Lunigiana, esplode un metanodotto Ferite dieci persone

L'incidente durante i lavori di manutenzione dell'impianto.
Demolite 5 case. Si teme siano stati coinvolti anche altri lavoratori o abitanti della zona. GUARDA IL VIDEO

Una forte esplosione a Barbarasco (Massa Carrara) in Lunigiana ha ferito gravemente 10 persone, tre dei quali in modo grave, durante i lavori di manutenzione a una centralina del metanodotto che va da La Spezia a Parma. Secondo i vigili del fuoco la situazione è grave. Oltre ai due uomini si teme che possano esserci altri feriti tra i lavoratori e gli abitanti della zona.

Distrutte anche 5 case nell'esplosione che ha creato un cratere di 20 metri di diametro e 7 di profondità. Secondo le prime ricostruzioni la causa sarebbe stata l’accidentale manovra di un escavatore che avrebbe sganciato accidentalmente una delle tubature. Una scintilla del motore avrebbe fatto il resto. Le fiamme si sarebbero alzate fino a duecento metri.

Il metanodotto era gestito da Snam Rete Gas, che si è attivata fin da subito per la gestione dell’evento e la messa in sicurezza dell'impianto. I soccorsi sono stati difficili anche per le fiamme altissime. I feriti gravi sono un italiano e due cittadini dell’Est Europa che lavorano per una ditta in subappalto. Tre le case completamente sventrate, un fienile e alcune auto distrutte, e le fiamme che hanno attaccato anche il bosco vicino. Morti alcuni animali, tra cui 4 mucche.

Commenti