Il maxischermo per l’Inter «sfratta» l’estrema destra

Maxischermo in piazza Duomo per la finale di Champions League. Chi non ha conquistato un biglietto per volare il 22 maggio a Madrid per assistere dal vivo alla sfida tra Inter e Bayern Monaco potrà vivere l’effetto stadio tifando tra migliaia di tifosi nerazzurri sotto la Madonnina. Il sindaco Letizia Moratti ha mantenuto la promessa fatta già all’indomani della semifinale di ritorno del club nerazzurro contro il Barcellona. Ieri l’assessore allo Sport del Comune, Alan Rizzi, ha assicurato che il grande video installato sull’Arengario (l’urban screen) proietterà in diretta la storica finale del 22. «Invito tutti i milanesi e i tifosi che non riusciranno ad andare a Madrid a radunarsi in piazza Duomo dove arriveranno tantissime persone - afferma Rizzi -. Ho testato di persona lo schermo e si vede bene da più angolazioni». L’assessore ha già messo a disposizione di Rai e Inter Channel per i collegamenti in diretta la terrazza accanto al maxischermo e ha chiesto al canale nerazzurro di realizzare contenuti speciali per il pubblico milanese da trasmettere prima della gara. Non è escluso che alcuni locali di Autogrill, che si aprono sul lato di fronte al maxischermo, siano adibiti a sala vip.
E la folla dei tifosi potrebbe rendere più semplice (e senza polemiche) la scelta del questore e del prefetto che tra pochi giorni dovranno decidere se dare il via libera al raduno di estrema destra che Forza Nuova ha in programma proprio per il 22. Per motivi di ordine pubblico, vista la concomitanza dell’evento sportivo, i rappresentanti delle forze di polizia potrebbero decidere se non di vietare, almeno di escludere il centro dal percorso del corteo. Per opporsi al raduno i centri sociali hanno già annunciato una contro-manifestazione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti