Dai decessi alle terapie intensive ecco cosa dicono (davvero) i numeri

La media dei decessi si alza a 82 anni. Perché non si è fatto nulla per metterli al sicuro anziché rinchiudere tutti in casa. Ecco la verità su tamponi e terapie intensive

Il vocabolario ha una sua importanza altrimenti si rischia di generare malintesi. E i malintesi portano spesso all'ignoranza. Accanto alla guerra sanitaria per sconfiggere il Covid-19, è in corso uno scontro politico. Da una parte, dicono, ci sono i "catastrofisti", quelli che vedono nero, che vedono nel lockdown la soluzione principe per cavarsi fuori da ogni impiccio; dall'altra ci sono i "negazionisti", quelli che chiedono una diversa narrazione della pandemia, che leggono i numeri per quelli che sono (e cioè molto meno drammatici di quanto vengono pubblicizzati). Questi ultimi hanno la peggio sui quotidiani e nei talk show, vengono (erroneamente) equiparati ai no mask e tacciati di andare in giro a dire che il virus non esiste. Niente di più falso. Per i primi, visto che la dicitura "catastrofisti" non era troppo lusinghiera, è stata forgiata una categoria ad hoc, più coscienziosa: "rigoristi". Ma anche questa è un espediente mediatico con un chiaro disegno volto a influenzare l'ascoltatore.

Lo scontro (politico) sull'emergenza

"Io ho passato mesi a chiedere di attrezzarci e, soprattutto, a dire alla gente che questa è un'infezione che si può gestire a casa. Non è stato fatto. Si è detto alle persone che questo era un virus devastante, che dà complicazioni e che finiranno tutti intubati e così, non appena qualcuno ha un sintomo, corre in ospedale per farsi curare. Quello che è passato è che noi abbiamo lasciato a casa la gente a morire, ma non è vero". Sin dall'inizio di questa epidemia il professor Matteo Bassetti ha combattuto affinché il coronavirus venisse spiegato agli italiani senza drammatizzare la situazione. E per questo è stato più volte accusato di essere un "negazionista". "Ho ricevuto attacchi personali, contro la mia persona e la mia famiglia - ha raccontato al Giornale.it - nell'ultima settimana una certa stampa mi ha ammazzato. Quando finirà tutto questo, farò le mie riflessioni...". Non è certo l'unico a combattere affinché l'informazione non sia sbilanciata a favore di chi vuole drammatizzare l'epidemia. E tutti sono finiti alla gogna. Basti pensare cosa ha dovuto passare il professor Alberto Zangrillo dopo che quest'estate ha fatto notare che il virus era "clinicamente morto" perché i ricoveri si contavano ormai sulla punta di una mano. In una intervista al Giornale.it Maria Rita Gismondo spiegava che la visione di qualsiasi aspetto della vita è "sempre filtrata dal nostro modo di essere". "Ci sono pessimisti ed ottimisti - consigliava - bisogna cercare di non cedere ed essere obiettivi". Per esserlo, in modo da evitare uno scontro che non porta a nulla, proviamo a dare un'occhiata ai numeri.

