Meteo e clima

In arrivo un profondo ciclone che porta sull'Italia ancora pioggia e forti nevicate

Un altro ciclone è pronto a colpire l'Italia: sarà un fine settimana con piogge abbondanti e nevicate eccezionali sulle Alpi. Il maltempo colpirà anche la prossima settimana, quali sono le regioni più a rischio

In arrivo un profondo ciclone che porta sull'Italia ancora pioggia e forti nevicate

Ascolta ora: "In arrivo un profondo ciclone che porta sull'Italia ancora pioggia e forti nevicate"

In arrivo un profondo ciclone che porta sull'Italia ancora pioggia e forti nevicate

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Dopo tanto tempo in compagnia dell'anticiclone africano, da ormai più di una settimana l'Italia è bersagliata da tantissima pioggia e neve sulle nostre montagne. Un ciclone è appena andato via ma un altro è già pronto a interessare gran parte del nostro Paese in questo primo fine settimana del mese di marzo che ci proietta alla fine dell'inverno.

Quando inizierà il maltempo

"Ciclone che va, ciclone che viene. Dopo un'intensa fase di maltempo dovuta a un vortice ormai in viaggio verso la Grecia, ci attende un nuovo peggioramento, i cui effetti saranno già evidenti nelle prossime ore a causa dell'arrivo di un profondo ciclone", spiega Stefano Rossi, meteorologo de Ilmeteo.it. Nel dettaglio il nostro sguardo va rivolto ad ovest: il satellite mostra già la perturbazione distesa su Francia e Spagnia pronta a fare il suo ingresso sul Mediterraneo ma questo accadrà domani, domenica 3 marzo. La giornata odierna, infatti, vedrà una circolazione ciclonica in quota che è "figlia" del vortice che si è già spostato verso est.

Le aree più colpite

Questa eredità del vecchio vortice colpirà specialmente il Centro-Nord con tante nubi e nuove piogge: la neve continuerà a imbiancare le Alpi a partire dai 1.200 metri con la quota in calo nel corso della serata. Situazione diversa, invece, al Sud e sulla Sicilia con ampie schiarite una cessazione dei fenomeni soprattutto sulle zone ioniche, ancora instabile sulle tirreniche. Come detto, occhi puntati a domenica quando il fronte in arrivo da ovest scaverà un nuovo vortice ciclonico sul Mar Ligure con forte maltempo inizialmente sul Nord-Ovest e in estensione al resto del Nord nel corso della giornata.

Sono previste nevicate eccezionali proprio tra Val d'Aosta e Piemonte con oltre un metro e mezzo di neve nell'arco di ventiquattr'ore: tanta pioggia cadrà, invece, su tutte le aree tirreniche centro-settentrionali (Sardegna compresa), meteo migliore al Sud e sulla Sicilia dove il clou del peggioramento arriverà soltanto a partire da lunedì 4 marzo. Fenomeni abbondanti e continui, quindi, che laddove non provocheranno criticità provvederanno a rimpinguare le riserve idriche. Attenzione al pericolo valanghe sulle Alpi che sono imbiancate con accumuli elevatissimi come non se ne vedevano da molto tempo.

La tendenza successiva

L'esperto Mattia Gussoni ha provato a tracciare la tendenza a medio-termine per la settimana prossima: lunedì ancora maltempo quasi ovunque (attenzione al Sud, locali nubifragi) con tanta neve anche sugli Appennini oltre i 1.400 metri mentre tra martedì e mercoledì arriverà un nuovo impulso instabile che porterà nuove nevicate sulle Alpi, tata altra pioggia in piaunra al Nord in estensione al Centro-Sud ma specialmente sui versanti tirrenici dove non sono esclusi temporali e grandinate. Sembra che dopo una pausa prevista per giovedì 7 marzo, un'altra perturbazione potrebbe colpire l'Italia anche il prossimo fine settimana ma su questo aspetto urgono aggiornamenti successivi.

ilgiornale.it/italia/" data-ga4-click-event-target="external" target="_blank" rel="noopener">QUI TUTTE LE PREVISIONI

Commenti