La Lega schiaccia il M5S. I grillini di governo ​​perdono Terni e Ragusa

Il faccia a faccia tra i due colleghi di governo, Lega e M5S, ha decretato un vincitore: i leghisti vincono a Terni mentri i grillini perdono pure Ragusa

La Lega schiaccia il M5S. I grillini di governo ​​perdono Terni e Ragusa

La Lega contro il Movimento Cinque Stelle. Lo scontro diretto tra i colleghi di governo ha un vincitore: il Carroccio di Salvini. Sono tutti i ballottaggi a vedere il partito di Salvini uscire rafforzato rispetto all'alleato pentastellato, costretto invece a subire due sconfitte che pesano. La prima, appunto, a Terni proprio contro il centrodestra. E l'altra a Ragusa, dove M5S dovrà lasciare la poltrona di sindaco dopo 5 anni di amministrazione grillina.

Nella seconda città umbra il candidato di centrodestra Leonardo Latini ha letteralmente asfaltato il rivale a Cinque Stelle, conquistando ben oltre il 60% delle preferenze e lasciando le briciole all'avversario, fermo al 36%. L'affluenza al ballottaggio è stata del 47,49% contro il 59,44% di due settimane fa. Ed ha premiato la Lega.

Il Movimento Cinque Stelle, che può vantarsi di aver strappato Imola al centrosinistra e aver conquistato Avellino, deve però fare i conti con una sconfitta importante: quella di Ragusa. Qui Antonio Tringali, del M5S, con il 22,7% del primo turno era in vantaggio rispetto a Peppe Cassì, sostenuto da FdI e di tre liste civiche. Alle 19 l'affluenza era stata del 29,72% contro il 41,50%; con un calo del 11,78%. E alla fine a spuntarla è stata proprio il candidato di Giorgia Meloni con il 531% contro il 46,9% del grillino Tringali.

Insomma, mentre stare al governo sembra giovare alla Lega in termini elettorali, forse non si può dire lo stesso per il Movimento Cinque Stelle.

Commenti

Grazie per il tuo commento