Giovane salvata dallo stupro dal suo fidanzato

Stava camminando per strada in pieno giorno quando è stata aggredita da uno sconosciuto che ha tentato di violentarla. Se non ci è riuscito è stato soltanto grazie al coraggio del suo fidanzato, che ha bloccato il balordo e lo ha fatto arrestatare dai carabinieri.
Ha solo 19 anni la giovane vittima dello stupro mancato. Perché è così, certamente, che sarebbe andata a finire se il romeno di 42 anni che le aveva messo le mani addosso non fosse stato fermato. È accaduto venerdì alle 13,30 in via Casale San Basilio, dove la ragazza era stata appena accompagnata in scooter dal fidanzato nei pressi della sua abitazione. Il tempo di attraversare la strada e il giovane è stato richiamato dalle urla della fidanzata: un uomo all’improvviso l’aveva immobilizzata e, tenendola stretta tra le braccia, la stava palpeggiando mentre lei cercava in tutti i modi di divincolarsi. Il ragazzo non ha esitato un attimo, ha abbandonato il suo scooter e si è scagliato contro il romeno bloccandolo. Il trambusto ha richiamato l’attenzione di alcuni passanti, che lo hanno aiutato. Poi è stata la stessa giovane aggredita a chiamare i carabinieri con il cellulare. Quando i militari del Nucleo operativo della compagnia di Montesacro sono giunti sul posto, il fidanzato ha consegnato loro il violentatore. Agli investigatori l’uomo ha cercato di giustificare il suo gesto raccontando che la moglie lo aveva tradito con un italiano e forse proprio per vendicarsi e sfogare la sua rabbia si è buttato addosso alla prima ragazza incontrata. Il romeno, che vive con la moglie a Guidonia e saltuariamente fa qualche lavoretto edile, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale e portato a Regina Coeli.
In un primo momento si era creduto che ad intervenire in aiuto della malcapitata fosse stato un cittadino qualunque, non il fidanzato, e in molti avevano gridato all’eroe. Anche il sindaco Gianni Alemanno, che avevo detto di «volerlo invitare in Campidoglio»: «Ha dato un bellissimo esempio che ci dimostra come bisogna essere cittadini».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti