con la moneta sonante.

Quanti rischi

Piccolo problema: non sappiamo dove finiranno accatastati i dati raccolti né a che cosa serviranno. Anche perché le informazioni “"cedute" dai consumatori a fronte di un rimborso di 300 euro sono alquanto corpose e preziose. Il rischio più grande è che tutto possa finire nelle mani di qualche azienda pronta a sfruttare questa autentica manna dal cielo per fare pubblicità mirata.

Come se non bastassero gli strumenti elencati, vari studi hanno dimostrato come la maggior parte dei siti governativi ufficiali dell'Unione europea ospiti terze parti pronte a tracciare dati e contribuisca, in maniera involontaria, a facilitare il tracciamento. Pochi sanno che informazioni del genere entrano in quella che viene definita economia dei dati, ovvero un'industria che vale migliaia e migliaia di dollari e spesso piuttosto opaca.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Lun, 21/09/2020 - 10:14

Hanno trovato il modo migliore per rendere conveniente evadere.

jaguar

Lun, 21/09/2020 - 10:31

E tutte le firme e i consensi per la privacy a che servono?

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Lun, 21/09/2020 - 10:37

Solo il titolo ti fa pensare ad una dittatura fiscale! E basta con questo fisco che si muove alla pari dei servizi segreti! Ma se pendo i miei soldi "quando li ho" dalla banca ,permettete che saranno cavoli miei di quanto prendo e che uso ne faccio? Poi ci lamentiamo che in Italia non si muove il libero accesso alle attività' commerciali dove il fisco penalizza alla grande insieme agli enti locali! Ti fanno le lastre, mentre poi negozi cinesi aprono aglio-sa insieme a quelli del bangladese....e qui chi li controlla? Nella mia zona chiudono attività' italiche e si aprono attività e negozi cinesi da 7000 mila euro di affitto al mese! Dove prendono questi soldi? C'è crisi,o no?

scorpione2

Lun, 21/09/2020 - 10:54

cgf, salvini ha dichiarato in tv che i famosi 49 milioni sono finiti tra stipendi,forniture varie,spese di partito e cene di rappresentanze politiche, con queste dichiarazione due sono le cose o sta' prendendo per il cxxo tutti oppure dimostri con fatture tutte le spese dei 49 milioni.avete capito perche' vuole diventare presidente del consiglio dietro suggerimento di verdini? per pararsi il cxxo dalla magistratura.

Indifferente

Lun, 21/09/2020 - 11:08

Lasciate pure che i pidocchiosi elimino il contante e si arroghino il diritto di bloccare i conti correnti (ricordate che bloccavano i beni dei parenti dei rapiti per eviatre il pagamento dei riscatti?). Basterà utilizzare moneta straniera (dollari ad esempio). Ce la vedete la Uè-Uè obbligare gli USA a dismettere la loro moneta? Idem per altri Stati sovrani seri ed affidabili. Otterranno solo la morte dell'euro (finalmente!)

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 21/09/2020 - 11:35

cgf - 10:14 A questo punto.. Tuttavia i soliti noti sono proni a chi vuole eliminare il metodo più semplice per pagare, il contante. Vi sono molti stati che non pongono limiti al contante (Usa Germania R.U.) eppure qui fanno come i ciechi di Sorrento, consci del fatto che quelli che muovono miliardi di euro/dollari a palate e con pochi click, lavorano con gli edge fund. Così se la prendono con quelli che non possono difendersi: stato c@@@@@ia, forte con i deboli e debole con i forti.

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 21/09/2020 - 12:02

Paese da barzelletta, ti fanno firmare carte sulla privacy per qualsiasi caxxata e poi ti controllano come spendi i soldi. A questo punto devono legalizzare la prostituzione, lo spaccio, inevitabile.

lorenzovan

Lun, 21/09/2020 - 13:09

stessi commenti sui controlli li facevano i FRATELLI BIANCHi ..QUELLI DEKL REDDITO DI FANNULLANZA E DEI RICCHI PAGAMENTI CASH.. siete dello stesso club...vero?

flip

Lun, 21/09/2020 - 13:35

si accontentano di poco....ho si e no 50 centesimi----------VOTATE PD...PC...e simili....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 21/09/2020 - 13:41

Controllassero una buona volta quelli del RdC. Controllassero una buona volta i finti invalidi. Controllassero veramente quelli che chiedono i bonus.

il veniero

Lun, 21/09/2020 - 14:00

le tasse vanno pagate ...ma dare un simile ( e molti altri ) poteri agli uffici è come mettere in mano un bazoka ad un folle.

BEPPONE50

Lun, 21/09/2020 - 14:51

Come si fa scrivere un titolo di questo genere usate il terrore per far paura alle persone semplici creduloni andate e scoprite cosa fanno gli altri stati un esempio America

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 21/09/2020 - 15:04

Se il pagamento elettronico non avesse costi per l'utenza sarei d'accordo ma così non è. Non si può liquidare il contrasto all'evasione con questi "mezzucci" ci sarebbe ben altro da fare ma ciò scomoderebbe molti colletti bianchi amici degli amici e nussuno parla più di chi detiene ancora illecitamente capitali all'estero, cosa stà facendo questo governo a livello internazionale per individuare i responsabili e recuperare i capitali?.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 21/09/2020 - 15:14

Ma secondo voi nel Billionaire, come pagherebbero i 30mila euro per una serata a champagne, con la carta? E le mance?

Ritratto di faman

faman

Lun, 21/09/2020 - 15:41

sempre e solamente terrorismo fiscale? ma basta, siate seri. la tracciabilità è prassi nei paesi avanzati

m.m.f

Lun, 21/09/2020 - 15:55

Bene a sapersi. Dal momento che del famigerato rimborso non me ne può importare di meno,finirò con lasciare definitivamente a casa la carta di credito che già ora adopero poco e, implementerò l'uso del bancomat ma al solo fine di prelevare tutto il contante che mi pare per usarlo come mi pare.E senza dare qualora mai dovesse essermi chiesto giustificazione alcuna di cosa dove come perchè ne faccio. Poi se dovrò fare fronte a importi oltre i famosi euro 2000,00 (1999,99) assegno o bonifico.

m.m.f

Lun, 21/09/2020 - 16:00

Le commissioni relative ai pagamenti a mezzo POS ,SONO DA SEMPRE DEDUCIBILI AL 100 % NEL CORRENTE ANNO DI IMPOSTA ,sempre che uno le imposte le paghi! Le carte di credito sono emesse da società di servizi PRIVATI ,e non sono tenute in nessun modo a ridurle oltre una certa soglia se non a loro conveniente.NON LAVORANO GRATIS DA ANNI 5 i POS con collegamento WI - FI sono forniti da praticamente tutti gli istituti di credito SENZA COSTO . La storia dei costi POS et/o commissioni è SEMPLICEMENTE UNA BUFALA! UN ALTRA TEMATICA DALLA QUALE SI EVINCE L'ALTISSIMO GRADO DI IGNORANZA IN ESSERE NEL PAESE.

cgf

Lun, 21/09/2020 - 16:52

@scorpione2 Lun, 21/09/2020 - 10:54 Già, non sono andati più avanti, eppure stipendi ed altro che dice lei (che dice ha detto Salvini) sono documentati. Ma mi scusi, cosa c'entro io? abbiamo mangiato fagioli assieme? ho parlato di Salvini, di 48, l'ho chiamata in causa? Quando non sa cosa dire, è meglio tacere, ricordi 2 occhi, 2 narici, 2 orecchie, 2 encefali ma una bocca sola

cgf

Lun, 21/09/2020 - 17:22

@m.m.f Lun, 21/09/2020 - 16:00 lei sta dicendo che le commissioni che arrivano anche al 7% per certi esercizi e c/c sono deducibili al 100%? Guardi che questo non significa automaticamente che recupero il mancato guadagno fino al 7%. La ragioneria per lei è una sconosciuta, guardi che è roba da terzo anno, non ci vuole un master

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Lun, 21/09/2020 - 18:10

Per quanto mi riguarda possono controllare quello che vogliono sui miei conti che tanto non ho nulla da nascondere e le tasse le pago tutte. Se fanno tutti questi controlli son ben contento e spero che di evasori ne becchino tanti. Ci si lamenta della privacy per via dei dati sugli acquisti dopo che tutti o quasi usano facebook, instagram, twitter, per non parlare di tutti quelli registrati ai siti di e-commerce? Ma per piacere va!