Meloni: "Il governo non vuol risarcire vittime degli affidi illeciti"

La Meloni ha attaccato la sinistra che ha bocciato in Parlamento un emendamento di Fdi per istituire un fondo per i risarcimenti alle famiglie alle quali sono stati ingiustamente sottratti i figli

Meloni: "Il governo non vuol risarcire vittime degli affidi illeciti"

Giorgia Meloni non le manda a dire e, attraverso un video pubblicato sui suoi profili social, ha lanciato un durissimo attacco contro la maggioranza giallo-rossa che sostiene il governo Conte. La leader di Fdi ha svelato come in Parlamento sia stato bocciato un emendamento alla legge di Bilancio presentato dal suo partito per istituire un fondo con cui risarcire le famiglie alle quali sono stati ingiustamente sottratti i figli dal sistema degli affidi, ''come si dice sia accaduto a Bibbiano, come si dice sia accaduto in tante altre parti d’Italia''.

La Meloni attacca la sinistra che ''ha fatto le barricate contro questa proposta e io lo considero assolutamente vergognoso''. La stessa leader di Fdi poi tuona contro gli ostacoli e i rallentamenti per l’istituzione della commissione parlamentare sul Forteto che ''ha proprio come compito quello di andare a fare lo screening di tutti i casi di affido in Italia''.

La stessa Meloni, però, si dichiara soddisfatta dell’approvazione, grazie a Fdi, di un emendamento che aumento con un milione di euro il fondo per gli orfani delle vittime di feminicidio. Sempre in tema di famiglia, la senatrice di Fdi Isabella Rauti ha commentato i dati diffusi dall'Istat che dicono come l'Italia sia tra i Paesi più vecchi con le nascite al minimo storico.

''Purtroppo di questi numeri non ci meravigliamo. Da tempo FdI denuncia questo trend demografico e il disinteresse dei governi di sinistra che si sono succeduti in questi ultimi anni. In particolare tale scarsa attenzione è evidente nel Conte bis; infatti nella recente manovra finanziaria alle famiglie sono state dedicate poche misure e pochissime risorse, a conferma dell'assenza di una visione di sistema all'interno di una legge di Bilancio che marginalizza e non sostiene le famiglie''.

La senatrice sottolinea che proprio FdI, in occasione del confronto in Parlamento sulla manovra, ha presentato un pacchetto di misure in favore della famiglia e della natalità: dagli asili nido gratuiti all'aumento temporale dei congedi di maternità. Ma ''la chiusura del governo- ha dichiarato la Rauti- e il disinteresse della maggioranza, ha impedito di mettere in campo misure capaci di rispondere alla crisi della natalità che oggi l'Istat certifica''. Nonostante tutto, la senatrice afferma che il partito continuerà nella battaglia ''convinti che aiutare le famiglie non sia soltanto doveroso ma anche necessario, per contrastare il declino economico a cui questo governo sta dando un contributo decisivo''.

Commenti