Meteo e clima

Pulviscolo sahariano nei cieli d'Italia: cosa succede al meteo

Un'enorme massa di pulviscolo proveniente dal deserto del Sahara sta già interessando i cieli di gran parte d'Italia ed Europa. Quali sono le cause e le conseguenze del fenomeno atmosferico

Fonte: Skiron
Fonte: Skiron

Ascolta ora: "Pulviscolo sahariano nei cieli d'Italia: cosa succede al meteo"

Pulviscolo sahariano nei cieli d'Italia: cosa succede al meteo

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Nelle ultime settimane è accaduto sempre più frequentemente che i cieli d'Italia (e dell'Europa mediterranea) risultassero lattiginosi e non del tutto limpidi: il colore azzurro spesso viene sostituito dal giallo e dal rossastro come è avvenuto alla fine del mese di febbraio ma ancor più di recente appena otto giorni fa. Anche in questa domenica 14 aprile e nei prossimi giorni avremo a che fare con un carico di pulviscolo in arrivo dal Sahara che punta verso nord.

Quali sono le cause

"Nelle prossime ore è atteso un nuovo carico che si depositerà al suolo soprattutto con il ritorno delle precipitazioni previste all'inizio della prossima settimana. Avremo dunque a che fare con cieli giallognoli e atmosfere surreali su buona parte dell'Europa centro-occidentale", spiega Mattia Gussoni, esperto de Ilmeteo.it. In questa occasione la causa primaria va ricercata in un intenso vortice ciclonico centrato tra Algeria e Tunisia che provocherà forti piogge in pieno deserto e la contemporanea presenza di un anticiclone afticano che richiamerà venti miti da sud. "Questo immenso ingranaggio atmosferico trasporterà grossi quantitativi di pulviscolo desertico che si andranno a concentrare, in sospensione, alle quote più elevate dell'atmosfera, pronti a raggiungere dopo un lungo viaggio anche il nostro Paese e il resto del Vecchio Continente", sottolinea Gussoni. Nella giornata di oggi il carico di polvere è previsto spingersi addirittura fin sulla Francia.

Cosa accadrà in settimana

Le mappe Skiron dell'Università di Atene mostrano la simulazione dell'avanzata di questo pulviscolo a partire da oggi e ancor di più nella giornata di lunedì 15 con il picco entro le prime ore di martedì quando l'arrivo dell'aria fredda da Nord "pulirà" i cieli da questo velo giallo che sarà visibile soprattutto con il sole basso sull'orizzone all'alba e al tramonto. Praticamente tutta Italia sarà colpita da questa sabbia in sospensione ma le concentrazioni maggiori si avranno soprattutto al Sud e sulla Sicilia: macchine, vetri e balconi saranno sporcati dal pulviscolo sahariano con le precipitazioni attese nei prossimi giorni.

Tra lunedì e martedì, con l'avanzata di una circolazione diversa dei venti in quota, il carico si sposterà sempre di più verso est andando a colpire in pieno Grecia e Turchia: per la giornata di mercoledì 17 aprile tutta Italia sarà libera da questa sottile nube gialla in sospensione ma attenzione perché, secondo le proiezioni di questo modello meteo, nel prossimo fine settimana potrebbe

svilupparsi un'altra risalita di questo pulviscolo. Tutto dipenderà dall'arrivo, o meno, di nuovi venti meridionali causati da un anticiclone africano ma saranno necessari nuovi aggiornamenti.

QUI TUTTE LE PREVISIONI

Commenti