Ruba un suv, fugge dai carabinieri e si schianta: arrestato tunisino

Un tunisino di 33 anni ha rubato una vettura in pieno centro storico. Alla vista del posto di controllo dei carabinieri è fuggito. Preso dopo l'incidente

Ruba un'auto, fugge, si schianta e viene arrestato. Protagonista della vicenda un tunisino di 33 anni. L'episodio è avvenuto a Realmonte in provincia di Agrigento. Secondo le prime informazioni, un giovane tunisino, in pieno centro storico a Realmonte ha rubato un suv. Il proprietario del veicolo avvisa la centrale operativa dei carabinieri. In uno dei tanti posti di controllo istituiti proprio dai militari dell'arma per verificare il rispetto delle norme sulla quarantena per evitare il contagio da coronavirus, i carabinieri si accorgono del veicolo appena rubato che sta per transitare da quelle parti.

Il ladro, visto il posto di controllo, inverte la marcia e fugge a tutta velocità. A quel punto i carabinieri saltano a bordo della pattuglia e cominciano ad inseguire il suv. Un inseguimento a velocità folle tra le vie della cittadina. L'autista del mezzo, però, ad un certo punto, perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada. Scende dal mezzo e tenta la fuga a piedi. Ma viene immediatamente raggiunto e arrestato. Il tunisino ha anche opposto resistenza all'arresto e c'è voluto l'intervento di più di un militare per riuscire ad ammanettarlo e metterlo in sicurezza dentro la pattuglia.

In caserma i militari sono riusciti a ricostruire l'intera vicenda. Era da poco passata la mezzanotte quando la centrale operativa dei carabinieri di Agrigento ha ricevuto l'allarme del responsabile di una società la cui auto era stata rubata in pieno centro cittadino. Le ricerche, subito diramate dalla centrale operativa dei Carabinieri hanno consentito, complice anche la pochissima gente in giro, di incrociare l'auto. Il malvivente infatti è incappato in uno dei numerosi posti di controllo istituiti per l'emergenza sanitaria da coronavirus. A quel punto l'auto ha invertito la marcia ed è iniziato l'inseguimento a sirene spiegate.

Il ladro ha finito la sua corsa uscendo di strada all’inizio del centro abitato di Realmonte. L’uomo, un tunisino di 33 anni, ha anche opposto resistenza ai militari che cercavano di bloccarlo e di portarlo in caserma. Il tunisino è stato arrestato in flagranza per il furto dell’autovettura e anche per resistenza a pubblico ufficiale e portato in carcere. La macchina rubata, invece, è stata subito restituita al legittimo proprietario che ha ringraziato i carabinieri per la loro pronta reattività. "In questo periodo di intensi e puntuali controlli per verificare il rispetto delle norme per il contenimento del coronavirus, l'attenzione dell'Arma resta alta anche nel contrasto della criminalità comune", fanno sapere i carabinieri di Agrigento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

casela

Ven, 20/03/2020 - 16:21

Speriamo non lo mettano in galera, meglio che continui a lavorare per contribuire alla pensione degli italiani come profettizzo una famosa onorevole.