I (veri) dati sui decessi

Partiamo dall'età media dei decessi. Se a marzo questa si attestava intorno agli 80 anni, l'ultimo report dell'Istituto Superiore di Sanità la rivede leggermente alzandola a 82 anni. "Al 4 ottobre 2020 sono 407, dei 36.008 (1,1%), i pazienti deceduti SARS-CoV-2 positivi di età inferiore ai 50 anni". Un dato importante che avrebbe dovuto suggerire sin dall'inizio che bisognava concentrarsi sulla protezione dei soggetti più fragili. Soggetti che il Sistema sanitario nazionale aveva già in cura per altre patologie. "Complessivamente - si legge nel report dell'Iss - il 3,6% del campione presentava zero patologie, il 13,6% presentava una patologia, il 19,9% presentava due patologie e il 62,9% presentava tre o più patologie". È su questa fascia di popolazione che il governo dovrebbe concentrarsi e fare di tutto per metterli in un a "bolla" al riparo dal contagio. In queste settimane, come ha spiegato al Giornale.it il presidente della Società italiana di virologia, Arnaldo Caruso, ci si sta concentrando sul stiamo tracciamento degli infetti, molti dei quali sono asintomatici e quindi non vengono ricoverati in ospedale. Una situazione probabilmente analoga a quella che avremmo trovato se ci fossimo messi a fare tamponi a tappeto a gennaio e a febbraio. "Se avessimo fatto una ricerca sul territorio - ci spiegava Caruso - avremmo trovato quello che c'è oggi, ovvero una buona percentuale che tende a salire nel tempo". Nei prossimi giorni, è la sua previsione, la curva esponenziale di diffusione sarà destinata a salire. "E da quel momento in poi arriverà a colpire tutti, anche i più deboli".

Il (mancato) tracciamento dei positivi

A differenza dello scorso inverno, quando il coronavirus ha colto l'Italia e il mondo intero di sorpresa, il governo avrebbe avuto tutto il tempo necessario per farsi trovare pronto a parare questa nuova ondata. "La strategia per contrastare la seconda ondata non può essere la stessa adottata in primavera, l'Italia è in una situazione diversa rispetto a quella di marzo, anche se questa situazione si sta rivelando molto critica", ha spiegato il premier Giuseppe Conte illustrando alla Camera le misure adottate nell'ultimo Dpcm. "Le scelte compiute fino ad oggi - ha poi continuato - ci consentono di evitare chiusure generalizzate e diffuse sul tutto il territorio nazionale". Non la pensano così i 250 accademici che fanno parte di Lettera150. Tra questi c'è anche Andrea Crisanti, il microbiologo che ha affrontato, al fianco del governatore Luca Zaia, l'emergenza Covid in Veneto. A fine agosto aveva presentato al governo un piano che prevedeva il "tracciamento automatico di tutti gli appartenenti agli ambienti di vita dei positivi" e "tamponi diffusi, fino a 400mila al giorno se necessario, per spegnere sul nascere i focolai". È rimasto lettera morta, probabilmente chiuso in un cassetto.

La condizione della terapie intensive

"Ora a distanza di quasi tre mesi vengono emanati nuovi decreti del presidente del consiglio, destinati ad impattare sulla nostra qualità della vita e sulle nostre attività lavorative", ha denunciato Crisanti criticando apertamente l'esecutivo. "Ancora una volta si persiste nell'errore di non chiedersi come, ridotto il contagio con misure progressivamente restrittive, si faccia a mantenerlo a livelli bassi. La mancata risposta a questa domanda ci condannerà a una altalena di misure restrittive e ripresa di normalità che avrà effetti disastrosi sull'economia, l'educazione e la vita di relazione". Ancora una volta i numeri ci aiutano a porci delle domande: perché in agosto, quando i contagi da tracciare erano pochi e si poteva più facilmente risalire a tutti i contatti stretti, ci si limitava a fare sì e no 50mila tamponi al giorno? È vero che negli ultimi giorni abbiamo avuto un'esplosione di nuovi casi, ma è anche vero che abbiamo più che triplicato il numero dei test. L'altro ieri, tanto per intenderci, ne abbiamo fatti 177mila. Lo scorso 27 marzo, quando si toccarono 6mila contagiati e quasi mille morti, facevamo sì e no 33mila tamponi. Un abisso che non permette di confrontare le due situazione. Anche l'allarmismo sulle terapie intensive non sembra giustificato. Il viceministro Pierpaolo Sileri ha fissato il punto di non ritorno a 2.500 letti occupati. Ma quanti sono in totale i posti letto? Prima della pandemia se ne contavano 5.179 ma in seguito al decreto Rilancio c'è stata una spinta ad aumentarli. L'obiettivo è di arrivare già nei prossimi mesi a 8.732. Per ora, però, i medici possono contare su 6.628 posti. "Ad oggi quelli quelli già occupati sono circa il 15%", si legge nel report settimanale del commissario straordinario Domenico Arcuri. "Questa percentuale scende all'11% - si sottolinea nel report - con gli ulteriori 1.660 posti letto attivabili con i ventilatori già distribuiti alle Regioni".

