Ipocrisia della Ocasio-Cortez: al Gala da 30mila dollari con l'abito "tassate i ricchi"

La deputata democratica ha sfilato con un abito bianco, dominato da una scritta rossa a caratteri cubitali: "Tax the rich". È il messaggio della star dem alla festa esclusiva dove il biglietto costa 30 mila dollari

Ipocrisia della Ocasio-Cortez: al Gala da 30mila dollari con l'abito "tassate i ricchi"

Ama le copertine delle riviste più patinate, partecipa agli eventi più modaioli e in, è sempre presente sui social network: è il nuovo "socialismo" di Alexandria Ocasio-Cortez, la giovane deputata dem e beniamina dei liberal americani. Partecipando al lussuoso Met Gala di New York - dove i biglietti costano circa 30 mila dollari, secondo Fox News e l'Associated Press- la deputata democratica ha voluto farsi notare e lanciare un messaggio politico indossando un abito bianco con lo slogan "tassare i ricchi". L'iniziativa della star dem divide i social, fra quelli che hanno elogiato il messaggio della diva progressista e altri che si sono chiesti se fosse o meno in conflitto con la natura dell'evento a cui Ocasio-Cortez ha partecipato. Provocazione dunque riuscità solo a metà quella dell'esponente dem: davvero questa è la "rivoluzione" che si attendono le classi meno abbienti statunitensi o forse Alexandria Ocasio-Cortez è intrappolata nelle sue contraddizioni e non riesce più ad uscirne? Questo è davvero il "socialismo" di cui blatera da anni? Davvero queste sono le iniziative utili a migliorare le condizioni della "classe operaia" e, in generale, dei poveri, a cui fa riferimento Ocasio-Cortez?

La sterile provocazione di Ocasio-Cortez

Come ricorda Fox News, Ocasio-Cortez, che si autodefinisce "socialista democratica", è una delle voci progressiste più importanti a sostegno del pacchetto per le infrastrutture da 3,5 trilioni di dollari voluto dal presidente Joe Biden. Ha ripetutamente chiesto un aumento delle tasse sugli americani più ricchi per pagare iniziative politiche progressiste, come infrastrutture rispettose del clima e un accesso garantito all'assistenza sanitaria gratuita. Nonostante le copertine patinate e una fama da star, la deputata continua - grottescamente - a ripescare un linguaggio di marxiana memoria. Durante un'intervista sul tappeto rosso, Ocasio-Cortez ha detto che lei e la stilista del suo eccentrico abito, Aurora James, hanno discusso di "cosa significasse essere donne di colore della classe operaia al Met". "Ci siamo dette: non possiamo semplicemente stare al gioco, ma dobbiamo rompere il muro e sfidare alcune delle istituzioni", Ocasio-Cortez disse. Forse persino Karl Marx e Vladimir Lenin si stanno rivoltando nella tomba per i riferimenti alla classe operaia.

Su Twitter, la deputata ha pubblicato una foto dell'abito con tanto di didascalia: "Orgogliosa di lavorare con @aurorajames come stilista immigrata di colore focalizzata sulla sostenibilità, passata dall'iniziare il suo sogno a @brothervellies in un mercatino delle pulci a Brooklyn alla vittoria del @cfda contro ogni previsione. Ora è tempo per l'assistenza all'infanzia, l'assistenza sanitaria e l'azione per il clima per tutti. Tassa i ricchi". Contro Aoc si è scagliato l'attore Michael Rapaport, che ha accusato la deputata di lanciare questo tipo di messaggio a uno degli eventi più elitari ed esclusivi del mondo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti