"Noi e il nuovo premier...", "Regole non cambiano": scontro fra Gelmini e Meloni

Giorgia Meloni premier? La crescita di Fratelli d'Italia nei sondaggi fa sperare i suoi sostenitori. Il centrodestra frena e lei invoca le regole

"Noi e il nuovo premier...", "Regole non cambiano": scontro fra Gelmini e Meloni

L'ultimo sondaggio Swg per La7 ha certificato il sorpasso di Fratelli d'Italia ai danni del Partito democratico. La compagine di Giorgia Meloni è ora la seconda forza del Paese. Fratelli d'Italia è arrivato al suo massimo storico nelle preferenze di voto degli italiani e ora il nuovo scacchiere politico impone alcune riflessioni interne al centrodestra, dove si ragiona su quale potrebbe essere il premier in caso di elezioni. La cavalcata degli ultimi mesi di Fratelli d'Italia suggerisce un incremento delle possibilità in tal senso per Giorgia Meloni ma gli altri partiti della maggioranza frenano, in attesa di capire come si evolverà la situazione politica nei prossimi mesi.

Intervistata dal Corriere della sera, Mariastella Gelmini ha risposto a una domanda in merito alla possibilità di consegnare al presidente di Fratelli d'Italia la leadership del Paese: "Ho molta stima di Giorgia, donna in gamba che ha fatto un grande percorso. Ma la scelta di FI e Lega di rimboccarsi le maniche per tirar fuori il Paese dalla crisi, avrà un peso quando si dovrà individuare il candidato premier". Intervenuta nella trasmissione pomeridiana Oggi è un altro giorno, in onda su Rai1, Giorgia Meloni è tornata sull'argomento in risposta al ministro per gli Affari regionali: "Non so cosa intenda Mariastella Gelmini, secondo le regole che ci siamo sempre applicati in caso di vittoria del centrodestra il premier lo esprime il partito che nella coalizione ha preso più voti. Se le regole si vogliono cambiare, qualcuno si palesi, perché finora sono valse quelle regole lì".

Ovviamente si è ancora nel campo delle ipotesi ma la cavalcata di Fratelli d'Italia non è passata inosservata. Tuttavia, con l'attuale situazione, il premier spetterebbe alla Lega in quanto primo partito nelle intenzioni di voto degli italiani. Giorgia Meloni, quindi, durante l'intervista ha ricordato: "Noi non abbiamo mai chiuso la partita così. Non c'è mai stato un candidato premier prima che si iniziasse la campagna elettorale, si decide alla fine abbiamo detto, per cui è normale che ciascun partito dica 'vediamo'".

In un'intervista rilasciata da Lucia Annunziata in occasione della presentazione del volume autobiografico Io sono Giorgia, la Meloni si è sbilanciata: "Io mi preparo a governare la nazione. Ma per carattere non sono una che fissa degli obiettivi di tipo personale. Quando vedo i sondaggi che crescono, crescono, crescono so quali responsabilità questo comporta. Ma il punto d’arrivo non lo decido io". Parole ambiziose quelle di Giorgia Meloni, che hanno smosso le acque nel centrodestra. Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, ha commentato: "Mi pare veramente molto presto individuare il candidato premier. Probabilmente sarà fatto dopo le elezioni. Noi lavoriamo per vincere le elezioni. Se non le vinciamo è inutile esercitarsi nella ricerca del candidato premier. Si vedrà, l'importante è avere i voti".