Un'emergenza evitabile?

Se durante la prima fase della pandemia ci siamo fatti trovare impreparati anche per colpa dei ritardi del governo cinese e dell'Oms, ora il governo Conte avrebbe avuto tutte le carte in regola per tentare di parare il colpo. Così non è stato. Da settimane assistiamo a una chiamata alle armi che ci fa ripiombare a sei mesi fa. Si è partiti con il coprifuoco e già si parla di lockdown. Il messaggio che trapela è il seguente: preparatevi a passare un Natale da reclusi. La sensazione, come documentato da Crisanti, è che il premier non abbia altre carte da giocarsi. Ancora una volta le misure restrittive andranno a sopperire all'incapacità di gestire l'emergenza. Un'emergenza che, è bene ricordarlo all'infinito, era già scritta. Perché, per esempio, non si è corsi per tempo ad assumere medici e infermieri per far fronte alla seconda ondata? Perché non si è fatta incetta di vaccini antinfluenzali in modo da evitare che i malanni di stagione non vengano scambiati per Covid? E ancora: perché non sono stati tracciati i positivi quando era ancor più utile farlo? Perché non è stato implementato il protocollo di cura domiciliare, come richiesto da moltissimi medici clinici ospedalieri? Viene quasi il sospetto che un certo allarmismo venga usato per coprire le mancanze di un esecutivo all'ultima spiaggia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mark_mark

mark_mark

Ven, 23/10/2020 - 13:46

sale il cdx, aumenta l'emergenza, sale il pd, diminuisce l'emergenza

ExOccidenteLux

Ven, 23/10/2020 - 13:50

82 anni è anche l'aspettativa di vita in Italia. La "pandemia" è essenzialmente la vita che segue il suo corso. Combattere il covid è un neologismo per la vecchia ricerca dell'acqua della vita, del Santo Graal, insomma dell'immortalità.

maurizio-macold

Ven, 23/10/2020 - 13:53

Col senno di poi .... ! Mesi fa questo giornale tacciava il governo di eccessivo rigorismo e dava spazio a chi parlava di violazione della costituzione, di privazione della liberta', e quant'altro. Adesso da' spazio a chi minimizza sull'attuale emergenza, ad esempio si enfatizza sulla disponibilita' enorme di posti letto quando il vero problema e' la mancanza di medici ed infermieri. Ma che giornalismo e' questo ?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Ven, 23/10/2020 - 13:55

LORO PER SPAVENTARE CONTANO IL TOTALE MORTI, SE POI SONO UTRA-OTTANTENNI I GIOVANNI SI SENTIRANNO SEMPRE PIU' LIBERI DI CONTAGIARE, TANTO FORTUNATAMENTE IL VIRUS A LORO LI SFIORA APPENA

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 23/10/2020 - 13:55

....cosa ho sempre scritto io?

titina

Ven, 23/10/2020 - 14:05

xExOccidenteLux. Sono morte anche persone meno anziane.

Nes

Ven, 23/10/2020 - 14:06

I tamponi costano al privato 90 euro e se lo stato volesse estenderlo a tutta la popolazione (60 mlioni) a quel prezzo, secondo me, ci vorrebbero almeno 5 miliardi di euro e ciò non é possibile, anche se il prezzo scendesse intorno a 20 euro per un solo tampone occorrerebbero più di un miliardo. Però, 400000 mila tamponi giornalieri richiesti dal Crisanti, la spesa era sostenibile in milioni di euro annui e non miliardi, quindi perché non si sono fatti non si sa. I tracciamenti quando l'infezione si estende a una notevole fascia di persone, non sono più praticabili e pertanto, ricorrono parziale chiusure per far scendere la "curva". In tutto ciò si denotano, come sempre, ritardi ingiustificabili.

