"L'Ecotassa è punitiva". È scontro nel governo

Si riapre lo scontro sull'Ecotassa dentro il governo. I dissidi sulla tassa sulle auto bussano proprio al Ministero dell'Ambiente

"L'Ecotassa è punitiva". È scontro nel governo

Si riapre lo scontro sull'Ecotassa dentro il governo. I dissidi sulla tassa sulle auto bussano proprio al Ministero dell'Ambiente e ad aprirle è il sottosegretario della Lega Vannia Gava che commentando l'esordio della nuova imposta (che fa impennare i costi alcune auto) afferma: "Oggi dovrebbe partire l’ecotassa una misura sulla quale politicamente continuiamo ad avere fortissimi dubbi, perché la riteniamo punitiva ed ambientalmente non efficace".

Poi rincara la dose smontando il prvvedimento così tanto voluto dai Cinque Stelle: "Pensiamo che l’unica strada efficace ed intelligente verso la decarbonizzazione sia favorire la sostituzione delle vecchie auto, incentivando la rottamazione dei veicoli fino ad euro3". Le parole di Gava però non sono passate inosservate e così è scattato l'intervento del ministro Costa che di fatto ha frenato dopo le parole del sottosegretario: "Quella della Gava è una posizione personale legittima ma che ovviamente non rispecchia la volontà del governo, che si è già espresso sul tema nella sede opportuna ovvero in Parlamento, dove ha dato parere favorevole a quella norma". Insomma sull'ennesima tassa che colpisce le auto si riapre lo scontro nel governo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti