La Cia sventa un attentato in Russia e Putin chiama Trump per ringraziarlo

Il presidente russo ha chiamato quello americano al telefono per ringraziarlo della condivisione di informazioni che i servizi Usa hanno offerto alla propria controparte russa

La Cia sventa un attentato in Russia e Putin chiama Trump per ringraziarlo

Il presidente russo Vladimir Putin ha telefonato oggi all'omologo statunitense Donald Trump per ringraziarlo personalmente del lavoro dell'agenzia federale americana per la sicurezza Cia che è riuscita a sventare un attentato progettato per colpire la Russia.

La notizia della telefonata fra i due uomini più potenti del mondo è stata confermata dal Cremlino e dalle agenzie ufficiali russe. Mosca ha fatto sapere che è stato sventato un attacco a San Pietroburgo e che Putin ha tenuto ad esprimere "la propria gratitudine alla Cia per aver condiviso informazioni che hanno contribuito ad arrestare i terroristi" che sarebbero stati legati ad Isis.

Il Cremlino ha fatto sapere che l'intervento americano è stato decisivo in quanto "ha aiutato a individuare la pista, trovare e arrestare un gruppo di terroristi che preparavano esplosioni nella cattedrale di Kazan a San Pietroburgo e in altri luoghi frequentati della città". I servizi Fsb hanno annunciato in settimana l'arresto di sette persone accusate di progettare attentati a San Pietroburgo: in particolare un attacco che sarebbe dovuto andare in scena oggi nella cattedrale di Kazan. Proprio nella città affacciata sul Golfo di Finlandia ad aprile di quest'anno un kamikaze aveva fatto 14 morti facendosi esplodere in metropolitana.

Putin ha comunque assicurato alla propria controparte americana che i servizi russi passeranno ogni informazione ai colleghi statunitensi in caso entrassero in possesso di dati sensibili utili a sventare attacchi negli Usa, "come sempre è stato fatto in passato."

Commenti