"Non guardi il meteo?", "Dal divano...". E la "bufera" si abbatte su Sala

Il piano neve di Milano non ha evitato la paralisi della città: mezzi pubblici bloccati e disagi alla circolazione. L'opposizione critica Sala, che su Facebook risponde stizzito ai cittadini che si lamentano

"Non guardi il meteo?", "Dal divano...". E la "bufera" si abbatte su Sala

Da stanotte la Lombardia è stretta nella morsa dell'inverno. La neve ha imbiancato tutta la regione fino alle basse quote e anche Milano, questa mattina, si è svegliata sotto una spessa coltre di neve come non capitava da anni. Tante le persone attirate in centro dallo spettacolo offerto dalla neve, che ha imbiancato piazza Duomo e le zone più caratteristiche della città, causando però molti disagi alla viabilità. Matteo Salvini è stato tra i più critici col sindaco, anche alla luce delle allerte diramate nei giorni scorsi. Era prevista l'abbondantante nevicata di queste ore e sarebbe dovuto essere avviato il piano neve, che avrebbe scongiurato il blocco di Milano.

"A Milano tram bloccati, strade con 20 centimetri di neve e caos. Nevicata annunciata da giorni, Sala non segue le previsioni del tempo?", ha scritto Matteo Salvini su Twitter in piena polemica con Beppe Sala. Critica anche la posizone di Silvia Sardone, eurodeputata e consigliere comunale della Lega: "Nonostante le previsioni sulla neve in arrivo fossero note da giorni, il piano anti neve del Comune di Milano è stato un flop assurdo. Sono centinaia le segnalazioni di strade sommerse dalla neve o di mancati passaggi dei mezzi spargisale. Il Sindaco Sala sui social è sommerso dalle critiche e risponde pure stizzito a chi gli fa notare i disservizi".

Dello stesso tenore la nota di Alessandro De Chirico, consigliere comunale di Forza Italia: "Da giorni era stata diramata l'allerta neve e puntuale come la TARI stamattina Milano si è svegliata ricoperta di un manto bianco. Un panorama da cartolina degno di #MilanoCortina2026, ma per chi deve andare a lavorare, e non a fare a palle di neve sul Monte Stella, c'è poco da fotografare. Nonostante l'enfasi dei post di Granelli che snocciola dati, Milano è completamente paralizzata. I mezzi spargisale di AMSA non si vedono e nemmeno l'ombra degli spalatori". Anche Fratelli d'Italia, con Franco Lucente, punta il dito contro la gestione di Sala: "Il piano neve del sindaco Sala si è rivelato un fallimento. Sapevamo tutti da almeno una settimana dell'allerta meteo con il rischio di nevicate abbondanti, nonostante questo la città si è dimostrata impreparata".

Eppure, l'assessore Granelli ha garantito che sulle strade di Milano sono in azione 200 mezzi per liberare e salare e 150 uomini che stanno lavorando nei punti più critici per liberare i marciapiedi e le fermate Atm, nonché gli accessi agli uffici pubblici e agli ospedali. Atm intanto ha attivato il piano di emergenza ma sono segnalati disservizi su alcune linee di superficie a causa degli accumuli e dello stato dell'asfalto. Intanto sono stati chiusi i parchi cittadini per questioni di sicurezza a causa del rischio di caduta di alberi e rami per il peso della neve. Intanto i cittadini si lamentano con Beppe Sala sulla sua pagina Facebook per la scarsa salatura delle strade cittadine e a chi lo critica, il primo cittadino risponde stizzito: "Ma ha una benché minima idea di quanto danno produce il sale sull'asfalto? Bisogna salare il necessario, non a rampazzo. Ma certo, criticare dal divano è sport per tutti".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti