Guerra in Ucraina

Meloni invita Zelensky a Roma. E annuncia: "Sarò presto a Kiev"

Giorgia Meloni ha confermato l'intenzione di volersi di recarsi a Kiev e ha invitato Volodymyr Zelensky a Roma. Il presidente ucraino ha ringraziato per gli aiuti aggiuntivi

Meloni invita Zelensky a Roma. E annuncia: "Sarò presto a Kiev"
Tabella dei contenuti

Tra Giorgia Meloni e Volodymyr Zelensky si è tenuto un "cordiale colloquio" telefonico, al termine del quale il premier italiano ha confermato al presidente ucraino l'intenzione di recarsi a Kiev ma anche la volontà di invitare presto il suo interlocutore a Roma. In tutto questo, Meloni ha ribadito l'impegno del governo italiano al fianco dell'Ucraina, nonché il massimo impegno per giungere ad una pace giusta.

La conversazione Meloni-Zelensky

"Cordiale conversazione telefonica con Zelensky", ha scritto Meloni su Twitter, aggiungendo di aver "rinnovato il sostegno del governo italiano a Kiev" e "ribadito il massimo impegno dell'Italia per ogni azione utile per arrivare ad una pace giusta". Il presidente del Consiglio italiano ha tuttavia aggiunto di aver "confermato l'intenzione" di recarsi a Kiev e "invitato Zelensky a Roma".

Palazzo Chigi ha spiegato che il colloquio tra i due ha fatto seguito alla conversazione telefonica che Meloni e Zelensky avevano avuto lo scorso 28 ottobre, a conferma di un rapporto diplomatico eccellente. "Meloni ha rinnovato il pieno sostegno del governo italiano a Kiev in ambito politico, militare, economico e umanitario, nel ripristino delle infrastrutture energetiche e nella futura ricostruzione dell'Ucraina. Meloni ha ribadito il massimo impegno dell'Italia per ogni azione utile per arrivare ad una pace giusta per la Nazione ucraina", si legge nella nota istituzionale.

La parte conclusiva del comunicato è dedicata, come anticipato, all'invito incrociato tra i due presidenti. "Il Presidente del Consiglio ha confermato la sua intenzione di recarsi a Kiev e ha invitato il Presidente Zelensky a venire in visita a Roma", ha concluso Palazzo Chigi.

L'invito a Roma

Non sappiamo ancora quando e se verrà programmato il viaggio del leader ucraino in Italia. Molto dipenderà dalle condizioni di sicurezza presenti in Ucraina, come accaduto, d'altronde, nella recente trasferta di Volodymyr Zelensky negli Stati Uniti. Nel caso in cui non dovessero esserci problemi di sorta, il premier italiano ha spiegato di esser pronta ad accogliere Zelensky in quel di Roma, in quello che potrebbe essere il secondo viaggio all'estero del presidente ucraino dallo scoppio della guerra.

Nel frattempo Zelensky ha ringraziato il presidente del Consiglio italiano per la solidarietà e il sostegno dell'Italia all'Ucraina. "Ho elogiato lo stanziamento da parte del governo di 10 milioni di euro di aiuti aggiuntivi. Meloni mi ha informato che si sta valutando la possibilità di fornire sistemi di difesa aerea per proteggere i cieli ucraini. Abbiamo discusso della formula per la pace", ha scritto su Twitter.

Già prima di Natale, Meloni aveva espresso la volontà di recarsi a Kiev. "Sentirò Zelensky. Conto di poter andare in Ucraina nei primi mesi del 2023", affermava il Presidente del Consiglio a Porta a porta lo scorso 22 dicembre. "Per diverse religioni il Natale è la festa della luce. Ci sono decine di migliaia di ucraini senza luce e al freddo. Dobbiamo renderci conto di cosa questo possa significare", aggiungeva parlando della guerra in Ucraina.

Commenti