I "ghisa" liberano due alloggi occupati abusivamente

Blitz in via del Turchino e in via Pscarella: erano occupati da stranieri. De Corato: "Nei primi sei mesi di gestione Aler le occupazioni sono state evitate in più di nove casi su dieci"

Non si ferma l'azione di contrasto all'illegalità. Due alloggi di edilizia popolare occupati abusivamente sono stati sgomberati e liberati dalla polizia locale. Lo rende noto il vice sindaco del capoluogo lombardo, Riccardo De Corato. «L’appartamento di via del Turchino - afferma il vice sindaco - , era occupato da un marocchino già noto per diverse denunce come venditore abusivo e dalla sua compagna, che si sono allontanati spontaneamente. Quello di via Pascarella, da due egiziani regolari di 20 anni». Entrambi gli appartamenti sono stati sigillati - fa sapere De Corato - e in quello di via Pascarella è stato asportato il contatore del gas ed è stata interrotta l’erogazione dell’acqua «per impedire nuove intrusioni». Il vice sindaco ha poi affermato che il Comune di Milano «continua a portare avanti senza se e senza ma la sua linea di fermezza» per contrastare il «comportamento delinquenziale» degli abusivi, che «usurpano i diritti di chi segue la regolare trafila per un alloggio popolare». Secondo De Corato, «nei primi sei mesi di gestione Aler le occupazioni sono state evitate in più di nove casi su dieci».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti