Over

Teatroterapia per gli over 60

Teatroterapia, un'opportunità importante per il benessere emotivo e fisico degli over 60, in grado di favorire una migliore capacità di interazione e anche la memoria

Teatroterapia per gli over 60, ecco di cosa si tratta

Maggiore sicurezza e libertà espressiva, ecco i benefici della teatroterapia: una vera e propria valvola di sfogo emotiva utile per liberarsi da inibizioni e blocchi. Un aiuto importante per gli over 60 sempre pronti a mettersi in gioco, affrontando nuove sfide e lasciando spazio a un'interazione più fluida e sincera. Calarsi in un personaggio è il modo migliore per sperimentare nuove emozioni, per fare emergere parti del carattere spesso bloccate o tenute a bada. Ma anche per svincolarsi da tutto ciò che blocca l'emotività personale e che crea ostacoli esistenziali quotidiani.

Teatroterapia, in cosa consiste

Over che si confrontano

La pratica della teatro vanta origini antiche, in concomitanza con la nascita delle prime società e le rappresentazioni rituali. Nei secoli si è trasformata in una forma di espressione educativa, in particolare in Grecia, per poi cambiare forma in concomitanza con gli allestimenti dei festeggiamenti, fino alle rappresentazioni ottocentesche. Queste ultime, in particolare, sono state influenzate dalle opere orientali e dai pedagogisti dell'epoca, per poi trovare forma definitiva nel ruolo centrale dell'attore, con la conseguente nascita della teatroterapia come cura psicologica e arte per migliorare le proprie capacità comunicative, sia verbali che corporee. La forma più attuale fa riferimento ai dettami della psicanalisi, non per produrre diagnosi ma per rafforzare la consapelezza del proprio io.

La teatroterapia combina una parte espressiva e recitativa con una parte ludica e dinamica, così che corpo e mente possano liberarsi dai blocchi del quotidiano che limitano le proprie azioni, permettendo di affrontare le varie forme di disagio personale, sia fisico che emotivo, in modo creativo per esteriorizzarle, visualizzarle, rielaborarle e destrutturarle positivamente. Permette di migliorare anche la connessione tra corpo, mente e voce per esternare ciò che frena e blocca il proprio essere, in funzione di una migliore conoscenza del proprio io ma anche per una più felice interazione con gli altri.

I benefici

Recitazione

Non è solo una forma di teatro ma un'attività creativa che agevola una conoscenza più approfondita del proprio essere, facendo emergere lati nascosti e consentendo anche di indagare sul proprio vissuto. Attraverso una serie di tecniche guidate che permettono di lavorare sulla propria voce, sul corpo, sui movimenti in funzione di una crescente spontaneità e una migliore improvvisazione. La teatroterapia è un vero toccasana per la categoria senior, perché migliora le capacità mnemoniche, quelle motorie, l'umore e aumentando la fiducia nelle proprie potenzialità. Affinando al contempo la cosapevolezza del proprio corpo in movimento, all'interno di uno spazio, generando più sicurezza personale sia sul palco che all'interno di un gruppo.

Una tecnica benefica, priva di giudizio, che consente di spogliarsi dai propri limiti quotidiani interpretando nuovi ruoli oppure indagando sul proprio passato e smontando pezzo dopo pezzo lo stress che attanaglia il quotidiano, attraverso un'interazione costante con gli altri membri del gruppo ma anche con se stessi. Favorisce le basi per un dialogo interiore che possa proseguire nel quotidiano, riducendo i conflitti emotivi, sviluppando al contempo legami sociali utili per emergere dall'isolamento. Permette di osservare se stessi da angolazioni differenti, con il supporto sia del conduttore degli incontri che del gruppo stesso. Il teatro si trasforma in una dimensione libera da sterotipi e giudizi, divenendo un luogo di confronto positivo, di espressione sincera e di serenità.

Commenti