Altra brutta gaffe della democratica Rozza. Stavolta cade sulla foto di Daniela Santanchè

Battuta sgradevole sull'aspetto fisico. La destra: "Se l'avessimo fatto noi?"

Altra brutta gaffe della democratica Rozza. Stavolta cade sulla foto di Daniela Santanchè

Un altro brutto scivolone per Carmela Rozza. L'esuberante consigliera regionale del Pd ha certamente dato prova di carattere in passato - soprattutto da assessore in Comune - ma anche di una certa irruenza, che spesso è cattiva consigliera.

A Milano ricordano ancora quando, 5 anni fa, per dare una lezione a un automobilista indisciplinato ha imbrattato di vernice un'auto parcheggiata in divieto di sosta. Ebbene, ieri Rozza è incappata in un'altra sgradevole gaffe, aggravata dal fatto di essere rivolta verso un'altra donna, un'avversaria politica - peraltro altrettanto grintosa - come Daniela Santanchè di FdI.

Commentando una foto della coordinatrice regionale di Fdi, Rozza ha scritto su facebook: «Inquietante. Tra silicone e photoshop il grottesco è servito».

«Per il Pd, body shaming a senso unico» ha commentato arrabbiato il leghista Gianmarco Senna, notando come la derisione dell'aspetto fisico sia biasimata solo quando la praticano gli esponenti del centrodestra, e invece quando gli stessi la subiscono viene tollerata o passa del tutto inosservata.

«Uno scivolone di cattivo gusto» ha osservato anche il capogruppo di Forza Italia Gianluca Comazzi. «Inutile aggiungere - ha continuato il capogruppo azzurro - che se al posto della consigliera Rozza il post fosse stato scritto da un rappresentante del centrodestra ora staremmo assistendo a un processo mediatico, con tanto di richiesta di dimissioni».

Solidarietà per Santanchè, e proteste, anche da FdI. «Da una donna e da una professionista della politica non ci aspettavamo un post così offensivo - ha dichiarato Franco Lucente, capogruppo di Fratelli d'Italia in Regione - Rozza in una riga è riuscita a offendere la senatrice Daniela Santanchè con parole davvero squallide sul suo aspetto fisico. Da oggi le battaglie della collega Rozza in difesa delle donne non avranno più lo stesso valore. Peccato, ha fatto davvero una brutta figura». Solidale «da donna prima che da politico» anche la consigliera Patrizia Baffi: «Da una parte stupisce che una donna intelligente come Rozza possa abbassarsi a certi livelli, dall'altra sembra il solito ritornello: se l'obiettivo è una donna di Fdi come Giorgia Meloni o Daniela Santanchè l'insulto è libero è giustificato».

Quanto alla protagonista (suo malgrado) della vicenda, Santanchè elegantemente ha commentato i «meme», cioè le bonarie satire, apparse in rete sul suo aspetto fisico così giovanile: «La verità, cari amici, è che noi conservatori siamo molto bravi a conservarci bene. Noi conservatrici ancora di più».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti