Arrivate le "casette" per ospitare le classi durante i lavori a scuola

Consegnati i primi sei moduli per Console Marcello. Tre i «casi» ancora da risolvere

Sono arrivati in corner, ieri mattina, i primi sei moduli temporanei, soprannominati «casette» o «chalet», che serviranno per recuperare spazi didattici durante i lavori di manutenzione negli edifici scolastici. I primi sei, tutti forniti dall'azienda Bettiol di Bolzano ospiteranno gli studenti dell'Istituto comprensivo Console Marcello durante alcuni interventi di manutenzione. La struttura in legno sarà pronta lunedì e ospiterà i ragazzi da mercoledì. In totale i blocchi scuola acquistati dal Comune, per l'importo complessivo di 2,6 milioni di euro, sono 50 e saranno distribuiti all'interno dei municipi 6,7 e 8. Tre scuole presentano ancora alcune criticità «che contiamo di risolvere nel fine settimana», spiega l'assessore comunale all'Edilizia scolastica Paolo Limonta. I tre plessi scolastici sono l'istituto Trilussa di via Graf, quelli di via Airaghi e di via Dolci. «Ci sono ancora le strutture del cantiere e bisogna completare pulizia e sanificazione - ha spiegato l'assessore - e le imprese dovranno continuare a lavorare nel weekend per garantire il rientro il 14». Le strutture consentiranno di «rispondere alle esigenze legate al contrasto nella diffusione del Covid-19 e offrire un luogo confortevole per la didattica e l'apprendimento» spiegano da Palazzo Marino. Precisamente serviranno per ospitare i bambini le cui scuole sono interessate da lavori di manutenzione e che, per via del distanziamento sociale, non potevano essere «stretti» nelle altre aule. Più avanti permetteranno di spostare tutti gli alunni nei vari moduli, senza usare, invece, il sistema degli spostamenti a domino di aula in aula, cosa che permetterà di accelerare le tempistiche di cantiere.
Ogni modulo potrà ospitare 20/25 alunni per un totale di 1.000/1.250. I blocchi scuola sono composti da entrata e uscita, servizi igienici dedicati e sono accessibili dagli utenti disabili. Per il Comune «sono realizzati in modo da garantire il comfort termo-igrometrico interno e sono dotati di architetture impiantistiche in grado di supportare la didattica contemporanea».
«È un giorno importante perché sono arrivati i moduli temporanei per i bambini delle scuole dove ci sono ancora lavori di manutenzione straordinaria come qui in via Console Marcello - spiega Limonta - Abbiamo scelto moduli che non fossero container e che rispondano a tutte le esigenze di sicurezza. Con un'altezza di 3 metri. Abbiamo preferito ritardare di qualche giorno per avere queste strutture che sono belle. Il problema che ci siamo posti è che siccome alcuni bambini dovranno starci per alcuni mesi e molti per tutto l'anno, dovevamo assicurarci che fossero in un ambiente sicuro. Nel contratto c'è l'elemento importante dello spostamento: una volta finiti i lavori nelle varie scuole, potranno essere spostati in altri istituti dove inizieranno lavori di manutenzione straordinaria. E i primi tre spostamenti saranno a carico della ditta» ha concluso. Gli altri moduli delle scuole di via Rasori, via Gallarate, via Cilea, via Quarenghi, Martinetti, Castellino da Castello, via Forze Armate, via Crimea e degli istituti di via Narcisi, via Gattamelata saranno tutti consegnati durante il mese di settembre e nella prima settimana di ottobre. Nel frattempo gli alunni inizieranno le lezioni in altri spazi delle scuole.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.