Mercati, via al restauro Strutture sicure e senza più «barriere»

De Corato: «Hanno un ruolo fondamentale nella vita della città e va garantita la tranquillità di chi fa la spesa». I lavori dureranno un anno

Fare la spesa in mercati più belli, sicuri e accessibili. Sarà presto possibile, grazie al progetto definitivo - approvato ieri dalla giunta milanese - «per interventi di emergenza e razionalizzazione» di tutti i ventisei mercati coperti gestiti dal Comune. Gli interventi più importanti riguarderanno in particolare le strutture coperte collocate nelle zone periferiche o semicentrali della città. «I mercati - hanno sottolineato il vicesindaco Riccardo De Corato e l’assessore al Commercio Roberto Predolin - hanno un ruolo primario nella vita quotidiana del quartiere e della città», per questo, hanno proseguito, «è fondamentale garantire alle strutture le migliori condizioni possibili di efficienza e sicurezza».
I lavori nei mercati di piazza Selinunte, via Parea a Ponte Lambro e piazzale Ferrara serviranno soprattutto a migliorare l’accessibilità, con l’abbattimento delle barriere architettoniche e la creazione di tettoie a protezione degli ingressi, a garantire una raccolta rifiuti e servizi igienici più adeguati, a eliminare situazioni di potenziale pericolo e a migliorare il decoro delle aree comunali, sistemando le facciate e i serramenti. In tutti gli altri mercati invece verranno realizzati soprattutto lavori di manutenzione nelle parti comuni.
Gli interventi partiranno nella primavera del 2006 e dovranno essere completati nell’arco di un anno a partire dalla data di consegna. In tutto il Comune ha stanziato 594mila euro, ma per i mercati di piazza Selinunte e via Parea potrà ricorrere anche al cofinanziamento della Regione Lombardia, per un importo pari a 200mila euro, dal momento che le due località rientrano nell’ambito dei Contratti di quartiere.

Commenti