Berlusconi: "No alla fiducia. Serve un centrodestra unito"

In una nota ribadisce la sua posizione. "Se mi candido destinati a prevalere"

Berlusconi: "No alla fiducia. Serve un centrodestra unito"

L'unica possibilità è quella di tenere insieme il centrodestra. È questo il punto fermo che si legge in una nota di Silvio Berlusconi.

"A chi mi chiede quale sarà il futuro del centro-destra, rispondo che alle prossime elezioni non immagino altra soluzione che quella di una coalizione di centrodestra unita con Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia".

Il presidente di Forza Italia aggiunge che una coalizione di queto tipo è "destinata sicuramente a prevalere anche per la possibilità di una mia candidatura". E mette in chiaro: "Per quanto riguarda la fiducia al governo tecnico la nostra posizione non può che essere negativa".

Alle parole di Berlusconi si sono aggiunti poi i commenti di Brunetta. "Mi rivolgo con simpatia a Matteo Salvini replicandogli che non è tempo per lui di porre aut aut a Forza Italia, su Cottarelli o su qualsiasi altro tema, minacciando in caso di risposta sgradita di mandare all'aria la storica alleanza di centrodestra. Tocca invece al leader della Lega rispondere ad un quesito elementare: intende prepararsi alle assai prossime elezioni facendosi carico con Forza Italia e Fratelli d'Italia del programma in dieci punti elaborato insieme?".

"Forza Italia? Siamo fuori dai Mondiali…. Per quanto riguarda la politica, chiedete a Berlusconi...", risponde laconico Salvini a Pomeriggio Cinque. "Alcune dichiarazioni di
esponenti di Fi sono state spiacevoli -mi hanno detto brutto, traditore, irresponsabile, razzista- io ho tenuto salda l'alleanza anche quando mi promettevano ministeri perché non tradisco, e poi mi vomitano addosso tutto questo. Ci penserò, ti dico questo...".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento