Bill Gates, "ecologista" ma con il superyacht da 600 milioni

Il fondatore di Microsoft ha commissionato la costruzione del primo superyacht al mondo alimentato a idrogeno, per un costo totale di 600 milioni di euro

I classici yacht inquinano troppo e non piacciono a Greta Thunberg? Nessun problema, se ti chiami Bill Gates e hai 600 milioni di dollari a disposizione puoi tranquillamente commissionare la costruzione del primo superyacht al mondo alimentato a idrogeno, così puoi goderti il lusso senza inquinare e con la coscienza pulita. Come riportato dal Sunday Telegraph, c'è proprio il fondatore di Microsoft dietro la costruzione del mega yacht commissionata allo specialista olandese Feadship. Si tratta di un prototipo all'avanguardia: lungo 112 metri, si chiama "Aqua" ed è progettato dall'olandese Sinot Yacht Architecture and Design. È alimentato con un sistema che sfrutta l’idrogeno liquefatto, stoccato nella stiva a -253 gradi in due serbatoi sigillati da 28 tonnellate l’uno.

Come riporta Leggo, il concept della futuristica imbarcazione è stato presentato al Monaco Yacht Show. Secondo i suoi creatori è in grado di raggiungere i 17 nodi di velocità, ed avere un’autonomia di oltre seimila km. Dispone di ben cinque ponti che offrono spazio a 14 ospiti e 31 membri dell'equipaggio, una palestra, uno studio di yoga, un salone di bellezza, una sala massaggi e una piscina a cascata. Parlando del progetto lo scorso anno, la designer navale Sander Sinot ha dichiarato: “Per lo sviluppo di Aqua ci siamo ispirati allo stile di vita di un proprietario esigente e lungimirante, alla fluida versatilità dell'acqua e alla tecnologia all'avanguardia, per combinare questo in un superyacht con caratteristiche davvero innovative".

È improbabile che la nave solcherà i mari prima del 2024, secondo quanto riportato dal Sunday Telegraph. Bill Gates, 64 anni, secondo uomo più ricco del mondo con una fortuna di 118 miliardi di dollari, è solito noleggiare yacht per uso personale: come ricorda il Guardian, in passato ha trascorso le vacanze al largo della costa sarda a bordo dello yacht "Serene" da 330 milioni di dollari, di proprietà del magnate della vodka Stolichnaya, Yuri Scheffler. Nel 2018, Bill Gates e l'Unione europea hanno annunciato il lancio di Breakthrough Energy - un gruppo di investitori guidato da Gates - ossia, un fondo di investimento per l'energia pulita da 100 milioni di euro per combattere i cambiamenti climatici nel 2019. Il fondatore di Microsoft è da anni impegnato nella "filantropia": nel 1996 ha sposato Melinda e nel 2000 hanno lanciato insieme la Bill & Melinda Gates Foundation, che con con un asset di 50.7 miliardi di dollari è oggi considerata la fondazione più grande del mondo. Per il "filantropo" Gates il 2019 è stato un anno d'oro, nel quale ha aggiunto ha aggiunto al suo patrimonio ben 22,7 miliardi di dollari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

dagoleo

Lun, 10/02/2020 - 13:54

stupendo. così potrà scorrazzare la Gretina in giro per il mondo senza inquinare.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 10/02/2020 - 14:01

Un esempio da seguire per tutti noi, beceri inquinatori, che non abbiamo neanche una barchetta! Ha già in programma di portarci a spasso la gretina in giro per il mondo a diffondere il verbo?

eroncelli

Lun, 10/02/2020 - 14:35

Nessuno che dica come si produce l'idrogeno. Ci vuole tanta energia ... (e quindi tanto inquinamento).

alberto_his

Lun, 10/02/2020 - 14:46

@eroncelli: dipende come lo generi. Ogni volta che produci qualcosa consumi energia

polonio210

Lun, 10/02/2020 - 15:05

Non diciamo che questa barca non inquina.Inquina moltissimo invece.Che energia hanno usato per costruirne l'opera viva e l'opera morta?I serbatoi,a bassissima temperatura per l'idrogeno, sono stati creati con la bacchetta magica?L'idrogeno stesso esce dal rubinetto o è stato prodotto in qualche fabbrica usando enormi quantità di combustibili?Produrre idrogeno implica un enorme dispersione di inquinanti.Perciò smettiamola di prenderci in giro:tutto inquina e non c'è nulla che non inquini.I peggiori inquinatori sono coloro che si definiscono ecologisti.Infatti inquinano le menti con folli teorie.Prima con il raffreddamento globale,poi con la desertificazione,quindi con l'innalzamento dei mari con la conseguente scomparsi di buona parte dei continenti,ora con il riscaldamento globale e il co2.

alox

Lun, 10/02/2020 - 15:23

L'invidia e' una brutta cosa….

