Personaggi

"Nemmeno gli assassini...". Montesano chiede il reintegro a Ballando

L'attore romano ha criticato il trattamento che la Rai gli ha riservato nella vicenda sulla t-shirt della X flottiglia Mas e ora chiede di poter spiegare le sue ragioni in tv

"Nemmeno gli assassini...". Montesano chiede il reintegro a Ballando

Dopo giorni di silenzio Enrico Montesano torna a parlare dell'esclusione da Ballando con le stelle e della vicenda legata alla maglietta della X flottiglia Mas. "Sono stato condannato senza processo ed escluso senza possibilità di spiegare le mie ragioni. Un trattamento che non si riserva neanche agli assassini presi in flagranza di reato", ha dichiarato l'attore romano, spiegando come si è sentito subito dopo lo scoppio della polemica che lo ha visto coinvolto.

Espulso per direttissima, Enrico Montesano è stato allontanato dallo show di Rai Uno senza neppure avere il diritto di replica o la semplice possibilità di spiegarsi. Facoltà che lui rivendica oggi convinto che i "valori democratici e civili" (citati dai vertici di viale Mazzini nel comunicato della sua squalifica) siano stati "reiteratamente calpestati, così come i diritti della persona tutelati dalla nostra Costituzione".

Le scuse e il chiarimento

Nel chiedere di poter parlare al pubblico, Enrico Montesano ha ribadito le sue scuse a tutti coloro che si sono sentiti offesi per un gesto non calcolato e tutt'altro che premeditato. "Ho indossato una maglietta, durante le prove, recante simboli della Marina Militare Italiana assolutamente legale e legata a momenti non solo bui e dolorosi, ma anche gloriosi e meritevoli di essere celebrati", ha sottolineato l'interprete de "Il conte Tacchia", proseguendo con le spiegazioni: "Tanto che in occasione di avvenimenti ufficiali hanno sfilato e sfilano alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Ora la stessa Rai sta realizzando un film sulle eroiche gesta del comandante della X Mas, Salvatore Todaro".

La richiesta di riammissione a Ballando

In modo formale Montesano ha chiesto ai vertici di viale Mazzini di essere reintegrato a Ballando con le stelle per dargli "la possibilità di spiegare ai telespettatori e all'opinione pubblica la mia posizione". Una richiesta che se non venisse accolta farebbe pensare a "un accanimento ad personam". Poi l'attore romano è tornato a parlare direttamente con il suo pubblico, che gli ha dimostrato stima e affetto nell'ultimo difficile momento: "Sono un uomo libero, di pace e di dialogo come la mia storia personale ed artistica dimostra. Vorrei tornare a fare il mio lavoro per il pubblico che non mi ha mai lasciato solo e che ringrazio di cuore. A chi ha strumentalizzato la vicenda, dandone una lettura artatamente negativa, per interesse, ignoranza o leggerezza dico che non ho commesso alcun reato, indossare una maglietta non vuol dire inneggiare a nulla e nessuno, come quando si indossano magliette con altri simboli, scritte e immagini". Un chiaro riferimento a chi, come Selvaggia Lucarelli, ha cavalcato la polemica contro Montesano.

Commenti