TV

Informazione Rai, un'estate meno "di sinistra"

Da De Girolamo a Tecce, finalmente più pluralismo in onda

Informazione Rai, un'estate meno "di sinistra"

Per vedere una vera svolta pluralista, cioè un ri-posizionamento nel sentire di centro-destra-leghista-sovranista, bisognerà aspettare il prossimo autunno. Sempreché - come si prospetta - l'attuale amministratore delegato Carlo Fuortes lasci la poltrona a fine aprile, dopo l'approvazione del bilancio, e venga insediata in pochi giorni la nuova dirigenza (il candidato ad è Roberto Sergio, attuale direttore Radio) che metta a punto i palinsesti della prossima stagione entro fine giugno.

In quella data vanno presentati agli investitori e, soprattutto, andranno avviate le produzioni.

Intanto, però, qualche movimento si nota nei palinsesti estivi, in avvio dal 4 giugno, che sono stati presentati giovedì in Consiglio di amministrazione dagli attuali direttori. Non ci sono molte novità sul piano dei programmi di informazione e infotainment, che rimangono sostanzialmente simili a quelli di ogni estate, però qualche cambiamento c'è dei volti in conduzione. Per esempio a Estate in diretta dovrebbe arrivare (si attendono le conferme perché non sono ancora stati firmati contratti) Nunzia De Girolamo, che, dopo la carriera in politica nel centro-destra, si è dedicata con successo alla televisione sperimentandosi in Ciao, maschio, al sabato notte su Raiuno.

Ora potrebbe fare il salto al programma quotidiano pomeridiano del primo canale, dove ritorna anche Gianluca Semprini. Altro volto che si vedrà quest'estate è quello di Laura Tecce alla guida di Underdog. Ho scommesso su di te, in seconda serata su Raidue, che nel titolo ha un riferimento alla definizione che la premier diede di sé nel discorso di insediamento. E, infatti, racconta di personaggi che, partendo da svantaggiati, si sono fatti da soli, come la Meloni, appunto. Nella notte di Raidue ci sarà anche Monica Setta con Storie di donne al bivio.

Commenti