Scontri dopo Napoli-Liverpool: 5 tifosi inglesi identificati

Violenze tra tifosi del Napoli e del Liverpool vicine al porto. Cinque supporter dei Reds sono stati identificati in un hotel dove si erano rifugiati

Scontri dopo Napoli-Liverpool: 5 tifosi inglesi identificati
00:00 00:00

Spettacolo ed emozioni in campo, violenza lontano dallo stadio. È questa in estrema sintesi il racconto della serata di Champions League tra Napoli e Liverpool, prima partita del girone di qualificazione della massima competizione calcistica europea.

Sul manto verde, infatti, la squadra di Spalletti ha dato una lezione di gioco agli uomini guidati da Klopp rifilando ai Reds un sonoro 4-1. Purtroppo, però, la serata di grande sport è stata macchiata da incidenti vicino al porto. Qui, infatti, si sono segnalati tafferugli tra tifosi partenopei e inglesi che hanno raggiunto la città del Vesuvio per assistere al match.

La violenza al termine della gara all'altezza dell'hotel Romeo e della Stazione Marittima, situati tra via Acton e via Marina. La dinamica è ancora da accertare. Pare che qui alcuni supporter azzurri abbiano incrociato dei tifosi della squadra ospite e li avrebbero aggrediti. Questi ultimi, però, avrebbero reagito prendendo di mira alcuni incolpevoli passanti e motociclisti che in quel momento stavano transitando in quella parte di strada. In un video postato sui social si vede un momento degli scontri, con i supporter inglesi che fanno cadere un motorino.

La violenza è stata interrotta dopo poco dall’arrivo di alcune pattuglie di polizia a sirene spiegate che hanno disperso il gruppo. Cinque tifosi del Liverpool, con un'età compresa tra i 27 e 38 anni, sono stati bloccati e identificati dalla polizia in un hotel nel quale si erano rifugiati dopo avere scatenato dei tafferugli. La loro posizione è al vaglio degli inquirenti.

Altri due tifosi sono stati, invece, arrestati poco prima dell’inizio della partita. I due, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’alcol, si erano presentati ai varchi del settore della curva A dello stadio Diego Armando Maradona, quello riservati ai supporter di casa, pretendendo di accedervi sebbene avessero un biglietto per il settore ospiti. Quando gli steward gli hanno negato l’ingresso, la situazione è degenerata. I due inglesi hanno iniziato ad inveire contro di loro e i carabinieri subito intervenuti.

I due tifosi, di 52 e 54 anni, sono stati trasportati da agenti della polizia presso il vicino commissariato San Paolo.

Anche qui, però, i tifosi hanno avuto un comportamento violento nei confronti degli agenti, tanto che hanno aggredito due poliziotti intervenuti per placarli e danneggiato oggetti presenti nell'edificio. I supporter sono stati arrestati per lesioni, resistenza a Pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato ai beni della Pubblica amministrazione.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica