"Lì disattivano il transponder...". L'indiscrezione sullo Zar e i suoi uomini

Putin e i suoi fedelissimi in bunker segreti? Cosa dicono le indiscrezioni sugli uomini vicinissimi allo Zar

"Lì disattivano il transponder...". L'indiscrezione sullo Zar e i suoi uomini

Nelle ultime ore stanno emergendo alcuni forti sospetti, sostenuti da prove, che Vladimir Putin e suoi comandanti di grado più alto stiano conducendo la guerra in Ucraina da bunker nucleari top secret. Dopo l'apparizione pubblica dello zar presso lo stadio Luzhniki di Mosca per una manifestazione pro-Cremlino, i movimenti degli aerei utilizzati dai massimi funzionari di Mosca mostrano che Putin potrebbe trovarsi in un nascondiglio vicino a Surgut, nella Siberia occidentale.

Le ipotesi su Shoigu

Secondo il famoso giornalista investigativo bulgaro Christo Grozev, si ritiene che il ministro della Difesa Sergei Shoigu, misteriosamente assente per molte settimane e riapparso recentemente soltanto in una foto pubblicata dal Cremlino ma di dubbia veridicità, potrebbe trovarsi in ​​un bunker vicino a Ufa, negli Urali, 725 miglia a est di Mosca. Questa teoria è supportata dalla figlia Ksenia Shoigu, 31 anni, che ha visitato Ufa (dove è stata fotografata) per circa tre giorni dal 22 marzo, poiché si vociferava che il ministro della Difesa avesse sofferto di problemi cardiaci.

Dov'è Putin?

Come riporta il DailyMail, Putin potrebbe invece nascondersi in un bunker top secret altrove perché "stiamo vedendo altri voli, e sono più riservati del volo che va a Ufa", afferma al quotidiano inglese Grozev. "Questi sono aerei statali e disattivano i loro transponder da qualche parte intorno a Surgut", aggiunge. Si tratta della capitale petrolifera della Russia e si trova a circa 1.800 miglia a nord-est di Mosca. "Sembra che la fase finale sia piuttosto riservata, e molto probabilmente c'è un bunker più d'élite lì, con l'élite del governo". In precedenza, altre affermazioni dicevano che Putin avesse trasferito i suoi parenti più stretti in un bunker sui monti Altai, a circa 1.100 miglia a sud-est di Surgut e 2.360 miglia a est di Mosca. Grozev ha anche suggerito che il capo di stato maggiore delle forze armate russe, Valery Gerasimov, stia operando da un bunker ormai da settimane dal momento che è sparito da "ogni radar".

Cosa significa l'uso del bunker

L'uso di bunker di alta sicurezza in questa fase del conflisso, se confermato, può essere sinonimo di allarme e suggerire che Putin sarebbe pronto a dispiegare armi nucleari, una mossa che porterebbe a un'inevitabile rappresaglia. Grozev, che ha collegamenti con l'agenzia investigativa britannica Bellingcat, ha dichiarato di essere "assolutamente sicuro che Shoigu sia in un bunker". Seguendo il movimento del suo aereo personale, sono stati intercettati voli molto frequenti per Ufa. "Sapendo che in quella regione ci sono anche bunker protetti, questo dà una risposta ovvia sul suo luogo di residenza", aggiunge. In un'intervista al canale Ucraina-24, al conduttore televisivo Yevgeny Kiselyov ha affermato di credere a come stanno le cose considerandola "una conclusione puramente analitica. Non può esserci altra spiegazione" se la strategia di guerra del Cremlino presuppone un attacco nucleare come ha affermato il portavoce di Putin, Dimitry Peskov, del quale cui abbiamo parlato sul nostro Giornale.

"Devono nascondersi in anticipo"

La tesi dell'investigatore unito alle varie prove aree non fa una piega. E poi, in caso di potenziale attacco nucleare, è chiaro che i leader debbano essere i primi a nascondersi per non mettere a repentaglio la loro vita. Un'altra teoria è che Putin si sia preso una pausa lavorativa durante la pandemia tra novembre e dicembre 2020 quando andà in visita a Sarov e Tobolsk, a centinaia di miglia da Surgut, per ispezionare i bunker di emergenza. Già due anni fa, probabilmente, la sua mente stava progettando qualcosa di spietato come poi si è verificato.

Commenti