"Non tutte le SS criminali", "Mai più insieme". Le Pen rompe con Afd. E Salvini la sostiene

Non è per niente irrilevante la rottura messa in atto da Rassemblement National, che lascia il gruppo europeo Id (di cui fa parte la Lega) dopo le dichiarazioni controverse sugli appartenenti alle SS di Maximilian Krah, capolista di Alternative für Deutschland

"Non tutte le SS criminali", "Mai più insieme". Le Pen rompe con Afd. E Salvini la sostiene
00:00 00:00

Rassemblement National sbatte la porta e annuncia l'uscita dal gruppo Identità e Democrazia al Parlamento europeo. La mossa del partito guidato in passato per dieci anni da Marine Le Pen davvero rischia di scompigliare le carte a meno di tre settimane dalle elezioni per il rinnovo dell'Eurocamera di Bruxelles e Strasburgo, nonché tutti i principali equilibri sui quali potra sorreggersi la prossima legislatura dell'Ue. L'annuncio arriva dopo che alcune indiscrezioni erano circolate sul quotidiano francese Libération. Retroscena confermati pienamente questo pomeriggio dal direttore della campagna elettorale del presidente di Rn, Jordan Bardella, alla France Press. La scelta è a dir poco secca e decisa: "Abbiamo preso la decisione di non sedere più con i tedeschi di Alternative für Deutschland all'Europarlamento", ha dichiarato ai giornalisti.

Il movimento politico francese abbandona così la famiglia europea di cui fa parte anche la Lega di Salvini e adesso potrebbe quindi essere in procinto di preparare il campo a un possibile avvicinamento al centro e, di conseguenza, ad alleanze con il Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei (Ecr), presieduto da Giorgia Meloni, e soprattutto con il Partito Popolare comunitario in vista dell'imminente appuntamento elettorale dei prossimi 8 e 9 giugno. "Come sempre, Matteo Salvini e Marine Le Pen sono perfettamente allineati e concordi", fa sapere la Lega dopo la presa di posizione del Rassemblement National in vista della futura composizione del gruppo Id. Da quanto si può apprendere, il motivo ufficiale risiederebbe nelle recenti dichiarazioni del capolista di Afd, Maximilian Krah - indagato per sospetti finanziamenti russi e cinesi e con il proprio assistente arrestato - rilasciate a Repubblica: "Non direi mai che chiunque indossi l'uniforme delle SS sia automaticamente un criminale".

Krah aveva poi aggiunto nella stessa intervista che le colpe andassero valutate caso per caso: "Alla fine della guerra le SS erano quasi un milione. Anche Günter Grass faceva parte delle Waffen-SS. Tra le 900mila SS c'erano anche molti contadini, c'era sicuramente un'alta percentuale di criminali, ma non solo". Parole, queste, che avrebbero quindi creato la rottura definitiva, secondo le informazioni in mano a Libération. Ma non sarebbe solo questo l'elemento che avrebbe provocato l'uscita di scena di Rassemblement National da Id. Da mesi, infatti, si parla ormai insistentemente di una possibile svolta a destra nel Parlamento europeo e, di conseguenza, anche della prossima Commissione Ue.

Fino a oggi, però, mancavano i numeri. Adesso, invece, i seggi della Le Pen potrebbero fare seriamente la differenza. Tra il 2024 e il 2029 si potrebbe veramente assistere a un'importante svolta istituzionale a livello internazionale.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica