La Pinotti: "I rifugiati siano liberi di girare in tutta la Ue"

Nel semestre italiano il governo Renzi proporrà tra i diritti dei rifugiati anche la possibilità di spostarsi nel Paese che vogliono

La Pinotti: "I rifugiati siano liberi di girare in tutta la Ue"

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti prova a mettere nell'angolo l'Unione europea. Nel semestre italiano il governo chiederà che Frontex abbia una sede in Italia e che si accetti l’idea che i diritti dei rifugiati includono per loro anche la possibilità di spostarsi nel Paese che vogliono. "Va superata l’idea che il rifugiato debba restare nel Paese in cui sbarca la prima volta", ha spiegato il ministro in un colloquio con il Mattino.

Nell'intervista la Pinotti è tornata ad affrontare anche il caso marò denunciando che "la vicenda è stata gestita in passato con qualche incertezza". In linea con quanro espresso già dal premier Matteo Renzi, il ministro ha quindi ribadito che i due fucilieri, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, non possono essere giudicati in India da un tribunale civile: "Sono militari, partiti per una missione militare di repressione della pirateria votata dal Parlamento. Rispondono alle regole del codice militare. Quindi dovrebbero essere giudicati in Italia dal tribunale militare". Proprio per questo il governo sta cercando di internazionalizzare la vicenda. Il risultato è stato, almeno fino ad ora, piuttosto scarso. "Lavoriamo per un arbitrato internazionale - ha concluso la Pinotti - prima di arrivarci, abbiamo avviato un dialogo con il nuovo governo indiano. Se non dovesse andare a buon fine, abbiamo già individuato un avvocato inglese esperto di arbitrati internazionali".

Commenti