Milano, proteste al Comune: occupata una sala vicino all'ufficio di Pisapia

Una quindicina di dipendenti e sindacalisti manifestano contro i tagli al personale

Guai in vista per Giuliano Pisapia. Una quindicina tra dipendenti del Comune di Milano e sindacalisti hanno occupato questa mattina una sala di Palazzo Marino per protestare contro la riduzione degli organici e alcune modifiche nel contratto.

I lavoratori, che hanno incontrato l’assessore alle Risorse Umane Chiara Bisconti, chiedono di aprire un tavolo con il sindaco. "Protestiamo per una riduzione di organico di tremila dipendenti in tre anni, per la riorganizzazione, il ritocco dei premi di produttività e il taglio delle convenzioni con Atm", ha spiegato Aldo Tritto, del sindacato Csa, che ha organizzato la protesta insieme a Cisl, Uil e Usb. "Siamo pronti a rimanere a Palazzo Marino a oltranza fino a quando il sindaco non convocherà un incontro".

Commenti

il gotico

Ven, 17/05/2013 - 12:25

Da qualche parte li dovrà trovare i soldi per costruire la moschea... piuttosto quei 40.000 euro messi a disposizione per creare corsi di formazione al fine di mediare "l'intolleranza" milanese nei confronti dei Rom ? Non è che con quei soldi si sarebbe potuto arginare il problema di questi tagli ? Mi spieghi sindaco, come distribuisce la ricchezza della capitale economica d'Italia ?

conversano

Ven, 17/05/2013 - 13:15

Il bello dei kompagni e che sono delle meteore.

APG

Ven, 17/05/2013 - 13:58

Cosa vogliono questi pirla di dipendenti comunali? I soldi si devono dare ai rom!!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 17/05/2013 - 19:11

Gli stava sulle palle la Moratti? Ecco, adesso si godano il compagno pisapippa.