Trova (vecchie) lettere d'amore della moglie all'amante e tenta il suicidio

Le aveva scritte la moglie all’amante più di 30 anni prima. Il marito non poteva però sopportare il tradimento

Delle lettere d’amore trovate per caso in un angolo della casa hanno rischiato di portare al suicidio un marito tradito. E poco importa se sono datate fine anni Ottanta, scritte quindi almeno 30 anni fa e il tradimento è ormai lontano. L’uomo non ha comunque retto alla scoperta e ha tentato di farla finita. È stato salvato in extremis dalla Polizia.

Un marito che decide di riordinare l’appartamento non dovrebbe forse aprire cassetti e armadi mai aperti prima. Il rischio potrebbe essere quello di trovare qualcosa di spiacevole. E così è accaduto a un marito ormai ultra sessantenne che, nel mettere a posto casa ha trovato lettere ingiallite, scritte almeno 30 anni prima, riposte in fondo a un cassetto.

Nessun dubbio, la grafia era proprio quella della sua amata consorte, anche se il destinatario di tante parole d’amore non era purtroppo lui, ma un altro uomo. Al marito, certo di essere stato in passato tradito dall’amata moglie, l’unica soluzione alla sua disperazione è sembrata la morte. Mercoledì pomeriggio, 15 maggio, la donna ha deciso di chiamare la Polizia, non riuscendo a rintracciare il marito. Come ha spiegato la donna agli agenti, il giorno precedente l’uomo aveva manifestato il desiderio di farla finita. E la mattina seguente era uscito verso le 10 dal loro appartamento a Lampugnano avvertendola di voler andare a salutare per l’ultima volta il figlio, residente in un altro quartiere, e subito dopo suicidarsi.

Alle 15 la donna ha cominciato a preoccuparsi e si è rivolta alla Polizia. Trovarlo non è stato facile. L’aspirante suicida infatti aveva disattivato l’app sul cellulare per rintracciare la posizione. Diversi altri tentativi sono andati falliti fino alla riuscita da parte di un operatore del 113 che lo ha rintracciato verso le 16,15 in via Lombardini, zona Navigli. Quando gli agenti sono giunti sul luogo indicato hanno trovato l’uomo seduto in auto, con accanto una corda, pronta per essere usata e raggiungere il suo obiettivo. Alla vista dei poliziotti l’anziano è scoppiato in un pianto liberatorio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

seccatissimo

Ven, 17/05/2019 - 00:55

Purtroppo se uno ha veramente l'intenzione di togliersi la vita, ci riesce. Evidentemente per il tizio di cui nel articolo la volontà di suicidarsi non era effettiva ed era solo in trepida attesa che lo trovassero per tempo.