Putin: “Se Berlusconi fosse stato gay nessuno lo avrebbe toccato”

Il presidente russo: "Sotto processo perché vive con le donne"

Putin: “Se Berlusconi fosse stato gay nessuno lo avrebbe toccato”

Vladimir Putin, oggi a un incontro organizzato dall'agenzia d'informazione Ria Novosti, ha detto la sua sulla serie di procedimenti giudiziari che hanno colpito e colpiscono Silvio Berlusconi. Davanti a Romano Prodi, anche lui invitato al dibattito internazionale, il presidente russo ha detto che se il Cavaliere è sotto processo è "perché vive con le donne".

"Se Berlusconi fosse stato un gay - ha aggiunto Putin - nessuno lo avrebbe toccato con un dito".