Indifferente

Ven, 23/10/2020 - 14:06

L'unico dato su cui non si può barare è il totale dei decessi, qualunque sia la causa. Se il numero rimane stabile negli anni (malgrado l'invecchiamento generale della popolazione) allora stiamo parlando di nulla. Un virus può essere certamente un acceleratore per alcuni, ma se restiamo sul generale e non sul particolare allora l'emergenza è mediatica non reale. E comunque il PdC diceva a gennaio "siamo prontissimi", quindi perchè preoccuparsi? Era una bugia?

Marzo-2020

Ven, 23/10/2020 - 14:09

Tutto questo solo per salvare a tutti i costi la vita degli Over 80 !! Io sono senza soldi, nel momento stesso in cui viene annunciato un nuovo confinamento, pretendo 1500 euro accreditati sul conto, magari prelevandoli direttamente dalle pensioni delle persone per cui ci stiamo sacrificando !!

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Ven, 23/10/2020 - 14:12

@titina ma le ragioni, quelle vere, non le sa nessuno e nessuno andrà mai ad indagare.

ExOccidenteLux

Ven, 23/10/2020 - 14:12

@maurizio-macold Un giornalismo che ancora non ha il coraggio di attaccare frontalmente i terroristi come te. Ma se continuerete a tirare la corda, si spezzerà.

fabioerre64

Ven, 23/10/2020 - 14:20

@maurizio-macold, se non ti piace quello che scrive questo giornale puoi evitare di leggerlo e di postare commenti, puoi sempre leggere Repubblica così ti ritrovi insieme ai tuoi compagni catastrofisti.

guidom.

Ven, 23/10/2020 - 14:24

E' inutile dettare delle regole con DPCM o altri mezzi se poi non si fanno rispettare. In Italia in primis è arcinoto che si può fare ciò che si vuole, tanto le probabilità di essere sanzionati sono prossime allo zero. E' inutile lamentarsi adesso di coprifuochi, chiusure e lockdown. Sono state rispettate le indicazioni quest'estate? Ancora adesso quante sono le persone che non indossano la mascherina?, che non mantengono le distanze?, ecc..?. Ormai si confonde la democrazia dove le regole vengono decise dalla maggioranza e DEVONO essere rispettate da tutti, con quella che è anarchia in cui in nome di una falsa democrazia si pensa di avere il diritto di fare ciò che si vuole. Per cui l'unica soluzione è quella di dettare delle regole serie e poi farle rispettare mobilitando tutte le forze dell'ordine e se non basta anche l'esercito, sanzionando senza se e senza ma chi trasgredisce, in modo che le possibilità di farla franca siano prossime allo zero.

ExOccidenteLux

Ven, 23/10/2020 - 14:25

@titina Sì, come ogni tanto muoiono adolescenti di infarto. E allora?

maurizio-macold

Ven, 23/10/2020 - 14:26

@ ExOccidenteLux (14:12). Non si puo' cavare sangue da una zucca, e lei ne e' il classico esempio. Sto facendo una raccolta dei suoi post ed un giorno la pubblichero': nel frattempo quando sono di cattivo umore leggo le sue panzane. Grazie.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 23/10/2020 - 14:28

