Brexit, Grillo scarica Farage: "L'Europa si cambia solo restando nell'Ue"

Grillo contro l'addio alla Ue: "In caso di Brexit gli scenari sono molto difficili da ipotizzare". E cestina il referendum sulla permanenza nell'euro

Brexit, Grillo scarica Farage: "L'Europa si cambia solo restando nell'Ue"

Beppe Grillo fa l'inversione a "U". Una mossa che non ti aspetti. Mentre gli inglesi sono chiamati a votare pro o contro l'Unione europea, il comico genovese fa pubblicare sul proprio blog un post che sconfessa anni di euroscetticismo. "Il Movimento cinque stelle è in Europa e non ha nessuna intenzione di abbandonarla", si legge nel post dal titolo evocativo Brexit o Bremain? Oggi si vota. Ecco dieci punti per capire meglio. "Se non fossimo interessati all'Ue - si legge ancora - non ci saremmo mai candidati".

Il post sulla Brexit è di quelli che fanno il giro del mondo. Perché il Movimento 5 Stelle non è un partito qualunque. Insieme alla Lega Nord e a Fratelli d'Italia è una delle forze politiche più euroscettiche mandate all'Europarlamento. Tanto che la presa di posizione di Grillo ha subito creato scompensi a Bruxelles dove i grillini sono alleati con l'Uk Independent Party. Con gli eurodeputati capitanati da Nigel Farage i grillini hanno, infatti, dato vita al gruppo "Europa della Libertà e della Democrazia diretta". Mentre Farage si è a lungo battuto per il Brexit, l'alleato Grillo (con cui il politico britannico si era fatto immortalare davanti a una pinta di birra l'indomani delle fortunate europee) cambia drasticamente il tiro.

Come fa notare anche Repubblica, "nel post non si fa cenno al referendum sulla permanenza nell'euro promesso dal Movimento a più riprese, in caso di conquista del governo. Spicca invece una rassicurante professione di fede europeista, frutto forse anche del nuovo corso 'governativo' e 'istituzionale' culminato nella conquista di importanti comuni come Roma e Torino". "L'Italia è uno dei paesi fondatori dell'Ue, ma ci sono molte cose di questa Europa che non funzionano - scrive Grillo nel post - l'unico modo per cambiare questa 'unione' è il costante impegno istituzionale, per questo il M5S si sta battendo per trasformare l'Ue dall'interno".

Nel lungo post Grillo cerca di mettere sulla bilancia i rischi e i benefici del "Leave" e del "Remain". "In caso di Brexit gli scenari sono molto difficili da ipotizzare - spiega - gli orizzonti dipinti dai media, dai rappresentanti delle multinazionali e da molte istituzioni finanziarie che hanno interessi specifici sono catastrofici. La realtà è ben diversa e più complessa: di certo il Regno Unito e gli altri Paesi dell'Ue avranno interesse assoluto a rinegoziare accordi bilaterali nelle materie di interesse comune attualmente in vigore - conclude - il Regno Unito si libererebbe al contempo di numerosi vincoli dell'Ue in ambito di welfare, immigrazione, governance economica e finanziaria".

Commenti