Corruzione, Severino: "Servono altri provvedimenti ma questa legge non cambia"

Il Guardasigilli: "La legge non favorisce i corrotti". Poi rilancia: "Ora completare questo primo passo importante con altri"

Dopo l’approvazione in Aula a Palazzo Madama del ddl anti-corruzione, il ministro della Giustizia Paola Severino ha annunciato altri provvedimenti e ha assicurato che non scatterà la prescrizione."La legge non favorisce i corrotti - ha spiegato - qui nessuno favorisce i corrotti, tant’è che voglio riformare la prescrizione". E si prepara a varare nuovi provvedimenti per riformare la giustizia.

In una lunga intervista a Repubblica (leggi qui), il Guardasigilli ha più volte ribadito che la legge approvata dal Senato non favorisce i corrotti e, rispondendo a chi ha criticato il testo, ci ha tenuto a ribattuto invitando a rispondere a una serie di domende: "Come si concilia una simile falsa affermazione con un ddl che inserisce nuove figure di reato quali la corruzione tra privati e il traffico di influenze illecite, fino a pochi mesi fa osteggiate da quanti le ritenevano troppo punitive? Come si concilia con la circostanza che la legge prevede rilevanti aumenti di pena per la gran parte delle fattispecie di reato? Come si concilia con la circostanza che si prevedono ampliamenti delle pene accessorie?". Secondo la Severino, infatti, il Paese sarebbe "molto più grato se venisse informato correttamente sui contenuti della legge". Proprio per questo, la titolare del dicastero di via Arenula è intenzionata ad "andare più in là", a fare di più, ovvero a "completare questo primo passo importante con altri: prescrizione, reati societari, auto-riciclaggio, che non potevano stare tutti insieme". D'altra parte, fin dall’inizio, la Severino ha, infatti, detto che "inserire tutti questi temi, così eterogenei e spesso legati a categorie di reati ben più ampie della corruzione, sarebbe stato improprio e avrebbe rallentato l’approvazione del ddl". "Non ho mai subito veti incrociati - ha poi concluso - ma ho rilevato una profonda distanza tra le posizioni dei partiti rispetto alle quali occorreva trovare una soluzione equilibrata che non alterasse lo spirito della legge".

Commenti

cicero08

Sab, 20/10/2012 - 11:17

Hanno voglia i giudici ed il CSM a protestare. La ministro era titolare di un avviatissimo studio legale prima di assumere incarichi di governo...

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 20/10/2012 - 11:22

Società di fratelli o cupa cupa? Con tutto il rispetto per i forumisti avversi a Renzi:io non lo conosco e non voglio dire,se è bravo o no,visto che,dal'92 non faccio più Politica,ma constato che la Giustizia in Italia è diventata cloaca Giustizialista?Tutto oramai,è nelle mani di una classe minore della Casta una parte della magistratura che grazie al Pci prima,ed ora al Pd sono in Politica.Mi domando e chiedo:“Perché Vietti e Davigo o Anm pretendono sempre di fare le Leggi sotto dettatura e non dal Parlamento eletto per emanarle?Sbaglio o i tre poteri c'est finì?Mi spiego,ma quanti hanno fatto il salto della quaglia tra Istituzioni ed eletti Parlamentari entrano nelle file della Sinistra o questi non autorizzati a proporre Leggi?Se secondo me,non dovrebbe essere permesso per conflitto di interesse?Eppure,abbiamo visto che,il fido di Andreotti,Claudio Vitalone entrare ed uscire da produzione come tanti Sindacalisti e fare carriera nella Magistratura:Giudice e Pm:trasparenza o che questi abbiano molti segreti come Di Pietro o De Magistris?Dare addosso a Renzi non vi pare che Bersani,ha permesso tutto questo da Dirigente del Pci e Pd o,le colpe sono del Renzi che vuole disfarsi di un fardello diventato giogo che fa più male alla Sinistra e al Paese?Mai notato il boomerang e,non il prodigarsi di fare le Leggi,Riforme ed Infrastrutture in ritardo di oltre 20a o,non capire che persino la macchina del fango dell'Express Media,ha scaricato Fini per la casa di Montecarlo con passaggio in società Off-Shore?Direi basta ai Paradisi Fiscali e anche a chi ha colpa che l'ha tollerata da 60a,come l'autoproclamato“Re Giorgio Primo”che ha condotto la Repubblica Parlamentare in un labirinto irto d'insidi sino alla morte di persone,che,certamente sarà sempre più duro restare senza azienda,senza lavoro e senza cure mediche per mancanza di crescita e di formichine che alimenteranno il circolante?Pensaci Giacomino!

