Esercizi di Kegel: come migliorare la passione a 60 anni

Gli esercizi di Kegel possono aiutare a migliorare la salute del pavimento pelvico, con ricadute positive sull'intimità e sulla passione over 60.

Esercizi di Kegel: come migliorare la passione a 60 anni

Gli esercizi di Kegel rappresentano un modo per migliorare la propria intimità, tramite un rafforzamento del pavimento pelvico utile a garantire una passione sana e soddisfacente. Adatti sia per gli uomini che per le donne, possono essere praticati a tutte le età, ma risultano particolarmente indicati dopo i 60 anni perché benefici non solo alla sfera intima.

Esercizi di Kegel: cosa sono



Gli esercizi di Kegel sono stati teorizzati dal ginecologo Arnold Kegel. Si tratta di contrazioni e rilasci dei muscoli del pavimento pelvico che possono portare a notevoli benefici, sia per quanto riguarda la sfera sessuale che all'organismo nel suo complesso. Contrazioni e rilassamenti avvengono a livello dei muscoli pubococcigei e possono essere eseguiti in diversi momenti della giornata.

Nel dettaglio, gli esercizi di Kegel aiutano innanzitutto ad avere un maggiore controllo dei muscoli pelvici, dei fasci muscolari a cui solitamente non si presta attenzione, poiché i loro movimenti sono perlopiù automatici. Tramite delle specifiche sequenze di contrazioni e rilasci, simili a quelli che si compiono quasi involontariamente quando si interrompe la minzione, si ottiene un rafforzamento dell'intera area pelvica con notevoli benefici per la salute.



Semplici da compiere, anche in perfetta autonomia dopo un iniziale training, gli esercizi di Kegel sono adatti pressoché a chiunque, sempre però dopo aver vagliato il parere del proprio medico curante. In alcuni casi, è possibile anche avvalersi di alcuni strumenti d'allenamento pensati proprio per l'area pelvica, affinché i movimenti compiuti siano quanto più possibile precisi e corretti. L'uso di dispositivi terzi deve essere sempre essere consigliato dal medico o dallo specialista.

Funzionamento e benefici degli esercizi di Kegel

Come già accennato, nella pratica gli esercizi di Kegel somigliano molto all'azione che si compie per interrompere la minzione. Vari i benefici per l'organismo, ben oltre la sola sfera intima:

  • Potenziamento muscolare dell'area pelvica, per una passione più soddisfacente;
  • Contrasto dell'incontinenza urinaria, con un maggiore controllo dei muscoli che regolano il flusso della minzione;
  • Prevenzione del prolasso uterino;
  • Miglioramento del deficit erettile;
  • Riabilitazione prostatica.

Supporto medico e controindicazioni

Prima di incominciare a praticare gli esercizi di Kegel, è sempre utile chiedere un parere al medico o allo specialista, affinché possano giudicare la compatibilità della pratica in relazione ai specifici disturbi di cui si soffre. Soprattutto nelle prime fase, è importante imparare a individuare correttamente i muscoli pelvici e il loro funzionamento, per evitare di sovraccaricarli o, ancora, che possano peggiorare condizioni comuni negli over 60 come le difficoltà urinarie.

In linea generale, se eseguite correttamente e secondo il parere del medico, queste pratiche non hanno particolari controindicazioni. Ma ogni situazione deve essere valutata caso per caso.

Esercizi di Kegel: alcuni esempi



Ma come si pratica la disciplina, quali sono gli esercizi tipici e quali consigli seguire?

Esercizio base

L’esercizio più semplice consiste nel contrarre e rilasciare liberamente i muscoli del pavimento pelvico in serie di 15 volte. Si contraggono i muscoli per alcuni secondi - fino a un massimo di 10 - e poi si rilasciano in altrettanti secondi e si ripete. Si può effettuare più volte in un giorno, senza però esagerare. Soprattutto nel primo periodo, poiché l'area non è abituata a movimenti volontari, ci si dovrebbe fermare in caso di dolore o stanchezza muscolare.

Esercizio “sulle scale”

Con questo esercizio bisogna immaginare che le contrazioni avvengano per livelli, come se si stesse salendo su 5 scalini. In altre parole, i muscoli non si contraggono tutti e subito, ma lo si fa lentamente, raggiungendo il massimo dello sforzo attraverso 5 gradi di contrazione e rilasciando in altrettanti cinque gradi. L’esercizio va ripetuto in serie di una decina di volte. Anche questo esercizio può essere ripetuto più volte al giorno, sempre senza eccessi.

Esercizio “fiore”

L’immaginazione è fondamentale con gli esercizi di Kegel: in questo caso bisogna immaginare di sfogliare lentamente un fiore, come una rosa o una margherita, attraverso le contrazioni del pavimento pelvico. È quindi molto più lento del precedente e bastano anche 5 serie di esercizi ripetuti, per circa tre volte al giorno.

Esercizio “uovo”

Per questo esercizio, bisogna immaginare di stringere un uovo con i muscoli del pavimento pelvico, controllando l'intensità della contrazione affinché non si rompa. Anche in questo caso, gli esercizi vanno ripetuti 3-4 volte al giorno.