Milano, allarme legionella: sei i casi in pochi giorni e uno di loro è deceduto

Nell'hinterland i tecnici dell'Asl sono al lavoro per capire la fonte di contagio: analisi a rubinetti di case e alle fontane

Sono già sei i casi di legionella a Bresso. In pochi giorni, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, nel paese di 26 mila abitanti alle porte di Milano sono state infettate delle persone tutte sopra i 70 anni. Uno di loro è deceduto. I tecnici dell'Asl stanno prelevando dei campioni d'acqua dalle case e stanno esaminando le fontane per riuscire a capire la fonte da cui è partito il contagio.

La legionella è un batterio presente in ambienti acquatici, naturali o artificiali, che prolifera in condizioni di stagnazione, in presenza di sedimenti e incrostazioni ed ha il massimo sviluppo quando la temperatura dell'acqua è compresa tra i 25 e i 42° centigradi. Sopravvive anche quando l'acqua varia dai 5 ai 55° centigradi. In Italia si ammalano di legionella circa 1300 persone all'anno e la trasmissione del batterio avviene respirando goccioline d'acqua infetta. Capire come siano state contagiate le sei persone è difficile, viste le modalità di trasmissione del batterio. Possono aver contratto il batterio in un locale pubblico con impianti di condizionamento difettosi, da climatizzatori infetti o semplicemente possono essere stati contagiati con l'acqua di casa. L'amministrazione ha invitato i cittadini a prendere delle precauzioni come non farsi la doccia e non irrigare i giardini. "Non intendiamo sottovalutare quanto è avvenuto e vogliamo proseguire nell’opera di prevenzione e informazione", ha affermato il sindaco di Bresso Ugo Vecchiarelli in una nota pubblicata sul portale del Comune.

I sei anziani che si sono presentati al Pronto soccorso della zona presentavano dei sintomi simili alla polmonite, solo in seguito ad esami approfonditi si è scoperto che in realtà si trattava di legionellosi. I contagiati sono stati poi ricoverati neglio ospedali di Niguarda, Sacco, Cinisello Balsamo e Multimedica. I più a rischio sono le persone in età avanzata, i fumatori, gli immunodepressi e chi è affetto da patologie cronico-degenerative. Il tasso di mortalità si aggira tra il 5 e il 15% dei casi.

Commenti
Ritratto di adoroilmare

adoroilmare

Gio, 23/10/2014 - 11:52

tempo fa ho letto da qualche parte che a Bresso c'è un grande insediamento della Croce Rossa che ospita i clandestini e i profughi . Se girate per Bresso in tarda mattinata vedrete quanta gente abbronzata gira per le strade ...........

mar75

Gio, 23/10/2014 - 13:27

@adoroilmare: ovviamente avete già trovato il colpevole, gli immigrati. Beata ignoranza, perché non leggete e vi informate prima di scrivere? La legionella si sviluppa in acque stagnanti, incrostazioni ecc, e i può sviluppare benissimo in Italia, senza essere importata dall'estero. da persone malate.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 23/10/2014 - 13:30

L'acqua della Lombardia sta diventando peggio di quella di quella di Calcutta.

mar75

Gio, 23/10/2014 - 13:32

@adoroilmare: perché non legge qualcosa invece di dare subito la colpa agli stranieri: http://it.wikipedia.org/wiki/Legionella il batterio si sviluppa facilmente in acque stagnanti, impianti di condizionamento ecc.

caramella22

Gio, 23/10/2014 - 14:41

mar75 Esatto: la Legionella è una tipica infezione nosocomiale, che molto spesso si origina nei filtri degli impianti di condizionamento degli ospedali che non vengono sostituiti tutte le volte che si dovrebbe. Naturalmente può svilupparsi anche in altri locali pubblici, negli ospedali trova terreno fertile perchè i ricoverati hanno già problemi. Ma è più facile incolpare gli immigrati. Il diavolo è sempre fuori di noi

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 23/10/2014 - 15:55

colpa dei immigrati clandestini! come quelli di sinistra diceva per qualsiasi colpa colpa di berlusconi e della destra io adesso dico per qualsiasi cosa (che poi è la verità) colpa dei clandestini

lamwolf

Gio, 23/10/2014 - 16:18

Legionella, Ebola, Tbc e tante altre malattie magari già debellate oppure ormai assenti dalle nostre parti da decenni. Il taglia sanità e la prolificazione di masse senza controlli portano a questo.