Francia, polemiche per un manuale di storia che coinvolge la Cia negli attacchi dell'11 settembre

La casa editrice del testo, sull’onda delle polemiche, ha alla fine presentato le sue scuse per i riferimenti alla Cia contenuti nel manuale

In Francia fioccano le polemiche a causa del contenuto di un manuale di storia, che fa riferimento a un presunto coinvolgimento della Cia nella pianificazione degli attacchi dell’11 settembre.

Il testo incriminato, fa sapere la Bbc, è rivolto principalmente agli studenti universitari iscritti alle facoltà di Scienze Politiche, nonché ai giovani che intendono prepararsi all’ammissione negli istituti educativi transalpini d’élite. Il titolo del volume è Storia del Ventesimo secolo in brevi schede didattiche, a cura di Jean-Pierre Rocher, docente di Storia e Geografia laureato a Sciences Po.

Nonostante, sottolinea l’emittente, il manuale sia in libreria dallo scorso novembre, soltanto nelle ultime settimane è avvenuta la scoperta del suo contenuto complottista, ossia dopo che la figlia di un insegnante di liceo ne ha acquistato una copia.

Dopo avere individuato il passaggio attinente al ruolo dell’intelligence Usa nella messa a punto degli attentati del 2001, il genitore della studentessa ha denunciato tale affermazione presente nell’opera di Rocher segnalandola su un gruppo Facebook creato da suoi colleghi professori. La pubblicazione sul social network di quella controversa affermazione dell’autore ha di conseguenza provocato, riferisce l’organo di informazione londinese, una discussione “esplosiva”.

I commenti critici postati sul web a carico del curatore di Storia del Ventesimo secolo in brevi schede didattiche hanno finora rimarcato il fatto, precisa la Bbc, che il saggio storico risulta infarcito di infondate suggestioni complottiste che ci si aspetterebbe di sentire sulla bocca dei ragazzi, non su un manuale didattico.

Nel dettaglio, la pagina del testo oggetto di polemiche è la numero 204, in cui viene descritta la genesi di al-Qaeda e gli attacchi jihadisti lanciati diciannove anni fa contro le Torri gemelle e il Pentagono.

In una riga della medesima pagina si notano quindi le seguenti parole: “Quell’avvenimento globale – possiamo escludere senza alcun dubbio che sia stato orchestrato dalla Cia per imporre l’influenza americana in Medio Oriente? – colpì i simboli della potenza degli Stati Uniti sul loro stesso territorio nazionale”.

L’editore Ellipses, a cui si deve la pubblicazione del manuale, ha alla fine reagito alle polemiche scusandosi pubblicamente per le affermazioni sull’11 settembre. Tramite il proprio sito web, la casa editrice ha appunto diffuso il seguente comunicato, citato dall’organo di informazione d’Oltremanica: “Quella frase che si ricollega a inconsistenti teorie del complotto non sarebbe dovuta mai apparire nel testo e non riflette assolutamente la nostra linea editoriale, né le convinzioni dei responsabili di Ellipses, né quelle dell’autore”.

La stessa casa editrice, riporta il network, ha poi assicurato che Rocher starebbe apportando correzioni, eliminando ogni riferimento alla Cia, alle copie del manuale che devono essere ancora spedite alle librerie del Paese.

Ellipses ha alla fine puntualizzato, ai cronisti dell’emittente britannica: “Le opinioni individuali degli autori devono essere esposte liberamente nei nostri testi, ma in nessun caso si può presentare una tesi inaccurata o infondata come una verità oggettiva”.

Commenti

cgf

Mer, 22/01/2020 - 09:55

va bene che ogni lampadina su tre in francia si accende grazie al nucleare, perché non fanno riferimento all'estrazione dell'uranio in Mali, a quanto succede ancora oggi in Libia, i servizi francesi che ascoltano le…

dagoleo

Mer, 22/01/2020 - 10:22

l'artefice di gran parte dei mali che ci sono in Africa oggi è la Francia, che da secoli sfrutta queio paesi e si cura di mantenerli arretrati e governati da elite corrotte e controllate dal governo francese.

6077

Mer, 22/01/2020 - 10:24

"Project for A New American Century", "una nuova Pearl Harbor", un anno prima circa. a pensare male si fa peccato però...

dredd

Mer, 22/01/2020 - 10:27

Che noia, a quando il coinvolgimento degli UFO?

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 11:01

Passato un congruo numero di anni, penso che ammetteranno ogni cosa. Come è successo con l'incidente del Golfo del Tonchino, il caso della USS Liberty, l'Operazione Northwoods, le armi di distruzione di massa di Hussein, etc etc. Tanto il danno ormai è fatto.

Ogliastra67

Mer, 22/01/2020 - 11:25

Io penso che un fondo di verità ci sia...altrimenti l'America che scusa avrebbe potuto trovare per invadere il medio oriente?...

ruggerobarretti

Mer, 22/01/2020 - 11:46

Quintus_Sertorius: tu dici??? Forse tra 200 anni, pero' come giustamente fai notare, ormai il danno e che danno e' fatto. Ma poi mica e' stato un danno per tutti, per qualcuno e' stato un grosso favore. O no??

Massimo25

Mer, 22/01/2020 - 12:01

Personalmente non sono sorpreso..come detto da Sartorius..nel tempo le verità vengono a galla anche se purtroppo il mondo lo hanno destabilizzato con morti e innocenti..

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 22/01/2020 - 12:55

Frase scritta dall'autore a sua insaputa.

Ritratto di Eurialo38

Eurialo38

Mer, 22/01/2020 - 13:03

“Quell’avvenimento globale – possiamo escludere senza alcun dubbio che sia stato orchestrato dalla Cia per imporre l’influenza americana in Medio Oriente? – colpì i simboli della potenza degli Stati Uniti sul loro stesso territorio nazionale” ....... Embèh???

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 13:40

@ruggerobarretti Beh, il piano Yinon non può certo alimentarsi da solo. E i poveri azionisti Halliburton, Northrop Grumman, Lockheed Martin, etc? A loro chi pensa?

cgf

Mer, 22/01/2020 - 13:44

osama bin laden, tra l'altro aveva già provato a fare un attentato alle torri gemelle, là dove nascevano tutti i mali, quindi era al soldo della CIA? Va bene che i caduti francesi in Africa, ultimamente un certo numero in Mali, non vengono commemorati, però è diverso negli USA, attenti che lo champagne poi vi scordate di venderlo del tutto nel Paese che più di tutti ne compra. W il prosecco.

ruggerobarretti

Mer, 22/01/2020 - 14:04

@Quintus_Sertorius: gia'!!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 22/01/2020 - 15:28

... la fonte quale è la moschea di parigi?

ruggerobarretti

Mer, 22/01/2020 - 16:38

le uniche fonti inquinate sono quelle date in pasto al popolino. cosi' come si fece in Italia dopo il 2 agosto 1980.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 22/01/2020 - 17:22

Si hai ragione cgf, viva il Prosecco a 3 o 5 euro come si trova nei supermercati all'estero!!! Proprio imbevibile. A questo prezzo si ci compra solo la bottiglia di vetro!!!

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Mer, 22/01/2020 - 20:18

la versione ufficiale dell'11 settembre e' credibile come la favola di Cenerentola

Divoll

Mer, 22/01/2020 - 23:02

Se e' "bufera" vuol dire che c'e' del vero. Del resto, si sapeva che la versione ufficiale era falsa.

Ritratto di cicopico

cicopico

Gio, 23/01/2020 - 01:56

lo sanno tutti che non e stato bil laden

sparviero51

Gio, 23/01/2020 - 07:08

CI RACCONTINO ,I FRANCESI ,UN PO DI PORCATE CHE HANNO COMBINATO IN INDOCINA E IN AFRICA !!!

ruggerobarretti

Gio, 23/01/2020 - 08:30

siredicorinto: se e' per questo molti prosecchi nei supermercati italiani li trovi anche a prezzi piu' bassi.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 23/01/2020 - 08:32

Accidenti... e io che pensavo che dietro ci fossero gli alieni.

Klotz1960

Gio, 23/01/2020 - 08:57

Se non si vuole capire proprio nulla del 900 e leggere valanghe di balle cementate su altre valanghe di omissioni, la storiografia francese (quasi tutta di sinistra) e' veramente insuperabile. E' tutta al livelli del famigerato Villari, che ha formato diverse generazioni di giovani compagni a suon di balle, stratificate una sull'altra.

Tip74Tap

Gio, 23/01/2020 - 10:53

Un indizio A SFAVORE del "simbolo della potenza USA" è che le torri erano del 1973 e quindi vecchie e piene di AMIANTO e si sa che gli USA sono molto più propensi alla demolizione che alle ristrutturazioni quindi quale migliore occasione per prendere due piccioni con una fava? (caso strano sono state colpite nel momento con meno persone all'interno visto che era prima mattina). Un altro dubbio è che mi sarei aspettato mesi di interviste alle famiglie delle vittime morte sugli aerei... voi avete visto niente? Io solo quelli delle vittime all'interno e fuori dalle Torri.

ruggerobarretti

Gio, 23/01/2020 - 11:09

Tip74Tap: se non lo hai fatto, leggiti il libro del Giudice Rosario Priore sulla bomba di Bologna. Mi dirai: che c'entra?? Direttamente nulla, pero'!!!