Le sanzioni alla Russia? 25 miliardi di dollari

Ma per il vice ministro Likaciov così il Paese di implementare la produzione locale e trovare nuovi partner commerciali

Dopo la tensione dell'est dell'Ucraina e l'annessione della Crimea avvenuta nel corso del 2014, Stati Uniti ed Europa hanno pesantemente sanzionato la Russia e ora a Mosca iniziano a conteggiare i danni dell'embargo. Per il vice ministro per lo Sviluppo economico Aleksei Likaciov le sanzioni hanno causato un danno quantificato tra i 20 e 25 miliardi di dollari.

In risposta alle sanzioni Ue, la Russia ha adottato lo stop all'importazione dei prodotti da parte dei partner commerciali del vecchio continete, causando ingenti danni. Solo l'Italia ha subito una perdita di 12 miliardi di euro. "Non vediamo danni diretti per la Russia dalle controsanzioni" ha spiegato Likaciov nel corso forum internazionale per gli investimenti, aggiungedo anche che la Russia sta procedendo "alla sostituzione dei fornitori di prodotti agricoli, che sta passando dai paesi sanzionati a paesi terzi".

Non solo. Sempre secondo il vice ministro, la Russia pensa di trasformare il blocco in un'opportunità: "L'embargo russo sta permettendo di sviluppare in modo rapido la produzione locale".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

montenotte

Ven, 02/10/2015 - 18:32

Perchè l'Europa non ha sanzionato anche la Cina per l'occupazione del Tibet con l'esilio del Dalai Lama?

LuPiFrance

Ven, 02/10/2015 - 18:35

Mussolini dichiarò guerra agli USA , renzicchio alla Russia !!!!!

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 02/10/2015 - 18:54

OTTIMO ABBONDANTE CON BRIO ,SVILUPPARE I PRODOTTI LOCALI,IN BARBA AL VASSALLISMO NORDAMERICANO VERGOGNOSO EUROPEO.

ondalunga

Ven, 02/10/2015 - 19:02

Minga capì. La Russia ha un danno di 20 miliardi di $ (17 in euro) e noi 12 miliardi di euro.... Cosa siamo il maggior partner commerciale della Russia ? Qualcosa non mi torna.

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Ven, 02/10/2015 - 19:09

Il trattato costitutivo della NATO non ha più alcuna validità e deve cambiare COLORE: non ci sono più i ROSSI, ma dall’ altra parte c’ è un NERO. Ormai gli interessi USA sono contro quelli europei, quindi vanno espulsi dall’ Ucraina, dalla Libia e dal medio oriente. E’ ora di far entrare la Russia di Putin nell’ UE, anche per dare una bella calmata alla " deutsche uber alles ".

ondalunga

Ven, 02/10/2015 - 19:19

20 miliardi di $ (17 in euro) contro i nostri 12 miliardi ??? Cosa siamo i primi partner economici della Russia ? Qualcosa non torna.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 02/10/2015 - 19:21

E così la colonia Italia si sta suicidando per obbedire al padrone d' 0ltreatlantico ! Bel risultato !

Dako

Ven, 02/10/2015 - 19:25

Solo dei burocrati dementi come i nostri possono fare certe scelte sciagurate per ottenere cosa solo danni alle nostre imprese, quanto ai Russi certamente si sono impauriti e restitueranno al più presto la Crimea ah ah ah !!

roberto zanella

Ven, 02/10/2015 - 19:42

io nel mio viaggio a Mosca e San Pietroburgo parlando nei ristoranti oltre che trovare tutto , ho saputo dai ristoratori che la frutta e verdura proviene da Israele, Uzbekistan e dalle altre ex Rep.Sovietiche ed inoltre ci dicevano che i contadini delle zone più climatiche stavano iniziando le coltivazioni utilizzando anche le serre ....

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 02/10/2015 - 20:03

Noi italiani in questo speciifico caso siamo uguali a quel pirla che si tagliò i co----ni pur di far dispetto alla moglie!!!

magnum357

Ven, 02/10/2015 - 20:22

brava brava la zoccola merkel, cosi' le auto tetesche non le venderà più!! Altro che adesso assumere profughi con le vendite che andranno a picco !!!

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 02/10/2015 - 20:39

Solo i decelebrati comunisti potevano pensare che le sanzioni avrebbero portato la Russia alla fame, nella loro ignoranza non potevano arrivarci che era sufficiente cambiare fornitore e che alla fine delle sanzioni non avremmo più venduto nulla sul mercato russo. Ignoranti sono e ignoranti resteranno.

Gioa

Ven, 02/10/2015 - 21:10

SIGNORA CICCIONA MERKEL SE PUTIN SANZIONA TE DIVENTI IL DOPPIO DI QUELLO CHE SEI ORA.... SIAMO SICURI CHE LA MERKEL E' LA CANCELLIERA TEDESCA?. LA PROSSIMA VOLTA "SIGNORA PADLONA MERKEL" TOCCA A TE.... PREPARATI AD ESSERE SANZIONATA E MICA POCO!!. SIGNORA MERKEL LA VITA E' UNA RUOTA CHE GIRA, LA RUSSIA E' STATA SANZIONATA PER 25MILIARDI DI DOLLARI TANTO PER NON SBAGLIARE A TE SIGNORA "CICCIONA" TI SANZIONEREMO PER IL DOPPIO, 50MILIARDI DI DOLLARI (SEMPRE DI DOLLARI SI TRATTA...PERCHE' CI STIAMO AVVICINANDO AL TOPASTRO AMERICANO OBAMA)....ADDIO NINI!!.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 02/10/2015 - 21:32

Possibile che le cose cambino in così breve tempo? Si, il Signore dice che tutto cambia ma Lui rimane Tale così com'è ora e sempre. Shalòm e Forza Italia. P.S. Naturalmente prima i comunisti erano a favore dell'Unione Sovietica ed ora sono contro i loro antichi amanti; sembra la favola del Lupo e della cicogna con l'uva.

Furgo76

Ven, 02/10/2015 - 22:11

UE Tafazziana! Era un ottimo mercato e noi lo abbiamo snobbato per dar retta alla NaziKiev vhe portera solo debiti! un'altra Grecia!

swiller

Sab, 03/10/2015 - 09:21

Gioa. OTTIMO INTERVENTO CONCORDO.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 03/10/2015 - 10:49

Che c-----oni questi vassalli europei ma anche gli USA. La Russia si volge verso Pechino, Delhi, Teheran e l'Asia tutta. Praticamente l'occidente terminale sta forgiando un'allenza imbattibile

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 03/10/2015 - 10:53

Piegare il paese più vasto e più ricco di risorse al mondo con sanzioni... hahaha il paese che ha relazioni strettissime con Cina, India e il mondo emergente... Occidente ormai impazzito.