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 10/02/2020 - 15:39

Dai miei - lontanissimi - ricordi scolastici, l'idrogeno si può ottenere per elettrolisi dall'acqua, quindi ci vuole energia. Inoltre, il contatto fra l'idrogeno e l'ossigeno dell'aria provoca una bella esplosione. Avranno trovato altri metodi però, se fossi Gates, io non girerei con addiritura due grosse bombe di questo genere sotto il sedere

dellemon

Lun, 10/02/2020 - 16:04

Alimentare un motore con Idrogeno liquefatto e' tutt'altro che non inquinante: 1. Bisogna ottenere l'idrogeno, costa molta e molta energia 2. Bisogna liquefarlo a bassa temperatura, costa molta e molta energia 3. Bisogna mantenerlo a bassa temperature per evitare che evapori e ti lasci alla deriva, la qual cosa costa molta e molta energia Di fatto solo di esercizio inquina molto ma molto piu' di un diesel, come un auto ibrida o elettrica del resto

Tommaso_ve

Lun, 10/02/2020 - 16:23

E comprarsi una barca a vela, no?

polonio210

Lun, 10/02/2020 - 16:40

Caro Alox,chissà poi perché il tuo nickname mi riporta,per assonanza,al Maalox che è il noto prodotto contro i bruciori di stomaco,e credo che tu di bruciori di stomaco ne abbia molti.Ma tralasciamo queste disquisizioni semantiche.Dove hai letto,nei commenti fino ad ora postati,una nota di invidia?Tutti abbiamo scritto di quanto siano demenziali e gretine le baggianate ecologistiche spacciateci per verità assolute.Se fosse un vero ecologista Bill Gates avrebbe usato quei 600 milioni di dollari per portare l'acqua in zone desertiche,per fornire sementi e attrezzatura per sviluppare l'agricoltura in paesi arretrati,per acquistare vaccini che potrebbero salvare milioni di bimbi dalle più comuni malattie.M adesso che ci penso:gli pseudo ecologisti predicano anche che ci sono troppi umani sulla terra e che bisognerebbe diminuirne il numero.Perciò 600 milioni di dollari per una barca è il contributo di Bill Gates al controllo demografico.Complimenti!

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Lun, 10/02/2020 - 17:46

Imprenditore aggressivo e ... ce l'ha fatta, da tempo ormai. Almeno lui se la gode, avrei fatto lo stesso. Bravo

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 10/02/2020 - 18:37

Remate gente, remate ....

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 10/02/2020 - 18:40

X olonio210: vuoi vedere che il coronavirus..... a pensar male si fa peccato, ma si indovina quasi sempre .... (sottolineo il quasi)

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 10/02/2020 - 18:46

E' risaputo, non da tutti purtroppo, che per produrre idrogeno bisogna impiegare più energia (fossile) di quanta ne restituisce la sua combustione: il rapporto è negativo. Bravo Bill, divertiti pure a scorrazzare sulla tua megabarchetta in compagnia della cara gretina, cerca almeno di limitare le tue flatulenze.

rokko

Lun, 10/02/2020 - 20:14

Nei commenti finora visti leggo l'informazione che l'idrogeno può essere prodotto solo da combustibile fossile, con processo inquinante. Ebbene, è falso, almeno per Bill Gates. L'idrogeno può essere tranquillamente prodotto dall'acqua per elettrolisi utilizzando fonti di energia rinnovabili, il problema è che il costo è spropositato rispetto alla produzione con combustibile fossile, ma immagino che uno che spende 600 milioni per realizzare uno yacht ecologico, non avrà problemi a spendere milioni spiccioli per procurarsi l'idrogeno come propellente ecologico.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 11/02/2020 - 15:34

Linea da "ferro da stiro"... Ricorda tanto la "Renovatio" di "The Island"...

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 11/02/2020 - 15:44

@rokko: industrialmente l'H2 si produce dai combustibili fossili attraverso il "gas d'acqua", solo perche' questo e' il processo piu' economico. Se si volesse produrlo alternativamente, per elettrolisi dall'acqua, il nodo principale e' l'energia necessaria, sotto forma di corrente elettrica. Vedo due possibilita': o una produzione da reattore nucleare, o una da pannello fotovoltaico. In entrambe i casi, l'"impronta energetica", cioe' la quantita' di energia necessaria a produrre l'impianto, e' spropositatamente superiore rispetto alla successiva produzione, almeno per il fotovoltaico.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 11/02/2020 - 15:50

Concludo, quindi, osservando che sostenere che questo yacht non inquina, e' una palese menzogna. Si sposta solo il punto della filiera dove si inquina. Paradossalmente, si potrebbe sostenere che non sarebbe inquinante se, una volta costruito con tutti i suoi sistemi di supporto ed approvvigionamento, dovesse durare almeno trecento anni senza alcuna sostituzione...

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 11/02/2020 - 15:56

@ scimmietta: a pensar male... GIA'... Ci sono parecchie indicazioni in questo senso, basta cercare. Una dritta: prova a cercare "etnico ingegnoso"... E anche Diego Fusaro non si sbottona, ma...