Giorgia Meloni attacca Conte: "Deriva autoritaria e liberticida"

Pesantissimo attacco della leader di Fratelli d'Italia contro il presidente del Consiglio, che questa mattina si è ancora una volta rifiutato di far votare il Parlamento, limitandosi ad una semplice informativa in vista del prossimo consiglio europeo: "Deriva autoritaria e liberticida"

Una frattura ormai insanabile quella fra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed i partiti appartenenti all'opposizione Lega e Fratelli d'Italia. Già questa mattina la tensione è stata altissima, quando il premier ha raggiunto la Camera dei Deputati per leggere la sua ennesima informativa.

Un fatto, questo, che ha mandato su tutte le furie gli avversari politici, che si aspettavano invece di potersi esprimere mediante voto sul prossimo consiglio europeo in programma per questo venerdì. Una possibilità che è stata ancora una volta negata al Parlamento, malgrado quanto stabilito dalla legge 234 del 24 dicembre 2012. Da qui la decisione di abbandonare l'Aula come segno di protesta.

"Noi di Fratelli d'Italia siamo rimasti fuori dall’Aula come segno di protesta per la sua decisione di mortificare ancora una volta il Parlamento e svilirne il ruolo. È evidente che Lei, Presidente Conte, non teme il voto dell’opposizioni ma della sua stessa maggioranza. Da mesi ormai, un Governo che non ha alcuna legittimazione popolare, continua ad andare avanti con la decretazione d’urgenza. Per quanto ancora volete fuggire?", è il duro attacco lanciato questo pomeriggio da Giorgia Meloni sulla propria pagina Facebook. "Oggi Fratelli d’Italia si è rifiutato di rendersi complice dell’ennesima violazione da parte del Governo Conte delle norme della Repubblica e delle dinamiche istituzionali della nostra democrazia. La Legge 234/2012 prevede espressamente all’articolo 5 che per 'ogni iniziativa volta alla conclusione di accordi tra gli Stati membri dell'Unione europea (...) che producano conseguenze rilevanti sulla finanza pubblica (...) il Governo assicura che la posizione rappresentata dall'Italia nella fase di negoziazione degli accordi tenga conto degli atti di indirizzo adottati dalle Camere'. Non c’è alcun dubbio interpretativo, la legge è chiarissima", ha proseguito la leader di Fratelli d'Italia.

Le accuse nei confronti del presidente del Consiglio sono pesantissime. "Conte e il Governo, per trattative sulle misure europee per fronteggiare la crisi causata dal Covid, deve tenere conto degli atti di indirizzo del Parlamento. Invece Conte ha deciso ancora una volta di calpestare la legge e si è presentato in Parlamento solo per una informativa senza consentire al Parlamento di votare gli atti di indirizzo. Una deriva autoritaria e liberticida che non possiamo avallare e che ci ha costretti ad abbandonare l’Aula durante l’ennesimo show di Conte. Possibile che i presidenti di Camera e Senato subiscano queste umiliazioni in silenzio?", ha aggiunto la Meloni, che si è poi soffermata sulle difficili condizioni in cui si trovano coloro che ancora aspettano la cassa integrazione. "Il Governo reintroduce l’obbligo di contrattazione sindacale che il Parlamento aveva tolto dal decreto Cura Italia grazie alle battaglie di Fratelli d’Italia. Così, invece di ridurre i tempi, aggiungono lungaggini e burocrazia. Ripresenteremo l'emendamento e vedremo chi farà gli interessi dei cittadini e chi quelli dei sindacati", ha dichiarato, decisa a dare battaglia.

A criticare pesantemente il comportamento delle opposizioni i rappresentanti del Movimento CinqueStelle. "Crediamo che da questa crisi possa nascere una grande opportunità. In questa pandemia, l'Italia della politica ha fatto scelte coraggiose anche se i primi a sperare nel fallimento del Paese sono stati Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Un'opposizione che non è all'altezza di questo tragico momento", ha affermato in Aula Filippo Scerra, portavoce grillino alla Camera. "Per tre mesi hanno continuato con le notizie false, destre sovraniste che vogliono affossare gli interessi del nostro Paese. Queste opposizioni pur di inseguire i consensi sono disposte a sacrificare tutto perfino l'interesse del Paese. Dal Papeete in poi gli italiani però hanno capito".

Un intervento, quello di Scerra, immediatamente ripreso dalla presidente di Fratelli d'Italia. "Giuseppe Conte lascia per qualche ora la 'Villa dei Famosi' per fare il suo monologo in Parlamento e va in scena lo stesso gioco delle parti che abbiamo visto sull'informativa dell'emergenza Covid: il premier recita la parte dello statista illuminato, responsabile e dialogante mentre il suo braccio armato, il M5S, si mette di nuovo all'opera e attacca duramente le opposizioni, accusandole di ogni nefandezza possibile e immaginabile", ha commentato la Meloni. "Una strategia della tensione alla quale non parteciperemo, per rispetto dell'Italia e delle risposte che aspetta. Continueremo a fare le nostre proposte, a offrire soluzioni, e a dire la nostra sulle mancanze di questo Esecutivo. Saranno gli italiani a giudicare".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/06/2020 - 18:07

Ha ragione la Meloni. I sinistri per molto meno avevano accusato e insultato Berlusconi prima, Salvini poi, con epiteti gravissimi e minacce di morte. Che coraggiosi...i conigli rossi.

fibonacci

Mer, 17/06/2020 - 18:10

L'onorevole Scerra afferma: Gli italiani hanno capito dal Papeete. Come fa a dirlo? Ha interpellato qualche mago per avere lumi? Gridavano : Libertà, Libertà. Ma quale? quella basata sulla loro volontà di restare attaccati alla poltrona, nonostante non abbiano più l'avallo del popolo se non affidandosi alla memoria del dato scaturito dall'ultima elezione. Sembra che gli ubriachi del Papeete siano loro, non altri. Se amano la libertà e non ne hanno paura, ci facciano votare, poi, chi avrà l'avallo popolare potrà dire legittimamente di parlare a nome e nell'interesse del Popolo Italiano.