tonipier

Sab, 20/10/2012 - 11:22

" I CRITERI DI SELEZIONE DEI GIUDICI" Spett.le sig. MINISTRO, il prestigio delle funzione giurisdizionale è stato largamento compromesso non soltanto dall'esempio di corruzione che la degenerazione sindacalpatitocratica ha diffuso in tutti i settori della vita sociale, ma anche dai criteri di selezione dei magistrati.

tartavit

Sab, 20/10/2012 - 12:20

Una legge contro la corruzione viene giudicata (ma da chi? E con quali ragionamenti?) legge che favorisce la corruzione. Siamo al parossismo in questo paese di parlanti e di cialtranti a vuoto e a vanvera. Ma non si può essere mai persone serie? E giudicare in modo che, evitando i sensazionismi e i giochi di parole, si critichi onestamente e seriamente un provvedimento tanto atteso sia in Italia, tra le persone oneste, sia in Europa che ci guarda sempre con sospetto per tutti gli imbrogli e le rapine che ormai vengono scoperti giornalmente dalla Magistratura? Ma è mai possibile che un numero sempre maggiore di gente che scrive deve avere come unico obiettivo quello di disinformare i lettori?

tartavit

Sab, 20/10/2012 - 12:31

Una legge contro la corruzione viene giudicata (ma da chi? E con quali ragionamenti?) legge che favorisce la corruzione. Siamo al parossismo in questo paese di parlanti e di cialtranti a vuoto e a vanvera. Ma non si può essere mai persone serie? E giudicare in modo che, evitando i sensazionismi e i giochi di parole, si critichi onestamente e seriamente un provvedimento tanto atteso sia in Italia, tra le persone oneste, sia in Europa che ci guarda sempre con sospetto per tutti gli imbrogli e le rapine che ormai vengono scoperti giornalmente dalla Magistratura? Ma è mai possibile che un numero sempre maggiore di gente che scrive deve avere come unico obiettivo quello di disinformare i lettori?

cicero08

Sab, 20/10/2012 - 12:35

Giudici e CSM si rassegnino pure: ...la ministra, prima di assumere incarichi di governo, era titolare di uno dei più grandi studi legali della penisola.

ristabil

Sab, 20/10/2012 - 12:39

Forza Ministro! I moralizzatori, alla Di Pietro hanno fallito, adesso sembra che si vogliano rottamare buona parte dei politici. Ma non ci credo affatto. Non ho piú fiducia nella politica, nella sua capacitá di autorigenerarsi. Troppi disonesti, troppa voglia di tutelare il proprio interesse a scapito del pubblico. Nessuna " vocazione" alla attivitá politica per gli altri. Forse, l'unica speranza è l'azione di questo Governo, cd tecnico.

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 20/10/2012 - 12:41

Vabbuon-La Severino la perdoniamo d´altronde per fare LA LEGGE anticorruzione NON BISOGNA ESSERE CORROTTI, e la Severino ,come tutti gli uomini, E´CORROTTA dal peccato originale e non puo´ quindi produrre leggi migliori di se stessa-pertanto la validita´od ilvalore di questa legge serve a svelare il vero valore e le capacita´della sua mente,,,un po´come la legge dispettosa contro i tassisti di Monti e della Fornero che, non appena insediati al governo hanno sfruttato subito la possibilita´ punitiva di vendicarsi finalmente di anni ed anni di angherie e di truffette subite nel dover pagare di tasca propria ed a prezzo esoso la corsa dall´aeroporto- Il vero guaio della economia italiana sono i tassametri manomessi, solo perche´Monti e la Fornero hanno viaggiato sempre in taxi e capiscono solo quello-

Duka

Sab, 20/10/2012 - 13:13

Mi chiedo: La sig.a si è accorta che la gara è tra chi ruba di più e più in fretta contro gli onesti cittadini che al contrario versano allo stato? Credo di no altrimenti tutto il governo è complice dei ladri istituzionali, casta in testa.

