Ente creava finti badanti: sei arresti

L'associazione Pinoy Club di Milano potrebbe aver creato dal
nulla migliaia di finti badanti, dichiarando assunzioni da parte di
datori
di lavoro in realtà inesistenti. La polizia ha fatto scattare gli arresti dopo una rissa tra egiziani nata per il
mancato ottenimento di un permesso di soggiorno già pagato. Manette a presidente, segretaria e altre 4 persone

Milano - Ufficialmente forniva assistenza agli immigrati, in primo luogo filippini ma anche di tutte le altre nazionalità. L'associazione Pinoy Club di Milano, però, è risultata coinvolta in un giro di false regolarizzazioni di immigrati grazie alla cosiddetta sanatoria per colf e badanti. L'ente benefico potrebbe aver creato dal nulla migliaia di finti badanti, dichiarando assunzioni da parte di datori di lavoro in realtà inesistenti. Sei persone (una delle quali si trovava già in carcere) sono state arrestate dalla polizia, a Milano, la città dove il Pinoy Club, ha una delle sue sedi sparse sul territorio nazionale.

In manette Tra gli arrestati ci sono il presidente dell’ente, Giuliano Adriani, di 51 anni e la sua segretaria (che è stata posta agli arresti domiciliari). Gli agenti sono arrivati ad individuare il giro di false regolarizzazioni grazie a una rissa tra egiziani nata proprio per il mancato ottenimento di un permesso di soggiorno già pagato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.