Pakistan Arrestato l’americano alleato di Bin Laden

Uomini dell’intelligence pachistana hanno arrestato Adam Gadahn, 31 anni, nato negli Stati Uniti, conosciuto per essere il portavoce di Al Qaida. Lo rende noto il sito web del Washington Post. La cattura è avvenuta nell’ambito di un’operazione antiterrorismo a Karachi. L’arresto di Gadahn, scrive il giornale della capitale americana, è considerato il risultato di maggior rilievo dall’inizio della collaborazione, sempre più intensa, tra i servizi segreti pachistani e gli Stati Uniti nella lotta contro Al Qaida. L’uomo, nato e cresciuto a Riverside, in California, si convertì all’Islam nella moschea di
Orange County. Quindi, secondo informazioni dell’Fbi, s’è trasferito in Pakistan nel 1998, dove ha frequentato un campo d’addestramento di Al Qaida. Dopo sei mesi è stato promosso a traduttore e consulente del gruppo terroristico. L’Fbi stabilì che avrebbe dato un milione di dollari di ricompensa a chi fosse riuscito a fornire informazioni su di lui, che era ricercato dal 2004. In passato ha diffuso diversi video, almeno una decina, in cui minacciava l’Occidente.

Commenti