Lucius Iunius Brutus

Sab, 20/10/2012 - 14:41

Come evidenziato in altro articolo e confermato tra i denti anche dal csm, quello che vado dicendo da giorni è ormai assodato. Hanno abrogato il delitto di concussione. Infatti, l'esperienza secolare insegna che, quando ci siano più reati "simili", si riesce quasi sempre ad ottenere la configurazione di quello più lieve. Quando poi si preveda la galera per la vittima della "concussione attenuata" chiamata "induzione" (dev'essere un motore elettrico!), si è certi che nessuno denuncerà più il concussore, pagherà e zitto! Ecco, ci volevano i tecnici per arrivare finalmente ad una repubblica delle banane, che mettesse per sempre al sicuro i banditi nella pubblica amministrazione, che, a differenza dei banditi nella politica, non possono essere rimossi dai cittadini! Per quanto mi riguarda, i senatori che hanno votato questo sconcio hanno accolto l'appello della Santanché!

tartavit

Sab, 20/10/2012 - 14:43

Una legge contro la corruzione che favorisce la corruzione. E come è possibile? Di chi è questa critica all'operato del ministro Severini? Dei partiti? Se sì, di quali partiti? O le critiche vengono dai soliti giocolieri delle parole che, anziché informare, hanno solo l'obiettivo di imbrogliare le carte, affinché chi legge non ci capisca niente. Si può giocare su una legge tanto importante? Attesa da tanta gente onesta? Ma ancor di più, attesa dall'Europa, che ormai è stufa di assistere alle nostre porcherie, ai nostri imbrogli e alle nostre ruberie, che scopre la Magistratura ogni giorno ormai ?

tartavit

Sab, 20/10/2012 - 15:03

p.s. Se poi le critiche vengono dalla stessa Magistratura, allora il fondo è raggiunto. Parlare dopo e non prima o durante, è cosa poco seria. E questo lo sa chiunque.

agosvac

Sab, 20/10/2012 - 15:13

La signora Severino dice che metterà mano anche alla prescrizione come se fosse l'origine di tutti i mali della magistratura. Ma si rende conto il Ministro della Giustizia che se un qualsiasi processo dura mediamente quel che dura in Italia non c'è prescrizione che tenga? Voglio dire che l'unica soluzione per dare tempo ai tempi elefantiaci della nostra magistratura la prescrizione si dovrebbe del tutto abolire!!! Nei paesi civili un processo sia civile che penale si esaurisce nel giro di pochi mesi, anzi poche settimane. In Italia ci vogliono "molti" anni, a volte decine di anni!!! Egregio signor Ministro, invece di "mettere mano" alla prescrizione metta piuttosto mano ad una seria e sana riforma della magistratura in toto!!!

CITTADINO1934

Sab, 20/10/2012 - 15:15

Si avverta la ministro Severino che il Governo di cui fa parte non ha tempi supplementari e che gli altri provvedimenti che ha in mente resteranno pie intenzioni. Sa che la legge anticorruzione richiesta da un ventennio dall'Europa è insufficiente e tuttavia ne è fiera poiché a fronte dell'inerzia dei Governi precedenti è pur sempre qualcosa. Ma dica allora che è una piccola cosa.

vince50

Sab, 20/10/2012 - 15:35

Non servono affatto provvedimenti teorici e inconcludenti,basterebbe soltanto uno pratico e risolutivo.altro che deterrente.............

test_iphone

Sab, 20/10/2012 - 16:56

Test tecnico, non inviare

Willy Mz

Sab, 20/10/2012 - 17:14

ma chi si fida più di questi personaggi? ne abbiamo piene le tasche di tutti, politicanti e super tecnici. a casa!

m.m.f

Sab, 20/10/2012 - 17:44

..severino miscusi severino ma quando pensa di dare una bella ripilita a fondo da roma (compresa in giu)??? avete mica paura di prendere delle botte e chissà cosa??? che razza di governo siete???

Il giusto

Sab, 20/10/2012 - 17:50

E ,stranamente,non scrivete chi è che si ribella alla legge anticorruzione...