Coronavirus, l'ultima dei buonisti: "Un vaccino grazie ai migranti"

Duello fra il filosofo francese consigliere di Macron ed il leader della Lega. "Il fatto che troveremo il vaccino in Italia e in Europa lo dobbiamo agli immigrati", ha dichiarato Lévy. Salvini: "Siamo su Scherzi a parte... "

Duro botta e risposta negli studi di "Quarta Repubblica" fra il leader della Lega Matteo Salvini ed il filosofo, giornalista e saggista Bernard-Henri Lévy, noto per essere uno dei consulenti del presidente francese Emmanuel Macron: tema dell'accesa discussione, il Coronavirus ed i migranti.

Entrambi ospiti della trasmissione condotta da Nicola Porro che andrà in onda stasera su Rete4 alle ore 21:30, i due hanno registrato il loro confronto questo pomeriggio, e sono subito scoppiate scintille. Nel corso dell'intervista, infatti, Lévy, che nei giorni scorsi è stato pesantemente contestato con insulti antisemiti e quindi attaccato dalle milizie in occasione della sua visita nella città di Tarhuna (Libia), dove ha effettuato un reportage sul cosiddetto "campo di sterminio" di Tarhuna, ha dichiarato che proprio i migranti sarebbero una chiave fondamentale per arrivare al più presto ad un vaccino efficace contro il Coronavirus.

"Il fatto che troveremo il vaccino in Italia e in Europa lo dobbiamo agli immigrati", ha infatti affermato, come riportato da "AdnKronos", suscitando lo sconcerto dell'ex vicepremier Salvini.

"Aspetta un attimo, con tutto il rispetto, lei dice che se troviamo il vaccino, lo dobbiamo agli immigrati che sbarcano a Lampedusa?", avrebbe ribattuto Matteo Salvini, incredulo."Mi scusi, se troviamo la cura al Covid, non è grazie ai medici italiani e ai ricercatori e scienziati del San Matteo di Mantova ma è grazie agli immigrati che arrivano? Adesso, questa perla mi mancava...", ha commentato, sbigottito, prima di aggiungere:"È colpa di Putin, è colpa di Salvini... Grazie agli immigrati, invece, troveremo il vaccino...".

Da qui allo scontro in studio il passo è stato breve, tanto che alla fine il leader del Carroccio ha concluso, esasperato: "Mi arrendo, professore, venga stasera in stazione Termini a Roma o alla Stazione centrale di Milano, così vede quanto è bella l'immigrazione clandestina che a lei piace tanto".

Ma Lévy avrebbe continuato, imperterrito: "Senza l'immigrazione africana non c'è ricerca in Francia, non si troverà mai una vaccino e una cura contro il Covid. Deve dire grazie ai migranti".

"Vabbe', stiamo su Scherzi a parte...", ha quindi commentato Salvini."Professore, anche io voglio un mondo aperto. Ho capito: lei ce l'ha con me e con Putin. Se voglio andare in Australia o in Svizzera mi chiedono i documenti. Io voglio un mondo aperto, professore, ma con delle regole", ha ribadito.

Nel corso della trasmissione, Lévy ha del resto attaccato più volte il leader della Lega, criticato le sue idee e dichiarando che, con Salvini al governo, "l'Italia non sarebbe uscita dalla crisi" scatenata dal Coronavirus."L'Italia ha dato all'Europa un esempio di disciplina", ha poi aggiunto il filosofo. "Però al contempo c'è stata una epidemia di follia, follia di ripiegarsi dentro se stessi, chiudere il proprio corpo, il proprio cuore agli altri. Questo delirio in particolare nei confronti dei migranti, in Francia e in Italia. Ad un tratto i migranti sono diventati i principali untori di Coronavirus".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

florio

Mar, 28/07/2020 - 10:56

Che tristezza questo filosofo Francese, una vera mente eccelsa, ora capisco perchè Macron ha combinato pasticci, con Lévy suo consigliere non poteva che finire con i gillet gialli!

Machiavelli63

Mar, 28/07/2020 - 12:19

ho visto 5 min henry levy, ieri sera pontificare a destra e a manca, è stato imbarazzante, per le baggianate che ha spacciato, sarebbe meglio si mettese a fare il clown, a tratti è stato disgustoso, oltrechè disinformato, e biecamente di parte, non riesco a capire come si possa dar retta ad un tale beota, solo gli ottusi potrebbero seguirlo, ed è talmente in malafede che nemmeno se ne rende conte, per cortesia Porro non inviti certi catorci a Quarta Repubblica.

Jon

Mar, 28/07/2020 - 12:23

Mi chiedo perche' Porro dia la parola ad un ipercomprato come Levy! Egli rappresenta il colonialismo e imperialismo Francese, che con quello inglese ha martoriato da sempre il mondo Africano. Levy faccia sbarcare le "barchette" a Marsiglia e se li porti a Parigi, a sostenere Macron!! Porro..sei un grande giornalista..scegli delle persone oneste nelle tue trasmissioni..!!

lorenzovan

Mar, 28/07/2020 - 13:20

ma diteci qualcosa pure sull'ultima strombazzata,..sentita ora su Rai news 24.del felpone..che si ribella al prolungameto dello stato di emergenza.."perche' non c'e' motivo e la pandemia sta finendo"..come no come no...difatti in tutta europa stanno richiudendp a forza 100...ma che male hanno fatto gli italiani per credere e votare quest'uomo??

madrud

Mar, 28/07/2020 - 13:21

Non ho capito il ragionamento di questo luminare, dovremmo forse usare gli immigrati come cavie per il vaccino?

roberto zanella

Mar, 28/07/2020 - 14:46

L'HO SEGUITO ED E' ORA EVIDENTE IL TARLO DISTRUTTIVO CHE STA DIVORANDO CON QUESTI SOMARI l'INTERA EUROPA. VIA DI CORSA DA QUESTI PAZZI. PERO'ORA SPERO CHE PORRO CHIAMI ANCHE MICHEL HOULLEBECQ

Scirocco

Mar, 28/07/2020 - 15:23

Questo filosofo francese che fa tanto i buon samaritano ha un patrimonio personale da paura ereditato dal padre, che invece di filosofeggiare come il figlio,commerciava il legname e si faceva sicuramente il mazzo. Mi chiedo perché debba venire a dare lezioni all'Italia, sparando idiozie tipo quella che il vaccino lo avremo grazie ai migranti (forse pensa di utilizzarli come cavie da laboratorio?) quando con i suoi tanti denari può benissimo aprire scuole ed ospedali in Africa per migliorare la vita di quel paese o far costruire strade e ferrovie. Non ho capito perché per farli stare bene i migranti ce li dobbiamo prendere noi in Italia mentre il suo amico Macron li ributta indietro ai confini Francia-Italia.

filder

Mar, 28/07/2020 - 15:53

Per essere sincero non ho guardato la schifezza andata in onda su quarta Repubblica perchè già dall'inizio mi ha fatto schifo e mi meraviglio che per quanto io stimo Nicola Porro sia arrivato a tanto ed avrei preferito che quando la trasmissione stava prendendo lo scontro meschino con il povero Salvini buttato in pasto ad uno sciagallo dell'intellighenzia francese, Porro doveva intervenire chiarendo che noi in italia predicatori del genere ne abbiamo molti che li potremmo anche esportare e che quindi non avremmo ritenuto appassionante sentire il santone francese che sputava sul nostro politico a lui indigesto e che sarebbe stato opportuno che si interessasse meglio della sua madre patria che a fin di conti noi Italiani non abbiamo niente da imparare da loro, semmai il contrario

PassatorCorteseFVG

Mar, 28/07/2020 - 16:34

come mai non si è parlato del franco francese, moneta sostituita dall" euro in francia, ma non in 14 paesi africani dove è ancora in vigore, sotto le direttive e relative commissioni sulle transazioni,della banca di francia? tema scottante, certo, ma nel caso sia l" italia a dover subire gli effetti del neocolonialismo francese, che genera le migrazioni, forse la cosa cambia, ed la europa cosa fa? credo nulla, alla fine nessuno vuol uscire dall" europa, ma cambiare tante cose, credo sia il caso.ciao a tutti.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mar, 28/07/2020 - 17:52

Questo folosofo e' uno dei principali colpevoli delle nostre disgrazie. Lui e' stato grande fautore dell'uccisione di Gadaffi e adesso, coerentemente, celebra l'arrivo incontrollato di africani a Lampedusa.

Brizio

Mar, 28/07/2020 - 19:52

Ciò che dice questo sedicente filosofo non ha alcun senso. E proprio per questo motivo Salvini e Porro dovevano pretendere una spiegazione chiara, di quale correlazione ci sarebbe, secondo lui, tra l'immigrazione e la ricerca di un vaccino per il Covid-19. Certo, immagino avremmo sentito varie farneticazioni e un bel po' di rumore di unghie sui vetri, che non è mai piacevole. Ma dato che sembrava tanto convinto, almeno farci capire il perché di tali affermazioni.