Nell' Era del libro di Pontedera la lettura ti incontra dove meno te lo aspetti

Un festival tra la gente e per la gente, quella della città pisana. La kermesse dedicata alle piccole case editrici prevede una settantina di manifestazioni e incontri con autori ed editori, dal primo al quattro ottobre, in pub, pasticcerie, alberghi e ristoranti

Un controfestival, un festival tra la gente nei luoghi della gente. Si terrà a Pontedera dal primo al quattro ottobre «L'Era dei libri», organizzato da Tagete edizioni e dall'associazione Librialsole (e giunto alla sua terza edizione).
La kermesse è stata creata per dare visibilità soprattutto alla produzione letteraria di case editrici indipendenti dai grandi gruppi editoriali e che avrà, anche per questa edizione, un programma culturale ricco di appuntamenti, oltre 70 presentazioni, che si terranno nelle scuole la mattina e, il pomeriggio e la sera, nei luoghi canonici e anche più insoliti di Pontedera, città da sempre all'avanguardia nelle iniziative culturali. Pub, pasticcerie, ristoranti, circoli di quartiere, alberghi, naturalmente scuole, biblioteche e circoli culturali; ovunque, nei quattro giorni del festival, si potrà trovare una presentazione o un dibattito letterario
Sponsirizzato e patrocinato dalle istituzioni, Comune di Pontedera e Provincia di Pisa, e dalle realtà commerciali ed imprenditoriali della zona, il festival è un evento fortemente voluto da Librialsole e Tagete che operano ormai da anni, su tutto il territorio nazionale con eventi editoriali. Novità di quest'anno è il gemellaggio tra le amministrazioni comunali dove hanno sede le varie iniziative culturali che appartengono al progetto «L'Era dei Libri» nei Comuni d'Italia. A oggi sono sei i Comuni gemellati culturalmente tra loro: Origgio, San Vincenzo, Castagneto Carducci, Lavello, Celle Ligure e Pontedera, i rappresentanti dei quali si incontreranno a Pontedera il 1° ottobre.
Il progetto è nato dalla volontà di unire realtà, anche geograficamente distanti, in nome di un comune sforzo di promozione della lettura e della cultura. Il fine di questa iniziativa è di far nascere una rete di collaborazione culturale che porterà a scambi promozionali e ad iniziative che potranno essere pubblicizzate in altri Comuni, avere sedi diverse, una maggiore visibilità ed essere coordinate tra loro grazie al nostro impegno costante. A questo progetto collabora anche Fidare, federazione di oltre 120 editori indipendenti.
I giovani studenti saranno i maggiori fruitori di questa iniziativa perché quasi tutti gli incontri saranno replicati durante l'orario scolastico proprio per avvicinare i ragazzi alla lettura e alla scrittura e stimolare la loro voglia di leggere grazie agli interessanti incontri con gli autori, spesso coordinati dai loro editori. Il progetto culturale di Librialsole e Tagete è proprio quello di arrivare capillarmente sul territorio e di promuovere la lettura e la scrittura nei centri minori e nelle periferie trascurate dagli eventi culturali nazionali; biblioteche di quartiere, biblioteche comunali, biblioteche scolastiche, biblioteche periferiche. La manifestazione si propone anche di promuovere quella piccola e media editoria spesso sconosciuta che, per ragioni commerciali, non compare spesso nelle librerie e, soprattutto, non viene distribuita così omogeneamente sul territorio nazionale. Molte case editrici collaborano alla realizzazione degli eventi e molti editori diventano i migliori rappresentanti del progetto presso le amministrazioni delle loro città. Così sono nati molti progetti e altri sono in fase di realizzazione.
Sabato mattina nelle scuole (e alle 17 al teatro Era) ci sarà poi l'incontro con Umberto Ambrosoli che presenterà il suo libro «Qualunque cosa succede» edito da Sironi, testimonianza importante del figlio di Giorgio Ambrosoli su un periodo ancora oscuro della storia della nostra democrazia.
Gli appuntamenti, tutti molto interessanti, sono distribuiti nei quattro giorni del festival e accontenteranno tutti i gusti: tratteremo la poesia di Antonia Pozzi con lo studioso Matteo Mario Vecchio, il mondo delle investigazioni scientifiche con il colonnello Luciano Garofano, la musica di Bob Marley e di Giacomo Puccini, il mondo dello sport con Gianni Corsolini, Franco Re, Fabrizio Casa. Si parlerà di ambiente con il libro «Il futuro bruciato» di Stefano Montanari per le edizioni Creativa e di romanzo «al femminile», con l'anteprima dell'ultimo libro di Maria Giovanna Luini «Il diario di Melassa» edito da Historica edizioni. Il venerdì sarà il libro giallo protagonista del dopocena in libreria, mentre le cene letterarie di «Leggere è... un gusto», a cura de «Il Leone Verde edizioni» porteranno a tavola con Jules Verne venerdì, con Woody Allen sabato e con Montalbano domenica.