Food sharing: come contrastare gli sprechi alimentari

Per combattere gli sprechi alimentari e contrastare la crisi economica è nato il food sharing. È un sistema di condivisione del cibo basato sulla donazione o il baratto. Nato e affermato in Germania, nella nostra nazione stenta a decollare

Food sharing: come contrastare gli sprechi alimentari

Il food sharing è un sistema che permette di contrastare efficacemente gli sprechi alimentari e combattere la crisi economica nel mondo occidentale.

Questo fenomeno è nato in Germania per fini puramente etici. Ha alla base un metodo che messo a servizio della comunità permette di creare socializzazione e cittadinanza attiva. Alla base del food sharing, infatti, non c’è alcun scopo economico e remunerativo.

Il food sharing rientra in un sistema di condivisione in cui ogni attore sociale è parte attiva e condivide o scambia con gli altri membri della comunità di riferimento cibo che andrebbe buttato, sprecato e non smaltito. Attraverso il food sharing si coniuga la richiesta di prodotti agroalimentari per scopi umanitari e solidaristici. A mettere a disposizione di chi ha bisogno di generi alimentari sono i comuni cittadini, le cooperative sociali, i produttori agricoli e i negozi appartenenti sia alle catene della piccola distribuzione che quella grande.

Il food sharing è in grado di far risparmiare tante risorse economiche in una nazione oltre a contribuire a salvaguardare l’ambiente e favorire la socializzazione. Il food sharing si attua secondo diverse modalità accomunate tutte dalla volontà di donare e fare del bene al prossimo e all’ambiente.

Le principali modalità di attuazione del food sharing sono:

- Le piattaforme on line: sono siti specifici in cui il donatore che può essere un privato, un negoziante o un agricoltore, si iscrive e descrive le caratteristiche del cibo e la quantità di esso mettendolo così a disposizione del potenziale donatore. Il beneficiario si mette facilmente in contatto con il donatore e stabilisce con questi il giorno e il posto in cui ritirare i prodotti alimentari donati;

- Il food swapping: è un sistema efficiente di scambio equo in cui il cibo proveniente dalle piattaforme di condivisione invece di essere donato viene semplicemente scambiato. E’ una forma moderna di baratto che funziona tanto. Lo testimoniano le molteplici app dedicate ad esso che sono sorte negli ultimi anni.

Purtroppo in Italia il fenomeno del food sharing stenta a decollare rispetto alla nazione tedesca in cui ogni anno si registrano molteplici successi e risvolti sulla situazione economica nazionale. Eppure la nostra nazione avrebbe tanto bisogno di questo sistema di condivisione. Ogni anno si registrano 12, 3 miliardi di euro di cibo che viene sprecato, buttato e non smaltito.

Commenti