GLI INCONTRI

Alla vigilia della missione Moon Foundation, «Fondazione Luna», con lo shuttle Endeavour pronto sulla rampa di lancio del Kennedy Space Center, Florida, la Nasa ha un problema. Il pubblico televisivo mostra stanchezza e disaffezione per le imprese spaziali. Non ci sono più conduttori capaci di trasformare la diretta del lancio e delle fasi dell’impresa in uno spettacolo di avventura, di sapere e d’immaginazione. Jules Verne (1828-1905) e Isaac Asimov (1920-1992): ecco le voci giuste. Un incontro impossibile? Nulla è impossibile in fantascienza. E noi de Il Giornale possiamo documentarlo. Maestri del racconto di viaggio straordinario (negli spazi, sotto gli oceani, tra i ghiacci, fra le spire delle galassie, negli abissi d’acciaio delle città imperiali della «Fondazione», tra le piastrine e i globuli del sangue umano...), i due scrittori tesseranno intorno all’Endeavour la loro rete di mistero e scienza fantastica. Purosangue della divulgazione (geografico-storica per il francese; biologica, fisica, chimica per l’americano), Jules e Isaac forniranno le chiavi per leggere l’evento, non senza battibecchi sul tema di come si debba intendere la fantascienza. E alla fine, l’appuntamento è per la prossima diretta: Mission to Mars...

Commenti