Articolo centrato in tutti i punti:approvo,acconsento,l'ho detto anch'io e lo ribadisco:è del tutto inutile tracciare la popolazione con centinaia di migliaia di tamponi;invece bisogna concentrarsi sulle fasce più deboli e con più patologie! La ricetta giusta era incentivare il numero delle terapie e dei reparti sub-acuti con moduli esterni alle strutture ospedaliere.Così facendo ci sarebbe stato un percorso solo per covid e le strutture ospedaliere non sarebbero state saturate e avrebbero gestito la routine ospedaliera per altre patologie,non meno importanti. PS:il governo si sarebbe già dovuto attivare ad assumere personale specializzato e non usare quello già presente nei reparti. Tutto questo non è stato fatto e ne stiamo pagando le conseguenze:"CHIUDERE,CHIUDERE,CHIUDERE"questo è il motto del governo mentre gli esercenti della ristorazione dopo aver usato i protocolli dei Dpcm subiscono oltre il danno la beffa della chiusura.

Ritratto di Loudness

Loudness

Ven, 23/10/2020 - 14:28

titina 14:05 Come sempre da che esiste l'uomo, muoiono i vecchi e pure i bambini.

stefano.f

Ven, 23/10/2020 - 14:32

Interessante il ripristino delle sirene ambulanze accese anche quando non dovrebbero esserle. Così in effetti fanno più clima emergenza....a questo si arriva...

Savoiardo

Ven, 23/10/2020 - 14:39

Fate/riconvertite Ospedali di malattie infettive (per ora covid19) , fate fate le visite mediche DOMOCILIARI,comprate autorespiratori e cio' fatto laciateci MORIRE in paceine. PER OGNI ESSERE VIVENTE " SORA MORTE CORPORALE" e' inevitabile. Ma NON fateci morire di FAME.

Albius50

Ven, 23/10/2020 - 14:39

UNA COSA è DA CHIARIRE IL 98% DEI MORTI X COVID SONO EX PENSIONATI INPS SE POI TENIAMO ANCHE IN CONSIDERAZIONI ANCHE QUANTO RISPARMIERA' LA SANITA' PUBBLICA, SI SCOPRE CHE LA SECONDA ONDATA DEI MORTI SARA' COME FECERO I NAZISTI CON GLI EBREI LORO USAVANO IL GAS ORA SI UTILIZZA IL COVID.

Jon

Ven, 23/10/2020 - 14:45

MA QUALE TRACCIAMENTO..Ma quali negazionisti...Untori sono i Media, al Governo pagati dalla FMI per fare il Lockdown..!! Ma chi certifica i decessi senza autopsie?? Tutti i morti di altre complicanze sarebbero spariti.. Articoli devianti.. SONO DPCM ILLEGALI CONTRO LA COSTITUZIONE..LA SI LEGGA. La Sanita' e' morta, la paghiamo per nulla. Fatevi ricoverare poi capirete.

Malacappa

Ven, 23/10/2020 - 14:45

Che strano ora in Italia si muore solo ed esclusivamente di covid e basta con ste panzane

Indifferente

Ven, 23/10/2020 - 14:55

@malacappa: e meno male! vorrà dire che, risolto il problema covid, non si morirà più. Nemmeno per vecchiaia. Nemmeno per incidente o per omicidio... Lo dicono gli esperti, quelli che erano prontissimi già a gennaio..quelli osannati dall'OMS (o solo da Ricciardi se si fa ciò che dice lui?)..quelli che "meglio di noi, in europa, non fa nessuno" (perchè limitarsi? mondo, galassia, universo..su, coraggio, espandete gli orizzonti).

ExOccidenteLux

Ven, 23/10/2020 - 14:56

@maurizio-macold Rispondi nel merito o taci. E tieni per te le tue manie sulla mia persona, non mi interessano.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Ven, 23/10/2020 - 15:04

marzo-2020 14:09 premesso che non sono over 80 e comunque è gente che è stata spolpata in 40 anni di lavoro da tasse e contributi vari allo Stato, le auguro di non arrivare all'età che lei disprezza alfine di evitare che, un domani, ci sia gente che possa sacrificarsi per dare la pensione a uno come lei.(si faccia vedere, c'è qualcosa che non funziona nel suo "cervello")

Italy4ever

Ven, 23/10/2020 - 15:06

Non sono un negazionista, il virus esiste e si propaga. Ma non si deve neppure essere catastrofisti, altrimenti tanto vale buttarsi da una finestra invece che attendere inesorabilmente la morte da Covid. Ritengo che i dati siano ingranditi e sfalsati soprattutto per fare in modo di ingabbiare la gente. Concordo con Malacappa, alla fine dell'anno avremo trovato la cura per non morire di cancro... Tutti Covid.

maurizio-macold

Ven, 23/10/2020 - 15:08

@ ExOccidenteLux (14:56). Le ripeto: non si puo' cavare sangue da una zucca, e lei ne e' il classico esempio. Una curiosita': ma quale sarebbe il "merito" dei suoi post, perche' leggo solo insulsaggini. Una richiesta: per oggi la smetta di scrivere post perche' la cartella dove li conservo sta scoppiando.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 23/10/2020 - 15:12

Comunque smettiamola di chiamare "Negazionisti" chi non è in linea col pensiero unico.Stiamo parlando di una fascia debole,quella oltre gli 80 anni,colpita nuovamente e duramente dal virus. Non si nega l'esistenza del virus ma come tutte le forme influenzali e parainfluenzali il Covid19 ha le sue caratteristiche virulente e letali:colpisce gli anziani con più patologie croniche e pregresse e da sintomi più o meno lievi nelle fasce più giovanili. Rari i casi di decessi in fasce diverse da quella su citata.SEGUE...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 23/10/2020 - 15:13

PROSEGUE....Altro che negare,bisogna salvaguardare le fasce più deboli in strutture specializzate esterne e non in ospedale convertendo interi reparti in covid.Si sarebbero salvaguardati tutti,a prescindere,ciò non è stato fatto per eccessiva oziosità del governo che si è troppo barcamenato in sussidi non utili alla popolazione:la priorità era dare un assetto organizzativo alle strutture ospedaliere e al personale,che purtroppo manca.Il governo è reo dei morti e si sta salvaguardando ancora una volta chiudendo tutto per non aver fatto nulla per evitare tale chiusura. Si spera che la magistratura(quella non di parte) si attivi a rimuovere questo governo dannoso per la salute e l'economia.

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Ven, 23/10/2020 - 15:16

Ma il covid cinese, è sparito! Curioso,in RPC la stampa e imedia in genere son tacitati e se sparano numeri di procurato allarme, vengono chiusi. Poi la magistratura è quello che è. Non cede alla piazza e non accetta la pratica dei risarcimenti e via dicendo. Insomma un altro mondo. Qui da noi si salvi chi può, siam strapazzati da giornali scoop che hanno trovato nel covid un filone d'oro. C'è però rabbia che si sta trasformando in cattiveria e cinismo, tipo muoiono gli ultraottantenni? Chi se ne frega.!Si dice a Roma "a chi tocca tocca e non si ingrugna". Ohibò

ExOccidenteLux

Ven, 23/10/2020 - 15:22

@maurizio-macold Vedo che non hai capito. Impara a: 1) rispondere nel merito; o, in alternativa: 2) tacere se non hai niente da contribuire. Inoltre, come ti ho già detto, il tuo evidente feticismo per me è una questione privata. Tienila per te.

IronHandIronHead

Ven, 23/10/2020 - 15:22

Era ora! Un bel articolo. Bastava leggere i dati ISTAT e ISS. Se la media delle persone decedute di COVID ha 82 e l'aspettativa di vita è di 81 per gli Uomini e 85 per le donne, il COVID sta facendo quello che faceva la Morte prima del COVID. Aggiungere che 29000 decessi sono legati a patologie pregresse, forse autorizzerebbe ad essere un po' più scettici verso tutto questo allucinante allarmismo. Per altro la Libertà non è scambiabile con la Salute. Chi lo dice vi racconta una panzana. La Libertà per l'essere umano e per ogni essere vivente (virus compresi) è l'essenza della Vita. Infatti l'Uomo è dotato di Libero Arbitrio!