Brutio63

Mer, 17/06/2020 - 18:43

Brava Giorgia Meloni! Hai detto il vero siamo in democratura, usano il DPCM fonte di secondo grado che non passa dal parlamento e dal presidente Mattarella! Storpiano a piacimento le regole, un governicchio da grande fratello di buoni a nulla capaci di tutto pur di non far votare liberamente e democraticamente gli Italiani!

Calmapiatta

Mer, 17/06/2020 - 18:46

La vera preoccupazione è legata al fatto che costoro, come hanno già abbondantemente dimostrato, sono disposti a qualunque cosa pur di non mollare la poltrona. Qualunque cosa.....

Carcarlo

Mer, 17/06/2020 - 18:57

@fibonacci: "Gli italiani hanno capito dal Papeete. Come fa a dirlo?" non ti sembra che la lega da agosto 2019 sia in evidente calo? Non ci vuole una sfera di cristallo. Poi, tranquillo nel 2023 si andrà a votare, come previsto dalla Costituzione. In bocca al lupo!

Demolibero67

Mer, 17/06/2020 - 18:58

Art. 234 del 24/12/2012 esattamente: Il governo assicura la posizione rappresentata dall'Italia nella fase di negoziazione degli accordi di cui al COMMA 1 tenga conto degli atti di indirizzo adottati dalle Camere. COMMA 1: Il Governo informa tempestivamente le Camere di ogni iniziativa volta alla conclusione di accordi tra gli Stati membri dell'Unione europea che prevedano l'introduzione o il rafforzamento di regole in materia finanziaria o monetaria o comunque producano conseguenze rilevanti sulla finanza pubblica. Ora se la Meloni ha ragione in quanto non c'è nessun dubbio interpretativo ed era obbligatorio votare più che deriva autoritaria è abuso di potere. Mi intriga comunque la definizione "deriva autoritaria", credo che sia la solita querelle parlamentare sfociata nella classica bagarre.

zen39

Mer, 17/06/2020 - 19:02

Le voglio bene cara Giorgia. Ma ce ne voluto del tempo per capire che il governo tutto fa solo finta di governare ma scientemente porta avanti un progetto per la riduzione in schiavitù della parte produttiva del paese portandolo alla fame. Non vedete che nonostante tutte le vostre richieste di collaborazione vi ignorano e passano all'accusa della vostra scarsa responsabilità ? Il paese se lo vogliono vendere. Ai "comunisti" (ivi comprese le stelle cadenti che altro non sono) basta il posto fisso nell'amministrazione pubblica e istituzioni varie. Evidentemente sanno chi darà loro lo stipendio visto che le imprese saranno sul lastrico. L'opposizione mi appare piuttosto ingenua. E' da tanto che vi stanno prendendo in giro. Se a governare foste voi in piazza ci sarebbero le barricate. Temo però che sarà il popolo stesso a farlo fregandosene dei partiti di qualsiasi colore. La storia insegna.

Ritratto di HARIES

HARIES

Mer, 17/06/2020 - 19:04

La Meloni ha ragione, ma se la Lega dice sempre le stesse cose e Forza Italia si barcamena, c'è poco da attaccare. Gli interventi dei leader del centrodestra, in parlamento e sui media, dovrebbero essere più pacati ma molto più incisivi e pungenti. Ma soprattutto evitando le affermazioni totalmente esagerate sui dati, dati che poi vengono smentiti dal Governo o dalle istituzioni. E soprattutto non banalizzare con "frasette" gli atteggiamenti del Governo, perchè in questo modo la "ridicolizzazione" gioca a sfavore di chi la vuole a tutti i costi additare.

Korgek

Mer, 17/06/2020 - 19:09

Carcarlo, sebbene la Lega sia in calo, FDI è in aumento. Dato che la Lega è su posizioni più moderate di FDI, molti sentono l'emergenza di una destra meno centrista per combattere più tenacemente questo sgoverno pidiota grilloide dove il Conte Fracchia sta scherzando già da alcuni mesi con il fuoco. Forse tu non ti stai accorgendo di dove sta andando il Paese.

Nes

Mer, 17/06/2020 - 19:16

Ha pieni poteri, lui può, quelli sbandierati da Salvini erano solo un pretesto per le accuse della sinistra

Nes

Mer, 17/06/2020 - 19:19

La pandemia gestita dalla maggioranza é stata tutt'altro che un successo ma una vero disastro sia sulla sanità che sulla economia, prendete esempio dalla Germania

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 17/06/2020 - 19:30

scerra cambia mestiere sei troppo ignorante, anche a te hanno inserito il disco e il solito ritornello, i grillini dicono tutti la stessa frase, sono stati indottrinati e hanno imparato a memoria il ritornello.

Duka

Gio, 18/06/2020 - 11:32

Meloni & Co. con i BLA BLA non andate da nessuna parte. Portate la gente in piazza ad oltranza se non volete la fine miserevole di questo paese.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 18/06/2020 - 13:43

Cara Meloni è inutile cercare di avere un dialogo con questa massa di allucinati:ci porti tutti in piazza a protestare!