Nazionale

"Reggiti che arriviamo". Il coraggioso salvataggio nel fango

Un uomo rimasto imprigionato dal fango nella sua abitazione è stato tratto in salvo dagli uomini del soccorso impegnati in una corsa contro il tempo

"Reggiti che arriviamo". Il coraggioso salvataggio nel fango di Ischia

Le immagini che arrivano da Casamicciola sono devastanti. L'isola di Ischia è stata colpita da un violento nubifragio nel corso della notte, che ha causato la devastazione di gran parte del territorio. La zona di Casamicciola è stata interessata da un'enorme frana che si è staccata dalla montagna e ha travolto le case e tutto quello che ha trovato nella sua discesa. Il bilancio per il momento è di una vittima accertata ma ci sono numerosi dispersi, per i quali è scattata una corsa contro il tempo. Anche i soccorsi risultano complicati a causa delle condizioni meteo avverse ma già nelle prossime ore dovrebbero arrivare le forze armate in supporto ai vigili del fuoco, così come disposto dal ministro Guido Crosetto.

Dall'isola, grazie a internet, sono arrivati decine di video che documentano la situazione drammatica di Ischia a seguito del nubifragio e della frana. È anche difficile riconoscere i luoghi che, fino a ieri, erano invasi dal sole e dai turisti, com'è normale su quest'isola, frequentata non solo per le peculiarità costiere ma anche per gli importanti centri termali, sfruttati già ai tempi dell'Impero. C'è un video che, più di tutti, riesce a dare la misura del dramma vissuto dagli abitanti, che racconta la paura e la tragedia che si è abbattuta su Ischia e che vede protagonista un uomo imprigionato nel suo garage, completamente ricoperto dal fango.

Aggrappandosi a un tubo metallico ancorato al soffitto, l'uomo è riuscito a tenere la testa fuori dalla marea di detriti e fango che altrimenti l'avrebbe soffocato. Gli uomini del soccorso l'hanno trovato grazie alle sue richiesta di aiuto e sono riusciti a raggiungerlo, anche se le operazioni di salvataggio non sono state facilissime, proprio a causa delle condizioni del locale. "Cerca di tenere i piedi a terra, reggiti a qualcosa che stiamo arrivando", gli dice un soccorritore, cercando di rassicurarlo e di non farlo cadere nel panico.

Ma la situazione a Ischia è ancora critica. Come segnalato dai sindaci, ci sono oltre 10 famiglie isolate che devono essere tratte in salvo e ci sono ancora una decina di dispersi per i quali i soccorsi stanno tentanto il tutto per tutto per ritrovarli vivi. Intanto anche dall'Europa arrivano messaggi di solidarietà per il popolo ischitano.

Commenti