Calmapiatta

Ven, 23/10/2020 - 15:24

@maurizio-macold non vi stufate mai della sterile polemica. Si può sapere, invece, cosa ha fatto il governo in questi mesi per prepararsi a questa seconda, prevista e attesa ondata? Niente di niente. Questi sono i fatti. della sterile polemica non men faccio niulla.

IronHandIronHead

Ven, 23/10/2020 - 15:32

Bene vedo che la mancanza di un approccio scientifico e quindi doverosamente scettico alberga in alcuni professionisti del catastrofismo iperuranico. Questi sono convinti che gli uomini possano fermare un virus. Basta astenersi. Astenersi dal vivere. Chiusi in bolle pneumatiche. Ma poi, non appena si esce dalle bolle, il virus è lì che aspetta. Persino l'OMS ha dichiarato che i lockdown sono misure estreme e che servono solo a garantire più tempo per organizzarsi. Ma se chi deve organizzare (Governo/Regioni) dorme e non predispone terapie di prossimità e terapie intensive, i Lockdown sono pure superc..organizzative e anti-Costituzionali (Cassese)

ulio1974

Ven, 23/10/2020 - 15:44

maurizio-macold 13:53: hai delle difficoltà di comprendonio, mi pare. A me sembra che questo giornale, invece,critichi il basso numero di terapie intensive (ancora solo 6600 anzichè 8700). Eppoi scrivi: " Mesi fa questo giornale tacciava il governo di eccessivo rigorismo e dava spazio a chi parlava di violazione della costituzione...Adesso da' spazio a chi minimizza sull'attuale emergenza": ma non è la stessa cosa???

BEPPONE50

Ven, 23/10/2020 - 15:46

Ci sono i governatori ci sono le asl QUESTE COSA HANNO FATTO NIENTE DI NULLA

ulio1974

Ven, 23/10/2020 - 16:00

ma se un ristorante od un altro esercizio in generale si attiene perfettamente alle regole ma lo obbligano comunque a chiudere, chi è che lo risarcisce?? A logica, lo Stato perchè incapace di garantire la salute pubblica.

ilrompiballe

Ven, 23/10/2020 - 16:05

marzo 2020 : sono uno di quegli ottantenni dei quali tanti sembrano preoccuparsi (a parole). Una cosa Le posso dire : la mia generazione ha partecipato alla ricostruzione dell'Italia in quindici anni (1945-1960) con sacrifici oggi non immaginabili. Ma questo è stato possibile solo perché forse eravamo un po' analfabeti, ma imbecilli no.

maurizio-macold

Ven, 23/10/2020 - 16:05

Signor ULIO1974 (15:44), confermo che se non siamo riusciti ad arginare il covid dobbiamo prendercela con quanti ne hanno sottovalutato la pericolosita' o addirittura ne hanno negato l'esistenza. E mi riferisco a questo giornale ed ai partiti politici di destra che hanno sempre criticato le decisioni del governo parlando addirittura di privazione delle liberta' individuali, di mancato rispetto della costituzione, ecc, cavalcando il malumore della gente per meri scopi elettorali. Il risultato e' che il virus ha continuato a diffondersi e considerato che stiamo entrando nell'inverno la vedo molto brutta.

maurizio-macold

Ven, 23/10/2020 - 16:07

@ fabioerre64 (14:20). Lei deve imparare l'educazione ed in ogni caso io leggo i giornali che mi pare.

sarascemo

Ven, 23/10/2020 - 16:16

Si parla solo di decessi, di neoevoluzionismo, e di percentuali, ma nessuno si azzarda a ricordare le conseguenze sulla salute dei malati guariti, alcuni con consistenti e irreversibili danni ai polmoni. Io, come tanti, "il mondo lo divido sempre in due categorie, quelli che dividono il mondo in due categorie e quelli che non lo fanno" (citazione).

IronHandIronHead

Ven, 23/10/2020 - 16:51

Rammento a tutti che: il virus è partito, come sempre, dalla Cina. Da sempre i virus e le epidemie partono da est e vanno ad ovest. La Cina ha nascosto le cause, le proporzioni e le cure. Forse adesso la Cina sta nascondendo i veri numeri. La Cina non ha condiviso i risultati delle autopsie. In Italia la Speranza della Salute, da Fazio, sosteneva bellamente che non c'erano problemi, Zinga e Sala brindavano con i Cinesi e il Cinese del Colle andava a vistare scuole cinesi....Chi era il negazionista? Chi ha negato la possibilità di fare autopsie ai medici? Purtroppo l'angoscia televisiva vi ha mangiato i neuroni. Andate in bici, andate a correre all'aria aperta, nuotate. Solo l'ossigeno vi può salvare dall'essere coxxti dal Mainstream. Poi ditemi se Conte potrebbe mai correre una maratona.

Carcarlo

Ven, 23/10/2020 - 16:57

sarascemo Ven, 23/10/2020 - 16:16. Vero e carina la citazione.

jaguar

Ven, 23/10/2020 - 17:23

maurizio-macold, perchè dare la colpa alla destra se al governo c'è la sinistra? In fin dei conti l'opposizione ha fatto il suo lavoro, impossibile trovare un governo che vada d'amore e d'accordo con gli avversari politici, anche in caso di pandemia.

maurizio-macold

Ven, 23/10/2020 - 18:31

Signor JAGUAR (17:23), si DEVE fare opposizione in maniera intelligente e VERAMENTE PROPOSITIVA quando di mezzo c'e' la salute della gente. Non ha senso essere contrari a prescindere a qualsiasi provvedimento del governo.

samdecket

Ven, 23/10/2020 - 18:33

Il problema sono i posti ordinari covid non quelli di terapia intensiva. Quanti ce ne sono quanti sono occupati? Da me il reparto di infettive è pieno e le tende covid anche.

ilrompiballe

Ven, 23/10/2020 - 18:45

maurizio-macold: in genere la responsabilità compete a chi ha la pretesa di governare. jaguar: ci sono momenti, nella storia di una nazione, in cui sarebbero necessari uomini capaci di guardare all'interesse nazionale e non ai sondaggi. Gente del genere non ne vedo, perché il livello generale è medio-basso.

MALENNIO

Ven, 23/10/2020 - 19:20

Salve maurizio-macold...giusto per ricordarle che sulla non correttezza costituzionale del ricorso reiterato ai DPCM si sono espressi il presidente della repubblica,la presidentessa della corte costituzionale Marta Cartabia e il costituzionalista Sabino Cassese,quindi il fior fiore della destra...ma non hanno alzato la voce più di tanto,chissà perchè ? Mi domando spesso cosa sarebbe successo se le stesse decisioni di questo governo le avesse prese il precedente governo,col famigerato Salvini a dirigere il lockdown....Confessi lealmente,maurizio-macold,non sarebbe sceso in piazza con i suoi compagni a protestare contro un attentato alla democrazia ? lasci stare gli accidenti,in cui sono bravi tutti ,e dia una risposta sincera.

Marzo-2020

Ven, 23/10/2020 - 19:39

emmepi1: Non ci tengo proprio ad arrivare a quell'età per essere sopportato da tutti. Probabilmente con il disastro economico che viene generato per salvare i PIU' VECCHI, io e molti altri di fronte all'indigenza dovremmo pensare seriamente a darci una soluzione finale... Se vivrei in un paese serio e organizzato come la Germania la penserei in modo diverso !!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 23/10/2020 - 20:05

BEPPONE50 Ven, 23/10/2020 - 15:46 Esatto ,lo vada a dire al governo dove ha indirizzato i 100 miliardi da inizio pandemia.