In auto con 100 chili di sigarette di contrabbando: fermati due corrieri

A tradire i due corrieri è stata la velocità troppo elevate dell'auto su cui viaggiavano in direzione di Palermo. A finire in manette un 47enne palermitano, denunciata la compagna

In auto con 100 chili di sigarette di contrabbando: fermati due corrieri

Sono stati sorpresi in auto con oltre 100 chili di sigarette di contrabbando. Ad insospettire i finanzieri del secondo nucleo operativo metropolitano di Palermo, è stata la velocità eccessivamente sostenuta, con cui viaggiava l'auto. Per questo motivo i militari, hanno deciso di fermare il mezzo per effettuare degli accertamenti.

A bordo dell'auto, che viaggiava in direzione di Palermo due persone, un uomo e una donna. I militari li hanno fermati presso lo svincolo autostradale di Villabate, comune alle porte del capoluogo siciliano. Nel corso dell’ispezione dell’auto, risultata noleggiata, sono state rinvenute più di 500 stecche di sigarette di contrabbando, in particolare dei marchi Merit e Chesterfield, prive del previsto contrassegno dei Monopoli di Stato che, dalla loro vendita al minuto, avrebbero fruttato più di 18.000 euro.

L’uomo - F.G. di 37 anni - palermitano residente nel quartiere popolare dello Sperone, è stato arrestato e sottoposto all’obbligo di dimora con divieto di allontanamento nelle ore notturne. La compagna, P.T. di 22 anni, è stata invece denunciata a piede libero in concorso per il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri. "L’attività di servizio - spiegano dal Comando - si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo economico del territorio assicurata dalla guardia di finanza a contrasto dei traffici illeciti che interessano tutto il territorio della provincia".

Soltanto una settimana fa, è scattato l'arresto per un 47enne, fermato in autostrada mentre trasportava ben 268 chili di sigarette di contrabbando, su un furgone diretto a Palermo. L’uomo. L.S., palermitano, è stato fermato dai finanzieri del secondo Nucleo operativo metropolitano di Palermo, nell’ambito della costante attività di controllo economico del territorio. I militari hanno sequestrato il carico di sigarette di contrabbando trasportate nel furgone guidato dal palermitano, fermato lungo l’autostrada A19 appena dopo lo svincolo di Villabate e diretto a Palermo. L’ispezione sul veicolo ha permesso di riscontrare all’interno del mezzo la presenza di 13.400 pacchetti di tabacchi lavorati esteri di varie marche prive del contrassegno dei Monopoli di Stato, nonché 2.000 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di contrabbando. Per il 47enne sono scattati gli arresti domiciliari.

Negli ultimi mesi la guardia di finanza, è stata impegnata in diversi controlli volti al contrasto del contrabbando di tabacchi lavorati esteri, che hanno portato al sequestro di diverse migliaia di chili di "bionde" di contrabbando. In particolare i controlli vengono effettuati sia al porto, nell’area “extra-schengen”, in concomitanza allo sbarco dei mezzi e dei passeggeri. Sia sulle strade di ingresso al capoluogo, principale piazza di vendita.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti