Cronaca internazionale

Elon Musk fa il paladino della libertà di parola. "Se vi licenziano per un like, vi pago il legale"

Dopo la trovata della spunta blu, il patron di X si inventa l'avvocato gratis

Elon Musk fa il paladino della libertà di parola. "Se vi licenziano per un like, vi pago il legale"

Ascolta ora: "Elon Musk fa il paladino della libertà di parola. "Se vi licenziano per un like, vi pago il legale""

Elon Musk fa il paladino della libertà di parola. "Se vi licenziano per un like, vi pago il legale"

00:00 / 00:00
100 %

Solo un anno fa Twitter era un social molto frequentato e Elon Musk il genio di Space X. Da quando ha comprato Twitter per 44 miliardi se ne inventa una al giorno, non ne imbrocca una: dalla spunta blu a pagamento (ormai se vedete uno con la spunta blu è uno qualsiasi) al mandare a quel paese tutti gli investitori, e infine tagliare a tutti l'uccello di Twitter, che non si chiama più Twitter ma X. Chi l'avrebbe mai detto che lanciare e far riatterrare da solo un razzo e riportare la Nasa nello spazio (enorme impresa di Elon), o rendere internet disponibile ovunque grazie a Starlink, fosse più facile che gestire un social.

Per farla breve, siccome con Twitter non gliene va bene una, ieri si è svegliato con in testa con un'altra idea meravigliosa (come il Cesare Ragazzi degli anni Ottanta): se siete licenziati o avete problemi con il vostro datore di lavoro per qualcosa che avete scritto su Twitter (pardon, su X), ci pensa lui a pagarvi tutto. Avete capito bene. Il suo comunicato dice letteralmente così: «Se sei stato trattato ingiustamente dal tuo datore di lavoro a causa della pubblicazione o del gradimento di qualcosa su questa piattaforma, finanzieremo le spese legali».

Ha anche specificato: «Nessun limite. Fatecelo sapere». Nessun limite (boh). Fatecelo sapere (come? Altro boh). Essendo un social mondiale in quale modo Musk metterebbe a disposizione i suoi legali? E quando arriveranno migliaia o centinaia di migliaia di richieste di assistenza da ogni paese, come le verificherà, se non riescono neppure a gestire quello che avviene sulla loro stessa piattaforma? Come fare a ottenere i soldi non è specificato, e credo non lo sarà mai. L'importante è che ne stiamo parlando, e va bene anche per apparire uno che tutela la libertà di espressione di ogni cittadino della Terra e dello spazio. Tipo: uno lavora a McDonald's, viene licenziato, ma se prima aveva scritto su X «Il Big Mac è una merda» arriva Elon con i suoi avvocati. Sperando che non compri direttamente McDonald's, altrimenti sarebbe lui a licenziarlo.

Ricordiamoci che, appena entrato in possesso di Twitter, Musk ha licenziato 6.500 persone da un giorno all'altro. Il loro guaio è che non avevano scritto niente contro Musk prima del licenziamento (non avranno fatto neppure in tempo). Fossi tra i dipendenti rimasti scriverei qualche tweet (o qualche x, o xata, o caxata: come si chiama ora un tweet visto che non è più Twitter?) contro Elon Musk, come polizza assicurativa. In caso di licenziamento le spese per fargli causa gliele pagherà lui (ma a Roma direbbero: ciao core). Che dire? Aspettiamo con ansia la prossima mossa.

Commenti